Aperte le consultazioni pubbliche sulla bozza dell’atto di implementazione riguardante i dataset ad alto valore aggiunto

06 giugno 2022

 

Il 24 maggio 2022, la Commissione europea ha dato il via libera alle consultazioni pubbliche sulla bozza dell’atto di implementazione relativa ai Dataset ad Alto Valore Aggiunto (HVDs - High Value Datasets). L’atto sugli HDVs è nato dall’impegno preso dalla Commissione Europea nel 2019 nell’ambito della riforma della Direttiva sugli Open Data, che ha istituito un quadro normativo generale al fine di rendere i dati ad alto valore aggiunto a disposizione del settore pubblico più fruibili ed economici a favore dell’innovazione.

Sulla base di tale Direttiva, è diventato necessario specificare dettagliatamente le tipologie di HVDs da rendere pubblici. Questi dataset dovranno essere rilasciati rispettando i seguenti requisiti:

  • gratuità;
  • l’accesso in modalità machine-readable;
  • possibilità di scaricare i dati in blocco.

Attualmente, la Direttiva definisce sei categorie di HVDs:

  • geospaziali;
  • territoriali e ambientali;
  • meteorologici;
  • statistici;
  • aziendali;
  • infrastrutturali.

L’obiettivo della Commissione è precisare per ogni area tematica una lista di specifici HVDs che dovranno essere resi pubblici.

La consultazione pubblica è rivolta ai cittadini e agli stakeholders dell’Unione europea, al fine di raccogliere dei feedback sulla bozza dell’atto e sul relativo allegato, entrambi scaricabili dalla pagina dedicata.

I soggetti interessati potranno inviare i loro commenti fino alle ore 00:00 CEST del 21 giugno 2022. Per partecipare, è necessario iscriversi o accedere a questa pagina.

I commenti inviati saranno pubblicati nel sito ufficiale e dovranno, quindi, rispettare delle regole prestabilite. Essi serviranno alla Commissione per ultimare il testo dell’atto.

Per consultare il comunicato stampa ufficiale, cliccare qui.



Data ultimo aggiornamento: 06 giugno 2022

Elenco ordinato per posizione Elenco ordinato per posizione