La BEI e UniCredit lanciano un’iniziativa per mobilitare 2,5 miliardi di euro a sostegno delle imprese italiane nella ripresa post-Covid

19 maggio 2021

La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e UniCredit hanno firmato un accordo per mobilitare risorse volte a favorire la ripresa delle imprese italiane dalle conseguenze della pandemia di COVID-19. L’accordo firmato è il primo in Italia ad essere sostenuto dal Fondo di garanzia paneuropeo, grazie al quale la BEI fornirà una garanzia pari a 750 milioni di euro.

 

In base a quanto stabilito, UniCredit creerà un nuovo portfolio di un miliardo di euro di prestiti destinati a sostenere le grandi (oltre 3000 dipendenti) e medie imprese (tra i 250 e i 3000 dipendenti) italiane, che potranno beneficiarne sia per finanziare investimenti a lungo termine, sia per aumentare il capitale circolante e portare avanti le proprie attività nel processo di ripresa dalla crisi. Attraverso il Fondo di garanzia paneuropeo, la BEI garantirà fino a 750 milioni di euro del nuovo portfolio di UniCredit, consentendo così alla stessa di rendere disponibili altri 750 milioni di euro in prestiti destinati alle PMI (meno di 250 dipendenti). 

 

In questo modo, l'importo totale dei nuovi prestiti sarà di 1,75 miliardi di euro, destinati a sostenere le piccole, medie e grandi imprese italiane. Si stima che, grazie al cofinanziamento e all’effetto leva, sarà possibile mobilitare circa 2,5 miliardi di euro di investimenti entro la fine dell'anno, di cui potranno usufruire circa 100 grandi e medie imprese e oltre 10.000 PMI italiane.

 

Maggiori informazioni sono disponibili all’interno del Comunicato stampa ufficiale della BEI, consultabile a questo link



Data ultimo aggiornamento: 14 dicembre 2021