Premio annuale "Veneto per la pace e la solidarietà tra i popoli"

La legge regionale 16 dicembre 1999 n. 55 ha istituito il Premio regionale "Veneto per la Pace e la solidarietà fra i Popoli", quale riconoscimento ad autorevoli organismi o personalità per la loro attività nel settore della progettazione educativo-culturale, informazione, produzione artistica, ricerca, cooperazione allo sviluppo.

Un
Premio Speciale Pace 2004/2005 è stato assegnato alla memoria di Matteo Vanzan, giovane lagunare caduto a Nassirya, in Iraq.

Per l'edizione 2005 il Premio - dedicato alla cooperazione internazionale - è stato attribuito al CUAMM - Medici con l'Africa, organizzazione non governativa con sede a Padova.
Per l'edizione 2006 il Premio è
stato assegnato alla dott.ssa Barbara Contini, in considerazione dell'intensa attività umanitaria da lei svolta nei Balcani, in Iraq e in Darfur. Per l'edizione 2007 il Premio è stato assegnato a Monsignor Pascal N'Koué, Vescovo di Natitingou in Benin.
Per l'edizione 2008 il Premio è
stato assegnato alla dott.ssa Chiara Castellani, in considerazione delle importanti esperienze di cooperazione realizzate in Nicaragua eRepubblica Democratica del Congo. Per l'edizione 2009 il Premio è stato assegnato al CIMIC Group (Civil Military Cooperation), unità operativa impegnata nella cooperazione civile e militare nelle aree di crisi, in Afghanistan, Iraq, Libano e Kosovo.
Per
l'edizione 2011 il Premio è stato assegnato alla professoressa Ornella Milanesi, medico pediatra e cardiologo, per il suo impegno a favore del Servizio di Cardiologia Pediatrica dell'ospedale di Orotta (Asmara) in Eritrea.

Per l'edizione 2012 il Premio è stato assegnato all'Associazione Cooperativa Scolastica "La goccia" istituita presso la scuola "Madre Tesera di Calcutta" di Baricetta (fraz. di Adria) che tramite la coltivazione di un orto scolastico e la vendita dei relativi prodotti, sostiene interventi per favorire l'accesso all'acqua potabile in alcuni villaggi in Africa. L'iniziativa dà attuazione ai principi di partecipazione e protagonismo dei minori e promuove la crescita di una cultura fondata sulla solidarietà.

 



Data ultimo aggiornamento: 15 marzo 2013