Crea/Mostra articolo

Superamento dell'Emergenza 

 

Richiesta del riconoscimento dello stato di crisi per calamità ovvero di eccezionale avversità atmosferica ai sensi dell’art. 106, comma 1, lett. a) della L.R. 11/2001

 - Fac simile modello di richiesta di riconoscimento

 
______________________

Eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nei giorni 1 e 2 settembre 2018 sui territori comunali di Verona, San Pietro in Cariano, Negrar, Colognola ai Colli, San Martino Buon Albergo, Zevio, Belfiore, Soave, Monteforte d'Alpone, Cazzano di Tramigna, Illasi (VR).
Dichiarazione dello stato di crisi a seguito delle criticità riscontrate. 

A seguito degli eventi meteorologici avversi di particolare intensità verificatisi nei giorni 1 e 2 settembre 2018, è stato dichiarato lo “Stato di crisi” (DPGR n. 103/2018) ai sensi della L.R. n. 4/97 e n. 11/2001 e s.m.i..
Si intende pertanto procedere alla ricognizione della stima delle spese di prima emergenza e degli eventuali danni al patrimonio pubblico di competenza delle Amministrazioni, al patrimonio privato, alle attività economiche e produttive, alle infrastrutture a rete di servizi essenziali, nonché alla quantificazione dei danni al patrimonio di competenza di altri Enti, il tutto finalizzato anche predisposizione della relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza.
Con nota prot. n. 362769 del 06/09/2018, è stata inoltrata ai Comuni, la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Con nota prot. n. 363264 del 06/09/2018, è stata inoltrata agli Enti potenzialmente interessati dagli eventi (Prefettura, Provincia, Strutture Regionali, Consorzi, etc.), la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Nelle note indicate sono illustrate le modalità per riscontare quanto richiesto entro la tempistica sotto indicata.
Al fine di poter approntare nel più breve tempo possibile la relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza, si invitano tutti gli Enti coinvolti a voler predisporre entro il giorno 17 settembre 2018 le relazioni richieste e segnalare una prima stima dei di danni subìti, utilizzando il modello “Modello Censimento Speditivo DPGR_103”.
Infine, si invitano tutti gli Enti coinvolti a voler predisporre, qualora lo ritenessero necessario, le integrazioni delle relazioni richieste e il censimento analitico adottando, in questo caso, anche le SCHEDE B e C, entro il giorno 17 ottobre 2018.
Tali contributi saranno trasmessi al Dipartimento della Protezione Civile quali integrazioni alla relazione già presentata.
Documentazione disponibile da consultare, scaricare e compilare in caso di danni:
Documentazione riservata agli Enti:
- nota prot. n. 362769 del 06/09/2018 inoltrata ai Comuni interessati
- elenco Comuni destinatari
- nota prot. n. 363264 del 06/09/2018 inoltrata agli Enti interessati
- elenco Enti destinatari
- allegato tecnico – Specifiche tecniche per la compilazione
- DPGR n. 103 del 2 settembre 2018
- allegato A al DPGR n. 103/2018
- QUADRO A SPESE DI PRIMA EMERGENZA DPGR 103_2018 – Quadro di dettaglio delle attività poste in essere dagli Enti competenti nelle prime fasi dell’emergenza e stima dei danni subìti dal patrimonio di competenza
- QUADRI B-C PATRIMONIO PRIVATO ATTIVITA PRODUTTIVE DPGR 103_2018 - censimento danni a privati, imprese e enti non commerciali da compilare da parte degli Enti con i dati comunicati dai cittadini, in forma diretta per la scadenza del 17 settembre 2018 utilizzando il modello “Modello Censimento Speditivo DPGR_103”.
Successivamente per la scadenza del 17 ottobre 2018, attraverso le “SCHEDA B - Ricognizione Patrimonio Privato” e la “SCHEDA C - Ricognizione Attività Economiche Produttive”.

Documentazione per i privati:
(da reperire da parte degli interessati anche presso i Comuni di residenza e da riconsegnare agli stessi debitamente compilata. Tali documenti dovranno essere trattenuti dai Comuni e non trasmessi alla Regione)
- Modello Censimento Speditivo DPGR_103 (da trattenere presso il Comune, una volta compilata)
- SCHEDA B - Ricognizione Patrimonio Privato (da trattenere presso il Comune, una volta compilata);
- SCHEDA C - Ricognizione Attività Economiche Produttive (da trattenere agli atti presso il Comune, una volta compilata).
Per ambedue le situazioni, i contributi richiesti vanno trasmessi indicando sempre all’inizio dell’oggetto la desinenza “DPGR n. 103 del 2 settembre 2018”, con entrambe le seguenti modalità:
- all’indirizzo PEC: protezionecivilepolizialocale@pec.regione.veneto.it, avendo cura di allegare SOLO i documenti in formato PDF;
- all’indirizzo mail della Funzione F9 “Censimento danni e agibilità post evento delle costruzioni” del Co.R.Em.: F9.Corem@regione.veneto.it, avendo cura di allegare SOLO i documenti in formato editabile di Microsoft Word ed Excel o compatibile, integrati con i dati identificativi del Comune.
In caso di mancato inoltro dei file editabili, i dati, ancorché comunicati, non potranno essere inseriti nel censimento. In caso di mancato riscontro entro i suddetti termini, si riterrà che l’Ente non abbia alcuna segnalazione di danno da presentare. 

______________________

Eccezionali avversità atmosferiche verificatesi il giorno 26 agosto 2018 sui territori comunali di Cordignano, Sarmede, Orsago e Cappella Maggiore (TV). Dichiarazione dello stato di crisi a seguito delle criticità riscontrate.

A seguito degli eventi meteorologici avversi di particolare intensità verificatisi il 26 agosto 2018, è stato dichiarato lo “Stato di crisi” (DPGR n. 102/2018) ai sensi della L.R. n. 4/97 e n. 11/2001 e s.m.i..
Si intende pertanto procedere alla ricognizione della stima delle spese di prima emergenza e degli eventuali danni al patrimonio pubblico di competenza delle Amministrazioni, al patrimonio privato, alle attività economiche e produttive, alle infrastrutture a rete di servizi essenziali, nonché alla quantificazione dei danni al patrimonio di competenza di altri Enti, il tutto finalizzato anche predisposizione della relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza.
Con nota prot. n. 370431 del 12/09/2018, è stata inoltrata ai Comuni, la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Con nota prot. n. 370567 del 12/09/2018, è stata inoltrata agli Enti potenzialmente interessati dagli eventi (Prefettura, Provincia, Strutture Regionali, Consorzi, etc.), la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Nelle note indicate sono illustrate le modalità per riscontare quanto richiesto entro la tempistica sotto indicata.
Al fine di poter approntare nel più breve tempo possibile la relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza, si invitano tutti gli Enti coinvolti a voler predisporre entro il giorno 24 settembre 2018 le relazioni richieste e segnalare una prima stima dei di danni subìti, utilizzando il modello “Modello Censimento Speditivo DPGR_102”.
Infine, si invitano tutti gli Enti coinvolti a voler predisporre, qualora lo ritenessero necessario, le integrazioni delle relazioni richieste e il censimento analitico adottando, in questo caso, anche le SCHEDE B e C, entro il giorno 22 ottobre 2018.
Tali contributi saranno trasmessi al Dipartimento della Protezione Civile quali integrazioni alla relazione già presentata.
Documentazione disponibile da consultare, scaricare e compilare in caso di danni:
Documentazione riservata agli Enti:
- nota prot. n. 370431 del 12/09/2018 inoltrata ai Comuni interessati
- elenco Comuni destinatari
- nota prot. n. 370567 del 12/09/2018 inoltrata agli Enti interessati
- elenco Enti destinatari
- allegato tecnico – Specifiche tecniche per la compilazione
- DPGR n. 102 del 29 agosto 2018
- allegato A al DPGR n. 102/2018
- QUADRO A SPESE DI PRIMA EMERGENZA DPGR 102_2018 – Quadro di dettaglio delle attività poste in essere dagli Enti competenti nelle prime fasi dell’emergenza e stima dei danni subìti dal patrimonio di competenza
- QUADRI B-C PATRIMONIO PRIVATO ATTIVITA PRODUTTIVE DPGR 102_2018 - censimento danni a privati, imprese e enti non commerciali da compilare da parte degli Enti con i dati comunicati dai cittadini, in forma diretta per la scadenza del 24 settembre 2018 utilizzando il modello “Modello Censimento Speditivo DPGR_102”. Successivamente per la scadenza del 22 ottobre 2018, attraverso le “SCHEDA B - Ricognizione Patrimonio Privato” e la “SCHEDA C - Ricognizione Attività Economiche Produttive”.
Documentazione per i privati:
(da reperire da parte degli interessati anche presso i Comuni di residenza e da riconsegnare agli stessi debitamente compilata. Tali documenti dovranno essere trattenuti dai Comuni e non trasmessi alla Regione)
- Modello Censimento Speditivo DPGR_102 (da trattenere presso il Comune, una volta compilata)
- SCHEDA B - Ricognizione Patrimonio Privato (da trattenere presso il Comune, una volta compilata);
- SCHEDA C - RICOGNIZIONE ATTIVITÀ ECONOMICHE-PRODUTTIVE (da trattenere agli atti presso il Comune, una volta compilata);
Per ambedue le situazioni, i contributi richiesti vanno trasmessi indicando sempre all’inizio dell’oggetto la desinenza “DPGR n. 102 del 29 agosto 2018”, con entrambe le seguenti modalità:
- all’indirizzo PEC: protezionecivilepolizialocale@pec.regione.veneto.it, avendo cura di allegare SOLO i documenti in formato PDF;
- all’indirizzo mail della Funzione F9 “Censimento danni e agibilità post evento delle costruzioni” del Co.R.Em.: F9.Corem@regione.veneto.it, avendo cura di allegare SOLO i documenti in formato editabile di Microsoft Word ed Excel o compatibile, integrati con i dati identificativi del Comune.
In caso di mancato inoltro dei file editabili, i dati, ancorché comunicati, non potranno essere inseriti nel censimento.
In caso di mancato riscontro entro i suddetti termini, si riterrà che l’Ente non abbia alcuna segnalazione di danno da presentare.
______________________

Eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nel giorno 1 agosto 2018 sui territori comunali di Cortina d’Ampezzo, Borca di Cadore e Falcade (BL).
Dichiarazione dello stato di crisi a seguito delle criticità riscontrate.

A seguito degli eventi meteorologici avversi di particolare intensità verificatisi nel giorno 1 agosto 2018, è stato dichiarato lo “Stato di crisi” (DPGR n. 95/2018) ai sensi della L.R. n. 4/97 e n. 11/2001 e s.m.i..
Si intende pertanto procedere alla ricognizione della stima delle spese di prima emergenza e degli eventuali danni al patrimonio pubblico di competenza delle Amministrazioni, al patrimonio privato, alle attività economiche e produttive, alle infrastrutture a rete di servizi essenziali, nonché alla quantificazione dei danni al patrimonio di competenza di altri Enti, il tutto finalizzato anche predisposizione della relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza.
Con nota prot. n. 329255 del 07/08/2018, è stata inoltrata al Comune, la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Con nota prot. n. 328405 del 07/08/2018, è stata inoltrata agli Enti potenzialmente interessati dagli eventi (Provincia, Prefettura, Strutture Regionali, Consorzi, etc.), la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Nelle note indicate sono illustrate le modalità per riscontare quanto richiesto entro la tempistica sotto indicata.
Al fine di poter approntare nel più breve tempo possibile la relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza, si invitano tutti gli Enti coinvolti entro il giorno 14 agosto 2018 a voler predisporre sinteticamente le relazioni richieste e segnalare una prima stima dei di danni subìti, suddivisi per tipologie, sulla base di semplici segnalazioni di quantificazione sommaria dei danni raccolte direttamente presso le amministrazioni senza l’ausilio delle SCHEDE B e C.
Infine, si invitano tutti gli Enti coinvolti a voler predisporre, qualora lo ritenessero necessario, le integrazioni delle relazioni richieste e una stima analitica dei danni subìti nel periodo di riferimento suddivisi per tipologie, entro il giorno 14 settembre 2018. Tali integrazioni saranno trasmesse al Dipartimento della Protezione Civile quali integrazioni alla relazione già presentata.
Documentazione disponibile da consultare, scaricare e compilare in caso di danni:
Documentazione riservata agli Enti:
- nota prot. n. 329255 del 07/08/2018 inoltrata ai Comuni interessati
- Elenco Comuni destinatari
- nota prot. n. 328405 del 07/08/2018 inoltrata agli Enti interessati
- elenco Enti destinatari
- Allegato tecnico – Specifiche tecniche per la compilazione
- DPGR n. 95 del 2 agosto 2018
- Allegato A al DPGR n. 95/2018
- QUADRO_A_SPESE_DI_PRIMA_EMERGENZA__DPGR_95_2018 – Quadro di dettaglio delle attività poste in essere dagli Enti competenti nelle prime fasi dell’emergenza e stima dei danni subìti dal patrimonio di competenza
- QUADRI B-C - PATRIMONIOPRIV-ATTIVITAPROD_DPGR_95_2018 - censimento danni a privati, imprese e enti non commerciali da compilare da parte degli Enti con i dati comunicati dai cittadini, in forma diretta per la scadenza del 14 agosto 2018.
Successivamente attraverso la “SCHEDA B - ricognizione Patrimonio Privato” e/o la “SCHEDA C - Ricognizione Att Economiche-Produttive”, per la scadenza del 14 settembre 2018.
Documentazione per i privati:
(da reperire da parte degli interessati anche presso i Comuni di residenza e da riconsegnare agli stessi debitamente compilata. Tali documenti dovranno essere conservati dai Comuni e non trasmessi alla Regione)
- SCHEDA B - Ricognizione Patrimonio Privato (da trattenere presso il Comune, una volta compilato);
- SCHEDA C - RICOGNIZIONE ATTIVITÀ ECONOMICHE-PRODUTTIVE (da conservare agli atti presso il Comune, una volta compilata);
Per ambedue le situazioni, i contributi richiesti vanno trasmessi indicando sempre all’inizio dell’oggetto la desinenza “DPGR n. 95 del 2 agosto 2018”, con entrambe le seguenti modalità:
all’indirizzo PEC: protezionecivilepolizialocale@pec.regione.veneto.it, secondo i modi previsti dalla trasmissione formale (allegando i file in formato PDF);
all’indirizzo mail della Funzione “funzione censimento danni e agibilità post evento delle costruzioni” del Co.R.Em. F9.Corem@regione.veneto.it, allegando le relazioni richieste e i quadri compilati in formato editabile di Microsoft Word ed Excel o compatibile, integrate con i dati identificativi del Comune.
In caso di mancato inoltro dei file editabili, i dati, ancorché comunicati, non potranno essere inseriti nel censimento.
In caso di mancato riscontro entro i suddetti termini, si riterrà che l’Ente non abbia alcuna segnalazione di danno da presentare.
______________________

Eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nei giorni 21 e 22 luglio 2018 in alcuni comuni del territorio della provincia di Padova.
Dichiarazione dello stato di crisi a seguito delle criticità riscontrate.

A seguito degli eventi meteorologici avversi di particolare intensità verificatisi nei giorni 21 e 22 luglio 2018, è stato dichiarato lo “Stato di crisi” (DPGR n. 88/2018) ai sensi della L.R. n. 4/97 e n. 11/2001 e s.m.i..
Si intende pertanto procedere alla ricognizione della stima delle spese di prima emergenza e degli eventuali danni al patrimonio pubblico di competenza delle Amministrazioni, al patrimonio privato, alle attività economiche e produttive, alle infrastrutture a rete di servizi essenziali, nonché alla quantificazione dei danni al patrimonio di competenza di altri Enti, il tutto finalizzato anche predisposizione della relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza.
Con nota prot. n. 312363 del 25/07/2018, è stata inoltrata al Comune, la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Con nota prot. n. 312386 del 25/07/2018, è stata inoltrata agli Enti potenzialmente interessati dagli eventi (Provincia, Prefettura, Strutture Regionali, Consorzi, etc.), la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Nelle note indicate sono illustrate le modalità per riscontare quanto richiesto entro la tempistica sotto indicata.
Al fine di poter approntare nel più breve tempo possibile la relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza, si invitano tutti gli Enti coinvolti entro il giorno 1 agosto 2018 a voler predisporre sinteticamente le relazioni richieste e segnalare una prima stima dei di danni subìti, suddivisi per tipologie, sulla base di semplici segnalazioni di quantificazione sommaria dei danni raccolte direttamente presso le amministrazioni senza l’ausilio delle SCHEDE B e C.
Infine, si invitano tutti gli Enti coinvolti a voler predisporre, qualora lo ritenessero necessario, le integrazioni delle relazioni richieste e una stima analitica dei danni subìti nel periodo di riferimento suddivisi per tipologie, entro il giorno 1 settembre 2018. Tali integrazioni saranno trasmesse al Dipartimento della Protezione Civile quali integrazioni alla relazione già presentata.
Documentazione disponibile da consultare, scaricare e compilare in caso di danni:
Documentazione riservata agli Enti:
- nota prot. n. 312363 del 25/07/2018 inoltrata ai Comuni interessati
- Elenco Comuni destinatari
- nota prot. n. 312386 del 25/07/2018 inoltrata agli Enti interessati
- elenco Enti destinatari
- Allegato tecnico – Specifiche tecniche per la compilazione
- DPGR n. 88 del 22 luglio 2018
- Allegato A DPGR 88/2018
- QUADRO_A_SPESE_DI_PRIMA_EMERGENZA__DPGR_88_2018 – Quadro di dettaglio delle attività poste in essere dagli Enti competenti nelle prime fasi dell’emergenza e stima dei danni subìti dal patrimonio di competenza
- QUADRI B-C - PATRIMONIOPRIV-ATTIVITAPROD_DPGR_88_2018 - censimento danni a privati, imprese e enti non commerciali da compilare da parte degli Enti con i dati comunicati dai cittadini, in forma diretta per la scadenza del 1 agosto 2018.
Successivamente attraverso la “SCHEDA B - ricognizione Patrimonio Privato” e/o la “SCHEDA C - Ricognizione Att Economiche-Produttive”, per la scadenza del 1 settembre 2018.
Documentazione per i privati:
(da reperire da parte degli interessati anche presso i Comuni di residenza e da riconsegnare agli stessi debitamente compilata. Tali documenti dovranno essere conservati dai Comuni e non trasmessi alla Regione)
- SCHEDA B - Ricognizione Patrimonio Privato (da trattenere presso il Comune, una volta compilato);
- SCHEDA C - RICOGNIZIONE ATTIVITÀ ECONOMICHE-PRODUTTIVE (da conservare agli atti presso il Comune, una volta compilata);
Per ambedue le situazioni, i contributi richiesti vanno trasmessi indicando sempre all’inizio dell’oggetto la desinenza “DPGR n. 88 del 22 luglio 2018”, con entrambe le seguenti modalità:
all’indirizzo PEC: protezionecivilepolizialocale@pec.regione.veneto.it, secondo i modi previsti dalla trasmissione formale (allegando i file in formato PDF);
all’indirizzo mail della Funzione “funzione censimento danni e agibilità post evento delle costruzioni” del Co.R.Em. F9.Corem@regione.veneto.it, allegando le relazioni richieste e i quadri compilati in formato editabile di Microsoft Word ed Excel o compatibile, integrate con i dati identificativi del Comune.
In caso di mancato inoltro dei file editabili, i dati, ancorché comunicati, non potranno essere inseriti nel censimento.
In caso di mancato riscontro entro i suddetti termini, si riterrà che l’Ente non abbia alcuna segnalazione di danno da presentare.

______________________

Eccezionali avversità atmosferiche verificatesi i giorni 16 e 17 luglio 2018 in alcuni comuni dei territori delle province di Padova, Rovigo, Treviso e Verona.
Dichiarazione dello stato di crisi a seguito delle criticità riscontrate.

A seguito degli eventi meteorologici avversi di particolare intensità verificatisi nei giorni 16 e 17 luglio 2018, è stato dichiarato lo “Stato di crisi” (DPGR n. 84/2018) ai sensi della L.R. n. 4/97 e n. 11/2001 e s.m.i..
Si intende pertanto procedere alla ricognizione della stima delle spese di prima emergenza e degli eventuali danni al patrimonio pubblico di competenza delle Amministrazioni, al patrimonio privato, alle attività economiche e produttive, alle infrastrutture a rete di servizi essenziali, nonché alla quantificazione dei danni al patrimonio di competenza di altri Enti, il tutto finalizzato anche predisposizione della relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza.
Con nota prot. n. 311118 del 25/07/2018, è stata inoltrata al Comune, la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Con nota prot. n. 311312 del 25/07/2018, è stata inoltrata agli Enti potenzialmente interessati dagli eventi (Provincia, Prefettura, Strutture Regionali, Consorzi, etc.), la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Nelle note indicate sono illustrate le modalità per riscontare quanto richiesto entro la tempistica sotto indicata.
Al fine di poter approntare nel più breve tempo possibile la relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza, si invitano tutti gli Enti coinvolti entro il giorno 31 luglio 2018 a voler predisporre sinteticamente le relazioni richieste e segnalare una prima stima dei di danni subìti, suddivisi per tipologie, sulla base di semplici segnalazioni di quantificazione sommaria dei danni raccolte direttamente presso le amministrazioni senza l’ausilio delle SCHEDE B e C.
Infine, si invitano tutti gli Enti coinvolti a voler predisporre, qualora lo ritenessero necessario, le integrazioni delle relazioni richieste e una stima analitica dei danni subìti nel periodo di riferimento suddivisi per tipologie, entro il giorno 31 agosto 2018. Tali integrazioni saranno trasmesse al Dipartimento della Protezione Civile quali integrazioni alla relazione già presentata.
Documentazione disponibile da consultare, scaricare e compilare in caso di danni:
Documentazione riservata agli Enti:
- nota prot. n. 311118 del 25/07/2018 inoltrata ai Comuni interessati
- Elenco Comuni destinatari
- nota prot. n. 311312 del 25/07/2018 inoltrata agli Enti interessati
- elenco Enti destinatari
- Allegato tecnico – Specifiche tecniche per la compilazione
- DPGR n. 84 del 18 luglio 2018
- Allegato A DPGR n. 84 del 18 luglio 2018
- QUADRO_A_SPESE_DI_PRIMA_EMERGENZA_DPGR_84_2018 – Quadro di dettaglio delle attività poste in essere dagli Enti competenti nelle prime fasi dell’emergenza e stima dei danni subìti dal patrimonio di competenza
- QUADRI B-C - PATRIMONIOPRIV-ATTIVITAPROD_DPGR_84_2018 - censimento danni a privati, imprese e enti non commerciali da compilare da parte degli Enti con i dati comunicati dai cittadini, in forma diretta per la scadenza del 31 luglio 2018.
Successivamente attraverso la “SCHEDA B - ricognizione Patrimonio Privato” e/o la “SCHEDA C - Ricognizione Att Economiche-Produttive”, per la scadenza del 31 agosto 2018.
Documentazione per i privati:
(da reperire da parte degli interessati anche presso i Comuni di residenza e da riconsegnare agli stessi debitamente compilata. Tali documenti dovranno essere conservati dai Comuni e non trasmessi alla Regione)
- SCHEDA B - RICOGNIZIONE PATRIMONIO PRIVATO (da trattenere presso il Comune, una volta compilato);
- SCHEDA C - RICOGNIZIONE ATTIVITÀ ECONOMICHE-PRODUTTIVE (da conservare agli atti presso il
Comune, una volta compilata);

Per ambedue le situazioni, i contributi richiesti vanno trasmessi indicando sempre all’inizio dell’oggetto la desinenza “DPGR n. 84 del 18 luglio 2018”, con entrambe le seguenti modalità:
all’indirizzo PEC: protezionecivilepolizialocale@pec.regione.veneto.it, secondo i modi previsti dalla trasmissione formale (allegando i file in formato PDF);
all’indirizzo mail della Funzione “funzione censimento danni e agibilità post evento delle costruzioni” del Co.R.Em. F9.Corem@regione.veneto.it, allegando le relazioni richieste e i quadri compilati in formato editabile di Microsoft Word ed Excel o compatibile, integrate con i dati identificativi del Comune.
In caso di mancato inoltro dei file editabili, i dati, ancorché comunicati, non potranno essere inseriti nel censimento. In caso di mancato riscontro entro i suddetti termini, si riterrà che l’Ente non abbia alcuna segnalazione di danno da presentare. 

_____________

Eccezionali avversità atmosferiche verificatesi il giorno 8 luglio 2018 nel territorio del comune di Dolo (VE).
Dichiarazione dello stato di crisi a seguito delle criticità riscontrate.

A seguito degli eventi meteorologici avversi di particolare intensità verificatisi nel giorno 8 luglio 2018 nel comune di Dolo, è stato dichiarato lo “Stato di crisi” (DPGR n. 83/2018) ai sensi della L.R. n. 4/97 e n. 11/2001 e s.m.i..
Si intende pertanto procedere alla ricognizione della stima delle spese di prima emergenza e degli eventuali danni al patrimonio pubblico di competenza delle Amministrazioni, al patrimonio privato, alle attività economiche e produttive, alle infrastrutture a rete di servizi essenziali, nonché alla quantificazione dei danni al patrimonio di competenza di altri Enti, il tutto finalizzato anche predisposizione della relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza.
Con nota prot. n. 308979 del 24/07/2018, è stata inoltrata al Comune, la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Con nota prot. n. 308996del 24/07/2018, è stata inoltrata agli Enti potenzialmente interessati dagli eventi (Provincia, Prefettura, Strutture Regionali, Consorzi, etc.), la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Nelle note indicate sono illustrate le modalità per riscontare quanto richiesto entro la tempistica sotto indicata.
Al fine di poter approntare nel più breve tempo possibile la relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza, si invitano tutti gli Enti coinvolti entro il giorno 30 luglio 2018 a voler predisporre sinteticamente le relazioni richieste e segnalare una prima stima dei di danni subìti, suddivisi per tipologie, sulla base di semplici segnalazioni di quantificazione sommaria dei danni raccolte direttamente presso le amministrazioni senza l’ausilio delle SCHEDE B e C.
Infine, si invitano tutti gli Enti coinvolti a voler predisporre, qualora lo ritenessero necessario, le integrazioni delle relazioni richieste e una stima analitica dei danni subìti nel periodo di riferimento suddivisi per tipologie, entro il giorno 30 agosto 2018. Tali integrazioni saranno trasmesse al Dipartimento della Protezione Civile quali integrazioni alla relazione già presentata.
Documentazione disponibile da consultare, scaricare e compilare in caso di danni:
Documentazione riservata agli Enti:
- nota prot. n. 308979 del 24/07/2018 inoltrata al Comune interessato
- nota prot. n. 308979 del 24/07/2018 inoltrata agli Enti interessati
- Elenco indirizzi Enti
- Allegato tecnico – Specifiche tecniche per la compilazione
- DPGR n. 83 del 18 luglio 2018
- Allegato A DPGR n. 83/2018
- QUADRO_A_SPESE_DI_PRIMA_EMERGENZA_DPGR_83_2018 – Quadro di dettaglio delle attività poste in essere dagli Enti competenti nelle prime fasi dell’emergenza e stima dei danni subìti dal patrimonio di competenza
- QUADRI B-C - PATRIMONIOPRIV-ATTIVITAPROD_DPGR_83_2018 - censimento danni a privati, imprese e enti non commerciali da compilare da parte degli Enti con i dati comunicati dai cittadini, in forma diretta per la scadenza del 30 luglio 2018.
Successivamente attraverso la “SCHEDA B - ricognizione Patrimonio Privato” e/o la “SCHEDA C -Ricognizione Att Economiche-Produttive”, per la scadenza del 30 agosto 2018.
Documentazione per i privati:
(da reperire da parte degli interessati anche presso i Comuni di residenza e da riconsegnare agli stessi debitamente compilata. Tali documenti dovranno essere conservati dai Comuni e non trasmessi alla Regione)
- SCHEDA B - RICOGNIZIONE PATRIMONIO PRIVATO (da trattenere presso il Comune, una volta compilato);
- SCHEDA C - RICOGNIZIONE ATTIVITÀ ECONOMICHE-PRODUTTIVE (da conservare agli atti presso il Comune, una volta compilata);
Per ambedue le situazioni, i contributi richiesti vanno trasmessi indicando sempre all’inizio dell’oggetto la desinenza “DPGR n. 83 del 18 luglio 2018”, con entrambe le seguenti modalità:
all’indirizzo PEC: protezionecivilepolizialocale@pec.regione.veneto.it, secondo i modi previsti dalla trasmissione formale (allegando i file in formato PDF);
all’indirizzo mail della Funzione “funzione censimento danni e agibilità post evento delle costruzioni” del Co.R.Em. F9.Corem@regione.veneto.it, allegando le relazioni richieste e i quadri compilati in formato editabile di Microsoft Word ed Excel o compatibile, integrate con i dati identificativi del Comune.
In caso di mancato inoltro dei file editabili, i dati, ancorché comunicati, non potranno essere inseriti nel censimento.
In caso di mancato riscontro entro i suddetti termini, si riterrà che l’Ente non abbia alcuna segnalazione di danno da presentare.

______________________

Eccezionali avversità atmosferiche verificatesi il giorno 22 giugno 2018 nel territorio dei comuni di Feltre e Cesiomaggiore (BL). Dichiarazione dello stato di crisi a seguito delle criticità riscontrate.

A seguito degli eventi meteA seguito degli eventi meteorologici avversi di particolare intensità verificatisi nel giorno 22 giugno 2018 sui territori del Feltrino, è stato dichiarato lo “Stato di crisi” (DPGR n. 82/2018) ai sensi della L.R. n. 4/97 e n. 11/2001 e s.m.i..
Si intende pertanto procedere alla ricognizione della stima delle spese di prima emergenza e degli eventuali danni al patrimonio pubblico di competenza delle Amministrazioni, al patrimonio privato, alle attività economiche e produttive, alle infrastrutture a rete di servizi essenziali, nonché alla quantificazione dei danni al patrimonio di competenza di altri Enti, il tutto finalizzato anche predisposizione della relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza.
Con nota prot. n. 306181 del 20/07/2018, è stata inoltrata ai Comuni, la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Con nota prot. n. 306601del 20/07/2018, è stata inoltrata agli Enti potenzialmente interessati dagli eventi (Provincia, Prefettura, Strutture Regionali, Consorzi, etc.), la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Nelle note indicate sono illustrate le modalità per riscontare quanto richiesto entro la tempistica sotto indicata.
Al fine di poter approntare nel più breve tempo possibile la relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza, si invitano tutti gli Enti coinvolti entro il giorno 6 febbraio 2018 a voler predisporre sinteticamente le relazioni richieste e segnalare una prima stima dei di danni subìti, suddivisi per tipologie, sulla base di semplici segnalazioni di quantificazione sommaria dei danni raccolte direttamente presso le amministrazioni senza l’ausilio delle SCHEDE B e C.
Infine, si invitano tutti gli Enti coinvolti a voler predisporre, qualora lo ritenessero necessario, le integrazioni delle relazioni richieste e una stima analitica dei danni subìti nel periodo di riferimento suddivisi per tipologie, entro il giorno 2 marzo 2018. Tali integrazioni saranno trasmesse al Dipartimento della Protezione Civile quali integrazioni alla relazione già presentata.
Documentazione disponibile da consultare, scaricare e compilare in caso di danni:
Documentazione riservata agli Enti:
- nota prot. n. 306181 del 20/07/2018 inoltrata ai Comuni interessati
- nota prot. n. 306601del 20/07/2018 inoltrata agli Enti interessati
- Allegato tecnico – Specifiche tecniche per la compilazione
- DPGR n. 82 del 18 luglio 2018
- QUADRO_A_SPESE_DI_PRIMA_EMERGENZA_DPGR_82_2018 – Quadro di dettaglio delle attività poste in essere dagli Enti competenti nelle prime fasi dell’emergenza e stima dei danni subìti dal patrimonio di competenza
- QUADRI B-C - PATRIMONIOPRIV-ATTIVITAPROD_DPGR_82_2018 - censimento danni a privati, imprese e enti non commerciali da compilare da parte degli Enti con i dati comunicati dai cittadini, in forma diretta per la scadenza del 27 luglio 2018, o attraverso la “SCHEDA B - ricognizione Patrimonio Privato” e/o la “SCHEDA C -Ricognizione Att Economiche-Produttive”, per la scadenza del 27 agosto 2018.
Documentazione per i privati:
(da reperire da parte degli interessati anche presso i Comuni di residenza e da riconsegnare agli stessi debitamente compilata. Tali documenti dovranno essere conservati dai Comuni e non trasmessi alla Regione)
- SCHEDA B - RICOGNIZIONE PATRIMONIO PRIVATO (da trattenere presso il Comune, una volta compilato);
- SCHEDA C - RICOGNIZIONE ATTIVITÀ ECONOMICHE-PRODUTTIVE (da conservare agli atti presso il Comune, una volta compilata);
Per ambedue le situazioni, i contributi richiesti vanno trasmessi indicando sempre all’inizio dell’oggetto la desinenza “DPGR n. 82 del 18 luglio 2018”, con entrambe le seguenti modalità:
all’indirizzo PEC: protezionecivilepolizialocale@pec.regione.veneto.it, secondo i modi previsti dalla trasmissione formale (allegando i file in formato PDF);
all’indirizzo mail della Funzione “funzione censimento danni e agibilità post evento delle costruzioni” del Co.R.Em. F9.Corem@regione.veneto.it, allegando le relazioni richieste e i quadri compilati in formato editabile di Microsoft Word ed Excel o compatibile, integrate con i dati identificativi del Comune.In caso di mancato inoltro dei file editabili, i dati, ancorché comunicati, non potranno essere inseriti nel censimento.
In caso di mancato riscontro entro i suddetti termini, si riterrà che l’Ente non abbia alcuna segnalazione di danno da presentare.

______________________

Eccezionali avversità atmosferiche verificatisi nei giorni dal 11 al 13 giugno 2018 sui territori del Feltrino, Val Belluna Coneglianese e Alto Trevigiano.
Dichiarazione dello stato di crisi a seguito delle criticità riscontrate.

A seguito degli eventi meteorologici avversi di particolare intensità verificatisi nei giorni 11-12-13 giugno 2018 sui territori del Feltrino, Val Belluna Coneglianese e Alto Trevigiano, è stato dichiarato lo “Stato di crisi” (DPGR n. 66/2018) ai sensi della L.R. n. 4/97 e n. 11/2001 e s.m.i..
Si intende pertanto procedere alla ricognizione della stima delle spese di prima emergenza e degli eventuali danni al patrimonio pubblico di competenza delle Amministrazioni, al patrimonio privato, alle attività economiche e produttive, alle infrastrutture a rete di servizi essenziali, nonché alla quantificazione dei danni al patrimonio di competenza di altri Enti, il tutto finalizzato anche predisposizione della relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza.
Con nota prot. n. 231818 del 18/06/2018, è stata inoltrata ai Comuni, la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Con nota prot. n. 231875 del 18/06/2018, è stata inoltrata agli Enti potenzialmente interessati dagli eventi (Provincia, Prefettura, Strutture Regionali, Consorzi, etc.), la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Nelle note indicate sono illustrate le modalità per riscontare quanto richiesto entro la tempistica sotto indicata.
Al fine di poter approntare nel più breve tempo possibile la relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza, si invitano tutti gli Enti coinvolti entro il giorno 26 giugno 2018 a voler predisporre sinteticamente le relazioni richieste e segnalare una prima stima dei di danni subìti, suddivisi per tipologie, sulla base di semplici segnalazioni di quantificazione sommaria dei danni raccolte direttamente presso le amministrazioni senza l’ausilio delle SCHEDE B e C.
Infine, si invitano tutti gli Enti coinvolti a voler predisporre, qualora lo ritenessero necessario, le integrazioni delle relazioni richieste e una stima analitica dei danni subìti nel periodo di riferimento suddivisi per tipologie, entro il giorno 26 luglio 2018. Tali integrazioni saranno trasmesse al Dipartimento della Protezione Civile quali integrazioni alla relazione già presentata.
Documentazione disponibile da consultare, scaricare e compilare in caso di danni:
Documentazione riservata agli Enti:
- nota prot. n. 231818 del 18/06/2018 inoltrata ai Comuni interessati
- Elenco indirizzi Comuni
- nota prot. n. 231875 del 18/06/2018 inoltrata agli Enti interessati
- Elenco indirizzi Enti
- Allegato 1 - ”Allegato tecnico – Specifiche tecniche per la compilazione”
- DPGR n. 66 del 13 giugno 2018
- allegato A al DPGR n. 66 del 13 giugno 2018
- QUADRO_A_SPESE_DI_PRIMA_EMERGENZA_DPGR_66_2018 – Quadro di dettaglio delle attività poste in essere dagli Enti competenti nelle prime fasi dell’emergenza e stima dei danni subìti dal patrimonio di competenza
- QUADRI B-C - PATRIMONIOPRIV-ATTIVITAPROD_DPGR_66_2018: censimento danni a privati, imprese e enti non commerciali da compilare da parte degli Enti con i dati comunicati dai cittadini, in forma diretta per la scadenza del 26 giugno 2018, o attraverso la “SCHEDA B - ricognizione Patrimonio Privato” e/o la “SCHEDA C -Ricognizione Att Economiche-Produttive”, per la scadenza del 26 luglio 2018.
Documentazione per i privati:
- SCHEDA B - RICOGNIZIONE PATRIMONIO PRIVATO (da trattenere presso il Comune, una volta compilato);
- SCHEDA C - RICOGNIZIONE ATTIVITÀ ECONOMICHE-PRODUTTIVE (da conservare agli atti presso il Comune, una volta compilata);
Le schede potranno essere reperite, da parte degli interessati, presso i Comuni di competenzae riconsegnate agli stessi debitamente compilate. Tali documenti, saranno conservati dai Comuni e non trasmessi alla Regione, e serviranno per la compilazione dei quadri B e C che il Comune trasmetterà alla Regione con le modalità di seguito indicate. Non saranno prese in considerazione comunicazioni di danni effettuate diversamente.
Per entrambe le scadenze, le segnalazioni vanno trasmesse indicando sempre all’inizio dell’oggetto la desinenza “DPGR n. 66 del 13 giugno 2018”, con entrambe le seguenti modalità:
- all’indirizzo PEC: protezionecivilepolizialocale@pec.regione.veneto.it, secondo i modi previsti dalla trasmissione formale (allegando i file in formato PDF);
- all’indirizzo mail della Funzione “funzione censimento danni e agibilità post evento delle costruzioni” del Co.R.Em. F9.Corem@regione.veneto.it, allegando le relazioni richieste e i quadri compilati in formato editabile di Microsoft Word ed Excel o compatibile, integrate con i dati identificativi del Comune.
In caso di mancato inoltro dei file editabili, i dati, ancorché comunicati, non potranno essere inseriti nel censimento.
In caso di mancato riscontro entro i suddetti termini, si riterrà che l’Ente non abbia alcuna segnalazione di danno da presentare.
_____________________

Eccezionali avversità atmosferiche verificatesi il giorno 29 maggio 2018 nel territorio del comune di Limena (PD). Dichiarazione dello stato di crisi a seguito delle criticità riscontrate.

A seguito degli eventi meteorologici avversi di particolare intensità verificatisi nel giorno 29 maggio 2018 nel comune di Dolo, è stato dichiarato lo “Stato di crisi” (DPGR n. 78/2018) ai sensi della L.R. n. 4/97 e n. 11/2001 e s.m.i..
Si intende pertanto procedere alla ricognizione della stima delle spese di prima emergenza e degli eventuali danni al patrimonio pubblico di competenza delle Amministrazioni, al patrimonio privato, alle attività economiche e produttive, alle infrastrutture a rete di servizi essenziali, nonché alla quantificazione dei danni al patrimonio di competenza di altri Enti, il tutto finalizzato anche predisposizione della relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza.
Con nota prot. n. 315761 del 27/07/2018, è stata inoltrata al Comune, la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Con nota prot. n. 315774 del 27/07/2018, è stata inoltrata agli Enti potenzialmente interessati dagli eventi (Provincia, Prefettura, Strutture Regionali, Consorzi, etc.), la comunicazione di avvio della ricognizione di stima dei danni.
Nelle note indicate sono illustrate le modalità per riscontare quanto richiesto entro la tempistica sotto indicata.
Al fine di poter approntare nel più breve tempo possibile la relazione tecnica per la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza, si invitano tutti gli Enti coinvolti entro il giorno 3 agosto 2018 a voler predisporre sinteticamente le relazioni richieste e segnalare una prima stima dei di danni subìti, suddivisi per tipologie, sulla base di semplici segnalazioni di quantificazione sommaria dei danni raccolte direttamente presso le amministrazioni senza l’ausilio delle SCHEDE B e C.
Infine, si invitano tutti gli Enti coinvolti a voler predisporre, qualora lo ritenessero necessario, le integrazioni delle relazioni richieste e una stima analitica dei danni subìti nel periodo di riferimento suddivisi per tipologie, entro il giorno 3 settembre 2018. Tali integrazioni saranno trasmesse al Dipartimento della Protezione Civile quali integrazioni alla relazione già presentata.
Documentazione disponibile da consultare, scaricare e compilare in caso di danni:
Documentazione riservata agli Enti:
- nota prot. n. 315761 del 27/07/2018 inoltrata al Comune
- nota prot. n. 315774 del 27/07/2018 inoltrata agli Enti interessati
- elenco Enti destinatari
- Allegato tecnico – Specifiche tecniche per la compilazione
- DPGR n. 78 del 13 luglio 2018
- Allegato A DPGR n. 78/2018
- QUADRO_A_SPESE_DI_PRIMA_EMERGENZA_DPGR_78_2018 – Quadro di dettaglio delle attività poste in essere dagli Enti competenti nelle prime fasi dell’emergenza e stima dei danni subìti dal patrimonio di competenza
- QUADRI B-C - PATRIMONIOPRIV-ATTIVITAPROD_DPGR_78_2018 - censimento danni a privati, imprese e enti non commerciali da compilare da parte degli Enti con i dati comunicati dai cittadini, in forma diretta per la scadenza del 3 agosto 2018.
Successivamente attraverso la “SCHEDA B - ricognizione Patrimonio Privato” e/o la “SCHEDA C - Ricognizione Att Economiche-Produttive”, per la scadenza del 3 settembre 2018.
Documentazione per i privati:
(da reperire da parte degli interessati anche presso i Comuni di residenza e da riconsegnare agli stessi debitamente compilata. Tali documenti dovranno essere conservati dai Comuni e non trasmessi alla Regione)
- SCHEDA B - RICOGNIZIONE PATRIMONIO PRIVATO (da trattenere presso il Comune, una volta compilato);
- SCHEDA C - RICOGNIZIONE ATTIVITÀ ECONOMICHE-PRODUTTIVE (da conservare agli atti presso il Comune, una volta compilata);
Per ambedue le situazioni, i contributi richiesti vanno trasmessi indicando sempre all’inizio dell’oggetto la desinenza “DPGR n. 78 del 13 luglio 2018”, con entrambe le seguenti modalità:
all’indirizzo PEC: protezionecivilepolizialocale@pec.regione.veneto.it, secondo i modi previsti dalla trasmissione formale (allegando i file in formato PDF);
all’indirizzo mail della Funzione “funzione censimento danni e agibilità post evento delle costruzioni” del Co.R.Em. F9.Corem@regione.veneto.it, allegando le relazioni richieste e i quadri compilati in formato editabile di Microsoft Word ed Excel o compatibile, integrate con i dati identificativi del Comune.
In caso di mancato inoltro dei file editabili, i dati, ancorché comunicati, non potranno essere inseriti nel censimento.
In caso di mancato riscontro entro i suddetti termini, si riterrà che l’Ente non abbia alcuna segnalazione di danno da presentare.
______________________

 



Data ultimo aggiornamento: 20/09/2018

Immagini dal territorio