Insediata la nuova Commissione Pari opportunità della Regione del Veneto

17/02/2017

Si è insediata, lo scorso novembre, la nuova Commissione Pari Opportunità della Regione Veneto, un organismo che è diretta emanazione della Giunta regionale e che lavora in condivisione con gli assessorati competenti, in particolare quello alle Pari Opportunità, la Consigliera di parità ed il Consiglio Regionale. Ha il compito di promuovere indagini, iniziative e progetti volti a combattere e prevenire tutte le forme di discriminazione delle donne rispetto al mondo maschile.
La Commissione, ricostituita con DPGR n. 88 del 26 luglio 2016 (link), vede Elena Traverso alla Presidenza, e Alessandro Giglio e Loredana Daniela Zanella quali Vice Presidenti.
I componenti rappresentano tutti i mondi della società politica e civile: associazioni di volontariato, sindacati, partiti politici, mondo del lavoro autonomo, associazioni di categoria, donne e uomini siedono allo stesso tavolo per creare un percorso congiunto che porti all’abbattimento delle barriere che, nella vita di tutti i i giorni, impediscono la piena realizzazione delle pari opportunità tra uomo e donna.
Allo scopo di elaborare il programma del prossimo anno si sono costituiti 5 gruppi di lavoro, che individueranno proposte in sinergia e condivisione con gli enti competenti della Regione.
- Gruppo sulla Violenza sulle Donne (coordinatrice Nicoletta Ferrari)
- Gruppo per l’integrazione femminile in Veneto (coordinatrice Samira Chabib)
- Gruppo per la conciliazione lavoro/vita femminile (coordinatrice Chiara Cattani)
- Gruppo invecchiamento attivo/ risorse tra generazioni (coordinatrice Serenella Mazzetti)
- Gruppo lavoro, autoimprenditorialità e libere professioni (coordinatrice Valentina Cremona)

I temi principali che saranno affrontati sono:
- Progetti in collaborazione con scuole e comuni del territorio per educare all’affettività e prevenire forme di discriminazione e violenza. Elaborazione di percorsi condivisi di lotta alla violenza
- Screening del territorio per verificare la presenza delle Commissioni Pari Opportunità nei comuni e coinvolgerle in percorsi condivisi che portino ad aumentare la partecipazione delle donne alla vita politica e sociale della nostra regione
- Rappresentanza di genere in Istituzioni pubbliche e private. Elaborazione di proposte, analisi dei dati e realizzazione di strumenti utili a districarsi nelle diverse normative
- Strumenti di conciliazione tra mondo del lavoro autonomo e dipendente e vita delle donne
- Educazione ad una società inclusiva.

Nei prossimi mesi – inoltre – verranno presentati, in vari convegni sul territorio, i risultati della ricerca “Città intelligenti in ottica di genere” (link), che era stata promossa dalla precedente commissione.
Infine, nel mese di Giugno partirà un Corso di comunicazione per neoelette, realizzato in collaborazione con l’Università degli studi di Padova.



Data ultimo aggiornamento: 17/02/2017