Interventi urgenti a sostegno dell'occupazione. Legge n. 236 del 19 luglio 1993. Politiche attive a favore di lavoratori coinvolti da processi di crisi aziendale - 2018

Con la deliberazione n. 1925 del 27 novembre 2017 è stato approvato e finanziato un bando per progetti di reimpiego a sostegno dell’occupazione di lavoratori coinvolti da situazioni di crisi aziendale. La Direttiva prevede l’apertura di un unico sportello, dal 1° al 15 dicembre 2017.
L’intervento intende favorire la ricollocazione di lavoratori occupati sospesi, percettori di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) per crisi aziendale, per procedure concorsuali/cessazione attività, per riconversione aziendale, ristrutturazione e riorganizzazione, di lavoratori occupati con contratti di solidarietà, sia infine di lavoratori coinvolti da procedure di licenziamento collettivo da parte di imprese in crisi.
L’intervento mira al reinserimento occupazionale dei lavoratori coinvolti da situazioni di crisi aziendale attraverso azioni integrate di politiche attive del lavoro, principalmente di orientamento, formazione, tirocinio e ricerca attiva di lavoro. Sono previste anche forme di incentivo all’assunzione per quelle imprese che si renderanno disponibili all’assunzione.
I progetti potranno prevedere interventi di reimpiego, che prevedano soluzioni lavorative sia di tipo subordinato che autonomo.

 

Documenti utili

DGR n. 1925 del 27 novembre 2017
DGR n. 1925 del 27 novembre 2017 - Allegato A - Avviso
DGR n. 1925 del 27 novembre 2017 - Allegato B - Direttiva

DDR n. 773 del 1 dicembre 2017 - Guida alla progettazione e modulistica relativa alla DGR n.1925 del 27/11/2017


DDR n.782 del 06/12/2017 - Nomina del Nucleo di valutazione progetti

 
DDR 817 del 19 dicembre 2017 - Approvazione risultanze istruttoria e assunzione impegno di spesa con istituzione del Fondo Pluriennale Vincolato.
DDR 817 del 19 dicembre 2017 - Allegato A - Progetti ammissibili
DDR 817 del 19 dicembre 2017 - Allegato B - Progetti finanziati
DDR 817 del 19 dicembre 2017 - Allegato C - Non finanziati 

DDR n.825 del 22 dicembre 2017 di approvazione della modulistica a supporto dell’adesione al finanziamento e della gestione delle attività progettuali promossi con DGR. n. 1925 del 27/11/2017 
DDR n.825 del 22 dicembre 2017 - Allegati


 

Domande frequenti

Domanda: In Direttiva è riportato che i moduli di adesione in partenariato devono essere firmati digitalmente dai rappresentanti legali ma nel modello della lettera di adesione in partenariato sono invece indicati il timbro e la firma autografa. Qual è la procedura corretta da seguire?
Risposta: I moduli di partenariato possono essere firmati digitalmente oppure firmati in originale. È possibile, in questa fase, seguire la procedura consolidata, con firma originale, scansionando le lettere ed incorporandole nel file pdf della domanda di ammissione, che riporta la firma digitale del capofila, oppure richiedere ai Partner la lettera con firma digitale, allegandola quindi nella PEC separatamente rispetto alla domanda. Entrambe le procedure sono possibili.

Domanda: Nella Guida alla progettazione si fa riferimento alle schede intervento per la formazione suddividendole rispetto alla durata (breve, media e lunga). Quali sono i parametri orari sottesi alla ripartizione?
Risposta: I parametri da considerare per la scelta della scheda formativa sono:
- IFBG Interventi formativi di breve durata di gruppo: 8-24 ore
- IFMG Interventi formativi di media durata di gruppo: 25-80 ore
- IFLG Interventi formativi di lunga durata di gruppo: 81-160 ore



Recapiti

Ufficio Programmazione e politiche attive del lavoro
Direzione Lavoro
E-mail: lavoro@regione.veneto.it
Tel. 041 279 5807

 



Data ultimo aggiornamento: 27 dicembre 2017