Formazione a qualifica per adulti 2016

Con la deliberazione n. 1048 del 29 giugno 2016 la Giunta Regionale ha approvato il bando per la realizzazione di percorsi formativi finalizzati all'ottenimento di una qualifica professionale.
I percorsi sono rivolti a persone adulte che non abbiano un titolo corrispondente almeno al terzo livello EQF ma abbiano iniziato il percorso di studio o siano in possesso di esperienza lavorativa affine alla qualifica che intendono raggiungere oppure siano in possesso di una qualifica corrispondente o un diploma la cui spendibilità risulti indebolita dalle mutate condizioni del mercato del lavoro.
 

Documenti

DGR n. 1048 del 29 giugno 2016
DGR n. 1048 del 29 giugno 2016 - Allegato A - Avviso
DGR n. 1048 del 29 giugno 2016 - Allegato B - Direttiva
 
Decreto del Direttore della Direzione Lavoro n. 1 del 7 luglio 2016 - Approvazione modulistica e Guida alla progettazione
Decreto del Direttore della Direzione Lavoro n. 1 del 7 luglio 2016 - Allegati 

Decreto del Direttore della Direzione Lavoro n. 69 del 29 agosto 2016 di nomina del nucleo di valutazione

DDR n. 94 del 07 settembre 2016 di approvazione delle risultanze istruttorie
DGR n. 1407 del 09 settembre 2016 di stanziamento aggiuntivo
DDR n. 104 del 13 settembre 2016 di scorrimento graduatoria
 
File riepilogativo dei progetti approvati.
 
Decreto n. 153 del 4 ottobre 2016 di estensione dell'utilizzo del Registro On Line

DGR n. 1890 del 22 novembre 2017 contenente chiarimenti  riguardanti la direttiva per la realizzazione di interventi di formazione a qualifica per adulti. 
 

Domande frequenti

1) E’ possibile inserire nei progetti di Formazione a qualifica per adulti un numero di utenti superiore a quello previsto da progetto?
Sì, è possibile inserire più utenti nei corsi di formazione per la qualifica incluse le relative azioni complementari, nel rispetto del numero massimo di allievi che è 20 (per ciascun percorso formativo).

2) Quali condizioni devono essere rispettate per inserire un numero di utenti superiore a quello previsto da progetto?
L’inserimento di ulteriori allievi rispetto al numero previsto da progetto deve avvenire prima dell’avvio dei percorsi formativi. È necessario inserire in materiali interni la richiesta di inserimento di ulteriori allievi rispetto al numero previsto da progetto specificandone nome e cognome e specificando la selezione alla quale hanno preso parte. Ai nuovi e ulteriori allievi dovrà essere garantita la possibilità di partecipare a tutte le attività, sia complementari sia formative, a budget invariato. I nuovi e ulteriori allievi dovranno essere registrati a gestionale sia per quel che riguarda le attività complementari sia per quel che riguarda gli interventi formativi.

3) Nel caso in cui si creassero dei risparmi a budget è possibile coprire con tali risparmi in tutto o in parte le spese sostenute per erogare le attività complementari e gli interventi formativi?
Sì, è possibile ma esclusivamente nella medesima voce del piano finanziario e solo se è stato rispettato il numero minimo di allievi in formazione (n.10) e allievi formati (n.7) nonché il raggiungimento di almeno il 75% del monte ore previsto da parte degli utenti formati. A titolo d’esempio, qualora avanzassero risorse relative alla UCS ora formazione /allievo (voce E 1.6 del piano finanziario) che è pari a 4,10 €, tale avanzo di risorse potrà essere utilizzato a copertura di ore di presenza in formazione degli allievi nuovi e ulteriori rispetto al numero di allievi previsto da progetto ma non potrà essere utilizzato a copertura della attività di Ricerca attiva del lavoro individuale (UCS ora attività individuali che è pari a 38€/ora, voce E1.4 del piano finanziario).


Recapiti

Ufficio Programmazione, valutazione ed europrogettazione
Sezione Lavoro
E-mail: lavoro@regione.veneto.it
Tel. 041 279 5002/5682



Data ultimo aggiornamento: 28 novembre 2017