Bando LIS 2019 per l’inserimento lavorativo temporaneo di soggetti svantaggiati negli Uffici giudiziari del Veneto

Il nuovo bando LIS 2019, incardinato nel POR FSE Asse II - Inclusione sociale, intende sostenere i cittadini maggiormente in difficoltà e a rischio di povertà attraverso la realizzazione di esperienze di lavoro presso gli Uffici giudiziari del Veneto correlate ad azioni di orientamento, formazione, accompagnamento e ricerca attiva di lavoro al fine di favorirne l’inclusione attiva.
Il bando, non competitivo, si propone un triplice obiettivo: assicurare un sostegno a persone particolarmente bisognose attraverso il lavoro; generare un intervento produttivo capace di mantenere attivi nel mercato del lavoro individui che attualmente ne sono esclusi, favorendone la rioccupazione; rinforzare i servizi pubblici degli Uffici giudiziari migliorandone così l’efficienza.
Per raggiungere gli obiettivi preposti il presente provvedimento mette a disposizione risorse per la copertura del costo del lavoro, una quota variabile per i servizi di politica attiva del lavoro e il riconoscimento di alcune spese per la gestione dell’intervento. Lo stanziamento complessivo è pari a Euro 1.050.000,00. Le risorse finanziare sono attribuite e ripartite per singolo Comune capoluogo di provincia Amministrazione comunale in considerazione del numero di Uffici giudiziari della specifica circoscrizione territoriale.
Le esperienze di lavoro consistono in contratti a tempo determinato della durata massima di 12 mesi, con un impegno orario settimanale minimo di 20 ore. Le politiche attive del lavoro (al massimo 66 ore per persona tra orientamento, formazione, accompagnamento e ricerca attiva di lavoro), rappresentano sia una forma di garanzia per l’efficace svolgimento dell’esperienza di lavoro, ma, soprattutto, anche una forma di volano per un futuro di migliore occupazione e dignità sociale.
Il coinvolgimento e la responsabilità, in prima persona, delle Amministrazioni comunali, chiamate ad operare insieme ad un partenariato coerente e attivo sul campo, garantisce e realizza il forte aggancio con le realtà territoriali e le situazioni di sviluppo ad esse correlate.
I progetti avranno la durata massima di 18 mesi.

 

Documenti utili

DGR n. 1583 del 29 ottobre 2019
DGR n. 1583 del 29 ottobre 2019 - Allegato A - Avviso
DGR n. 1583 del 29 ottobre 2019 - Allegato B - Direttiva 

DDR n. 1085 del 29 novembre 2019 - Approvazione Guida alla progettazione e modulistica

Allegati (Guida alla progettazione e modulistica)

DDR n. 1158 del 16 dicembre 2019 di riapertura dei termini per la presentazione dei progetti
 

DDR n. 18 del 15 gennaio 2020 di nomina del nucleo di valutazione dei progetti

 

DDR n. 26 del 20 gennaio 2020 di approvazione risultanze istruttoria progetti, assunzione impegno di spesa e accertamento

DDR n. 26 del 20 gennaio 2020 - Allegato A - Progetti ammissibili

DDR n. 26 del 20 gennaio 2020  - Allegato B - Progetti finanziati

DDR n. 128 del 13 febbraio 2020 di riapertura dei termini per la presentazione dei progetti (scadenza 16 marzo 2020 ore 13:00)

DDR n. 176 del 5 marzo 2020 di approvazione risultanze istruttoria progetti, assunzione impegno di spesa e accertamento

DDR n. 235 del 3 aprile 2020 di proroga al 5 giugno 2020  del terminie ultimo per l'avvio dei progetti finanziati con DDR n. 26 del 20 gennaio 2020 (Padova e Belluno)

DDR n. 258 del 17 aprile 2020 di approvazione risultanze istruttoria progetti, assunzione impegno di spesa e accertamento. 
 


Recapiti

Ufficio Programmazione e Politiche Attive del Lavoro
Direzione Lavoro
E-mail: programmazione.lavoro@regione.veneto.it
Tel. 041 279 5305 - 5343
Fax 041 279 5948 - 5237



Data ultimo aggiornamento: 17 aprile 2020