Navigazione Navigazione

Dettaglio contenuto Dettaglio contenuto

Emergenza Coronavirus, Anac sospende termini e adempimenti

20 marzo 2020

in relazione all’assolvimento dei diversi obblighi informativi in materia di contratti pubblici ed opere pubbliche, si porta l’attenzione sui comunicati dell’Autorità Nazionale AntiCorruzione e del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti concernenti proroghe o differimento dei termini a seguito dello stato di emergenza e disponibili ai seguenti link:

http://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/Comunicazione/News/_news?id=f43917720a77804274fb58015ce07020

https://www.serviziocontrattipubblici.it/SPInApp/it/press.page

In particolare, anche a maggior chiarimento, si specifica quanto segue:

PERFEZIONAMENTO CIG

Fino a nuove comunicazioni, il termine per perfezionare il CIG (Codice identificativo gara), ovvero il termine massimo intercorrente fra la richiesta ed il successivo perfezionamento per evitare la cancellazione automatica dello stesso, è portato da 90 a 150 giorni.

TRASMISSIONE DATI ALL’OSSERVATORIO CONTRATTI PUBBLICI DI ANAC

Fino a nuove comunicazioni, i termini fissati per la trasmissione dei dati all’Osservatorio dei contratti pubblici di ANAC sono incrementati di 60 giorni. Fra questi dunque quelli di trasmissione delle schede per il monitoraggio dei Contratti Pubblici, sono portati a 90 giorni per la scheda di aggiudicazione e di modifica contrattuale (ex variante) ed a 120 gg per le ulteriori schede.

ANAGRAFE OPERE INCOMPIUTE

Il termine del 31 marzo di cui al DM 42/2013 per la trasmissione dell’elenco delle Opere incompiute è prorogato al 23 maggio 2020, salvo ulteriori comunicazioni a seguito di eventuali nuove disposizioni connesse allo stato emergenziale.

PROGRAMMAZIONE LAVORI PUBBLICI E FORNITURE E SERVIZI

Sottolineato che già l’art.107 del DL 18/2020, nel recare disposizioni in merito al differimento di termini amministrativo-contabili, prevede lo slittamento del termine di approvazione del bilancio e comporta quindi automaticamente lo slittamento del termine di 90 giorni per l’approvazione e pubblicazione dei programmi in oggetto, nel caso l’amministrazione abbia già approvato il bilancio, prima o dopo la data del 23 febbraio 2020 ma comunque successivamente a quella che le consente di trovarsi all’interno della finestra temporale per l’approvazione e pubblicazione del/i programma/i,  ai fini del computo dei 90 giorni massimi consentiti dal DM 14/2018 non si tiene conto del periodo intercorrente dal 23 febbraio 2020 o dalla data successiva di approvazione del bilancio al 15 aprile 2020. Sempre salvo ulteriori sospensioni a seguito di eventuali nuove disposizioni connesse allo stato emergenziale.

Si anticipa inoltre che anche il Ministero dell’Economia e Finanze diramerà a breve, tramite mail a tutti i referenti DBAP, disposizioni in relazione al Monitoraggio Opere Pubbliche ex D.Lgs.229/2011.



Data ultimo aggiornamento: 30 marzo 2020