Navigazione Navigazione

Dettaglio contenuto Dettaglio contenuto

Aumento prezzi materiali da costruzione

03 dicembre 2021

Per fronteggiare l’eccezionale aumento dei prezzi di alcuni materiali da costruzione, l’art. 1-septies del decreto legge 25 maggio 2021, n. 73 (c.d. “Decreto Sostegni bis”), - convertito con modificazioni con legge 23 luglio 2021, n. 106, pubblicata nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 176 del 24 luglio 2021- ha introdotto una disciplina compensativa eccezionale applicabile ai lavori pubblici eseguiti e contabilizzati tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2021 riguardante i prezzi dei materiali da costruzione le cui variazioni percentuali, in aumento o in diminuzione, superino l’8 percento.

Ciascuna stazione appaltante dovrà provvedere alle compensazioni prima di tutto con risorse proprie, attingendo ai seguenti fondi:

  • il 50% delle somme appositamente accantonate per imprevisti nel quadro economico di ogni intervento, fatte salve le somme relative agli impegni contrattuali già assunti, nonché eventuali ulteriori somme a disposizione per lo stesso intervento;
  • ribassi d’asta, qualora non ne sia prevista una diversa utilizzazione sulla base delle norme vigenti;
  • somme disponibili relative ad altri interventi ultimati per i quali siano stati eseguiti i collaudi ed emanati i certificati di regolare esecuzione, nei limiti della residua spesa autorizzata disponibile alla data di entrata in vigore della legge.

In caso di insufficienza di tali risorse, le stazioni appaltanti potranno presentare richiesta di accesso al fondo per l’adeguamento dei prezzi, istituito dal predetto art. 1-setpties del DL 73/2021 presso il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile (MIMS) con una dotazione di 100 milioni per l’anno 2021.


Con decreto del MIMS del 30 settembre 2021 (pubblicato Nella Gazzetta Ufficiale n.258 del 28 Ottobre 2021) sono state quindi definite le modalità di utilizzo del suddetto fondo e la ripartizione per categoria di impresa. 


Con Decreto del MIMS dell’11 novembre 2021, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale  n. 279 del 23 novembre 2021, è stata approvata la rilevazione delle variazioni percentuali, in aumento o in diminuzione, superiori all'8 per cento, verificatesi nel primo semestre dell'anno 2021, dei singoli prezzi dei materiali da costruzione piu' significativi.


Infine, per assicurare uniformità ed omogeneità di comportamenti il MIMS ha elaborato una circolare con la quale ha definito le modalità operative per l’applicazione dell’istituto della compensazione consultabile al seguente link https://www.mit.gov.it/nfsmitgov/files/media/notizia/2021-11/CIRCOLARE_compensazione_prezzi.pdf

Per le scadenze fare riferimento:

  • comma 4 dell’art. 1-septies del DL 73/2021 (presentazione istanza di compensazione in aumento da parte dell’appaltatore e accertamento d’ufficio da parte del RUP di eventuali riduzioni)
  • art. 2 comma 2 del DM 30 settembre 2021 (invio al MIMS da parte della Stazione appaltante della richiesta di accesso al fondo)


Data ultimo aggiornamento: 06 dicembre 2021