FORTE COSENZ: AL VIA LA RIQUALIFICAZIONE DEL BOSCO, VICEPRESIDENTE FORCOLIN, “UN POLMONE VERDE PER MESTRE”

Comunicato stampa N° 1175 del 10/08/2018
 (AVN) – Venezia,  10 agosto 2018

A seguito della recente acquisizione gratuita dal Demanio dello Stato del compendio immobiliare denominato ‘Forte Cosenz’, in località Dese Favaro Veneto (VE), la Regione del Veneto ha approvato il programma di riqualificazione del bene che prevede  investimenti per oltre 700mila euro.

Concluse le procedure l’aggiudicazione del primo lotto di interventi,  a partire dal prossimo mese di settembre avranno inizio, con la supervisione della Soprintendenza,  i lavori  di valorizzazione e miglioramento ambientale dell’area verde: si tratta di un intervento di circa 50 mila euro che interesserà la  porzione sinora inutilizzata e non affidata in concessione all’Organismo culturale ricreativo assistenza dipendenti regionali (Ocrad).

Contemporaneamente, da settembre verrà aperto all’intera cittadinanza il punto di ristorazione e la relativa area a verde circostante, già in precedenza  utilizzato dall’Ocrad e destinato esclusivamente ai dipendenti regionali.

E’ l’inizio di un percorso che consentirà di far diventare Forte Cosenz un vero e proprio polo “regionale”, aperto ad attività culturali, sportive, ricreative e per il tempo libero, rivolto a Venezia e al Veneto, nonché un punto di riferimento per eventuali attività logistiche della Protezione Civile nei casi di emergenza.

“Con questo intervento la Regione – sottolinea il vicepresidente Gianluca Forcolin, che ha la delega anche al patrimonio – contribuisce a conservare  e rendere fruibile per i cittadini non solo un bene immobile, di valore storico e culturale, ma consente la valorizzazione e l’utilizzo anche del bosco, che rappresenta uno dei pochi ‘polmoni verdi’ di Venezia”. 



Data ultimo aggiornamento: 10/08/2018

demanio e patrimonio gianluca forcolin
Archivio Comunicati
Notizia n. 1574 del 17/10/2018

PIAZZA PRESIDENTE ENPAIA, CONGRATULAZIONI DI ZAIA

17/ott/2018 |

Notizia n. 1573 del 17/10/2018

OCCUPAZIONE: IN VENETO ASSEGNO PER IL LAVORO A 9 MILA DISOCCUPATI, IN 3700 HANNO GIÀ TROVATO UN IMPIEGO - ASSESSORE DONAZZAN, “BUON STRUMENTO DI RICOLLOCAZIONE E NON DI ASSISTENZIALISMO”

17/ott/2018 | OCCUPAZIONE: IN VENETO ASSEGNO PER IL LAVORO A 9 MILA DISOCCUPATI, IN 3700 HANNO GIÀ TROVATO UN IMPIEGO - ASSESSORE DONAZZAN, “BUON STRUMENTO DI RICOLLOCAZIONE E NON DI ASSISTENZIALISMO”

Notizia n. 1572 del 17/10/2018

INSULTI A DONAZZAN PER ADESIONE A CAMPAGNA CONTRO UTERO IN AFFITTO. LA SOLIDARIETA’ DI ZAIA, “UN MONDO CIVILE RISPETTA SEMPRE LE IDEE”

17/ott/2018 | INSULTI A DONAZZAN PER ADESIONE A CAMPAGNA CONTRO UTERO IN AFFITTO. LA SOLIDARIETA’ DI ZAIA, “UN MONDO CIVILE RISPETTA SEMPRE LE IDEE”

Notizia n. 1571 del 17/10/2018

SANITA’. COLETTO, “RIDIMENSIONAMENTI AD ADRIA E IN POLESINE? FALSITA’. CORAZZARI, “CONFRONTO SI’, MA NON E’ GIUSTO ACCENDERE PAURE”.

17/ott/2018 | SANITA’. COLETTO, “RIDIMENSIONAMENTI AD ADRIA E IN POLESINE? FALSITA’. CORAZZARI, “CONFRONTO SI’, MA NON E’ GIUSTO ACCENDERE PAURE”.

Notizia n. 1570 del 17/10/2018

AREA MARINA PROTETTA NELL’ALTO ADRIATICO, CORAZZARI: “NESSUNO PENSI DI POTER DISTRUGGERE L’ECONOMIA DELLA PESCA”

17/ott/2018 | È perentoria la risposta dell’assessore al territorio della Regione del Veneto, Cristiano Corazzari, alla paventata ipotesi di istituzione di una vasta area marina protetta SIC - ZPS (Sito di Importanza Comunitaria e Zona a Protezione Speciale), lungo le coste di Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia per la tutela delle specie tursiope e tartaruga marina.