vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 89 del 23/01/2019

AFFIDAMENTO LAVORI DELL’INVASO SUL TORRENTE OROLO NEL VICENTINO. BOTTACIN: “ALTRO IMPORTANTISSIMO INTERVENTO DI DIFESA IDRAULICA DEL VALORE DI 11 MILIONI DI EURO”

23/gen/2019 | AFFIDAMENTO LAVORI DELL’INVASO SUL TORRENTE OROLO NEL VICENTINO. BOTTACIN: “ALTRO IMPORTANTISSIMO INTERVENTO DI DIFESA IDRAULICA DEL VALORE DI 11 MILIONI DI EURO”

Notizia n. 87 del 22/01/2019

ALLOGGI IN LOCAZIONE TURISTICA. CANER: “IL DISEGNO DI LEGGE CHE DISCIPLINA IL SETTORE STA CONTINUANDO IL SUO ITER: LA REGIONE VUOLE IL ‘CODICE IDENTIFICATIVO’ E LO ISTITUIRÀ”

22/gen/2019 | L’assessore al turismo della Regione del Veneto, Federico Caner, risponde così a Monica Soranzo, presidente di Padova Hotels Federalberghi Ascom e a Patrizio Bertin, presidente dell’Ascom patavina, che polemizzano per il troppo tempo trascorso tra il via libera della Giunta al disegno di legge sulle locazioni turistiche e la definitiva approvazione dello stesso da parte del Consiglio regionale.

Notizia n. 88 del 22/01/2019

CONTRIBUTI ALLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA: GIOVEDÌ 24 GENNAIO LA REGIONE VENETO E L’ISTITUTO LUCE CINECITTÀ PRESENTANO A ROMA IL BANDO POR FESR

22/gen/2019 | Giovedì 24 gennaio 2019, alle ore 12:00, a Roma, nella Sala Fellini di Cinecittà-Luce (Via Tuscolana, 1055), in un incontro con gli operatori del settore cinematografico e audiovisivo, promosso dalla Regione del Veneto in collaborazione con l’Istituto Luce Cinecittà, l’assessore regionale alla cultura, Cristiano Corazzari e il presidente dell’Istituto, Roberto Cicutto, presenteranno i contenuti e le modalità di partecipazione e i criteri di valutazione previsti dal bando Por Fesr 2014-2020, che prevede la concessione di contributi a favore della produzione cinematografica.

Notizia n. 86 del 22/01/2019

VENETI NEL MONDO: CONSIGLIO APPROVA PIANO TRIENNALE - ASSESSORE LANZARIN, “INVESTIMENTO CULTURALE PER MANTENERE VIVI I LEGAMI E FAVORIRE CIRCOLARITÀ CERVELLI ED ESPERIENZE”

22/gen/2019 | VENETI NEL MONDO: CONSIGLIO APPROVA PIANO TRIENNALE - ASSESSORE LANZARIN, “INVESTIMENTO CULTURALE PER MANTENERE VIVI I LEGAMI E FAVORIRE CIRCOLARITÀ CERVELLI ED ESPERIENZE”

Notizia n. 84 del 22/01/2019

PRESIDENTE ZAIA: “IL FAVORE CON CUI IL CIO HA ACCOLTO IL DOSSIER OLIMPICO PER MILANO-CORTINA 2026 È LA CONFERMA DELLA SERIETÀ E CONCRETEZZA DEL NOSTRO PROGETTO”

22/gen/2019 | Lo afferma il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, in riferimento a quanto comunicato dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, sull’ottima accoglienza ricevuta a Losanna dal dossier lombardo-veneto per la candidatura ai Giochi olimpici invernali del 2026.

CENTRALINA SUL MAÈ. L’ASSESSORE REGIONALE ALLA DIFESA DEL SUOLO REPLICA AL PD: “IMBARAZZANTE LA CONFUSIONE IN MATERIA LEGISLATIVA”

Comunicato stampa N° 657 del 18/05/2018
 (AVN) – Venezia, 18 maggio 2018
 
“O sono in malafede o è davvero imbarazzante la confusione che i due consiglieri regionali hanno in testa su una materia così delicata, tanto da dimostrare di non conoscere nemmeno le normative che in parte sono chiamati a scrivere”. È la replica a muso duro dell’assessore all’ambiente e alla difesa del suolo alle accuse mosse alla Giunta regionale dai consiglieri Zanoni e Zottis circa le autorizzazioni relative a una centralina sul Maè in Val di Zoldo (Belluno).
 
“Partiamo innanzitutto da un fatto più che oggettivo: la Giunta non entra nel merito delle valutazioni sulle centraline – puntualizza l’assessore - in quanto nessun provvedimento che riguarda le centraline passa attraverso l’organo esecutivo regionale. E’ stupefacente che i due non lo sappiano, visto che hanno votato la Legge regionale 4/2016 relativa alla VIA. Le valutazioni ambientali vengono infatti espresse da un organismo tecnico, il Comitato tecnico regionale per la VIA, su cui la Giunta non può e non vuole entrare perché differentemente commetterebbe un illecito. Non voglio nemmeno pensare che Zanoni e Zottis ci stiano istigando in tal senso".
 
“Va inoltre detto, per quanto riguarda il territorio bellunese – specifica ulteriormente l’assessore – che, in applicazione alla Legge sulla specificità, già nel marzo 2016 sono state conferite alla Provincia di Belluno le funzioni in materia di rilascio dell'autorizzazione unica alla costruzione e all'esercizio di impianti idroelettrici, altra norma che ad oltre due anni dalla sua esecutività i due consiglieri, ahinoi, dimostrano di non conoscere”.
 
“Assurde sotto ogni punto di vista sono quindi le accuse che ci vengono mosse – conclude – anche perché le normative ambientali in materia di idroelettrico messe in campo dalla Regione del Veneto sono le più restrittive d'Italia. Inoltre va pure detto che nemmeno applicare in maniera retroattiva le nuove norme sarebbe possibile tanto che il Friuli, che pure ci aveva provato, ha visto la sua norma impugnata dal governo peraltro guidato dallo stesso partito, il Pd, a cui - a questo punto mi vien da dire a loro insaputa - appartengono anche Zanoni e Zottis”.
 


Data ultimo aggiornamento: 18/05/2018

difesa del suolo gianpaolo bottacin ambiente