PFAS. GOVERNO DICHIARA LO STATO DI EMERGENZA. ZAIA, “IL TEMPO E' GALANTUOMO, MA SI SONO PERSI MESI”

Comunicato stampa N° 340 del 21/03/2018
 (AVN) – Venezia, 21 marzo 2018

 

“Dico che il tempo è galantuomo. Ricordo che quando ho fatto la richiesta dello stato di emergenza per i PFAS a settembre dello scorso anno sono stato attaccato da mezzo mondo, dicendo che erano pure fantasie quelle di pensare ad un commissario e che il governo non l’avrebbe mai concesso. Vedo invece che ora la proposta che ho fatto è stata accolta, anche se ai tempi supplementari, da un governo che in pratica non esiste più. Peccato, perché così si sono persi un sacco di mesi”.

 

A dirlo è il presidente della Regione Luca Zaia, commentando la dichiarazione dello stato di emergenza per i PFAS in Veneto da parte del Consiglio dei Ministri con la contestuale nomina di un commissario.

 

“La notizia che il governo ha deliberato lo stato di emergenza – aggiunge il presidente - è comunque un passo importantissimo per mettere la parola fine in tempi brevi a una tematica tanto delicata. Viene premiata la nostra lungimiranza nell’aver affrontato con assoluto rigore un problema sul quale il Veneto sta facendo scuola anche ad altre esperienze simili: siamo stati infatti i primi a porre dei limiti, quando ancora lo Stato non si era mosso, ponendo quelli più restrittivi al mondo per le acque potabili; abbiamo approfondito e intensificato le indagini anche epidemiologiche in materia per garantire la salute dei cittadini; stiamo sviluppando un nuovo sistema acquedottistico all’avanguardia”.

 

“Ora l’obiettivo – conclude Zaia - è fare bene e fare in fretta, attraverso una struttura commissariale che ci permetterà di snellire le procedure e quindi anche realizzare velocemente il nuovo acquedotto. Conto che, nel giro di un anno, noteremo già i primi benefici e in due o tre potremmo arrivare al completamento dell’opera, cosa che in condizioni normali implicherebbe un tempo almeno doppio”. 



Data ultimo aggiornamento: 21/03/2018

luca zaia pfas
Archivio Comunicati
Notizia n. 506 del 19/04/2018

PFAS: LA REGIONE ATTIVA CON LE PROCURE GIA’ DAL 2013, IL 22 MARZO 2017 SI È COSTITUITA PARTE OFFESA AVANZANDO PER LA PROCURA DI VICENZA IPOTESI CRIMINOSE QUALE QUELLA DI DISASTRO AMBIENTALE

19/apr/2018 | notizie di stampa sull’inchiesta per inquinamento da sostanze perfluoro-alchiliche (Pfas) condotta dalla Procura della Repubblica di Vicenza, l’ufficio stampa della Giunta regionale

Notizia n. 502 del 19/04/2018

SICUREZZA: APPROVATO BANDO PER CONTRIBUTI AGLI ENTI LOCALI

19/apr/2018 | La Giunta veneta, su proposta dell’assessore alla sicurezza Cristiano Corazzari, ha approvato la proposta relativa ai criteri del bando per l’accesso ai contributi destinati agli enti locali per la sicurezza urbana: progetti di adeguamento tecnologico, organizzativo e logistico delle polizie locali, finalizzati al potenziamento delle funzionalità e all’interoperabilità degli apparati di sicurezza (sistemi di controllo visivo, di telesorveglianza e servizi informatici) e per valorizzare l’aggregazione strutturale e funzionale della polizia locale.

Notizia n. 504 del 19/04/2018

FONDI STATALI A COMUNI SPRECONI E NIENTE AL NORDEST. ZAIA, “VA BENE IL FIGLIOL PRODIGO, MA QUI SI PREMIA SEMPRE E SOLO IL CATTIVO. MI APPELLO AL PARLAMENTO PERCHE’ INTERVENGA CON URGENZA”.

19/apr/2018 | FONDI STATALI A COMUNI SPRECONI E NIENTE AL NORDEST. ZAIA, “VA BENE IL FIGLIOL PRODIGO, MA QUI SI PREMIA SEMPRE E SOLO IL CATTIVO. MI APPELLO AL PARLAMENTO PERCHE’ INTERVENGA CON URGENZA”.