vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 1805 del 15/11/2018

NUMERO VERDE ANTISUICIDI: IN 6 ANNI 5126 CHIAMATE E 735 PERSONE SEGUITE NEL TERRITORIO – ASSESSORE LANZARIN, “SERVIZIO DI ASCOLTO PERMANENTE CREA UNA RETE VIRTUOSA DI COMUNITÀ”

15/nov/2018 | NUMERO VERDE ANTISUICIDI: IN 6 ANNI 5126 CHIAMATE E 735 PERSONE SEGUITE NEL TERRITORIO – ASSESSORE LANZARIN, “SERVIZIO DI ASCOLTO PERMANENTE CREA UNA RETE VIRTUOSA DI COMUNITÀ”

Notizia n. 1804 del 15/11/2018

LUDOPATIA: ASSESSORE LANZARIN SABATO 17 A BELLUNO, “IL VERO GIOCO NON È MAI AZZARDO”

15/nov/2018 | LUDOPATIA: ASSESSORE LANZARIN SABATO 17 A BELLUNO, “IL VERO GIOCO NON È MAI AZZARDO”

Notizia n. 1308 del 14/11/2018

PEDEMONTANA VENETA. POSSONO RIPRENDERE I LAVORI SULLA GALLERIA DI MALO

14/nov/2018 | PEDEMONTANA VENETA. POSSONO RIPRENDERE I LAVORI SULLA GALLERIA DI MALO

Notizia n. 1802 del 14/11/2018

PASTA ZARA: ASSESSORE DONAZZAN, “BENE ACCORDO PER RILANCIO GRAZIE A SENSO DI RESPONSABILITÀ DELLE PARTI – IL RUOLO DISCRETO E ATTIVO DELLA REGIONE VENETO”

14/nov/2018 | PASTA ZARA: ASSESSORE DONAZZAN, “BENE ACCORDO PER RILANCIO GRAZIE A SENSO DI RESPONSABILITÀ DELLE PARTI – IL RUOLO DISCRETO E ATTIVO DELLA REGIONE VENETO”

Notizia n. 1801 del 14/11/2018

PROTEZIONE CIVILE: NUOVO BOLLETTINO, PERSISTE RISCHIO FRANE, ANCORA ALLERTA ROSSA SU FRANE DEL TESSINA E BUSA DEL CRISTO

14/nov/2018 | PROTEZIONE CIVILE: NUOVO BOLLETTINO, PERSISTE RISCHIO FRANE, ANCORA ALLERTA ROSSA SU FRANE DEL TESSINA E BUSA DEL CRISTO

TRE BANDI REGIONALI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ AMBIENTALE, AI COMUNI E AI PRIVATI. ASSESSORE ALL’AMBIENTE: “INIZIATIVE DI RISANAMENTO DEI LUOGHI E DELL’ARIA”

Comunicato stampa N° 1158 del 22/08/2017
 (AVN) Venezia, 22 agosto 2017 
 
Su proposta dell’assessore all’ambiente, oggi la Giunta regionale ha approvato tre bandi finalizzati alla tutela dell’ambiente, mettendo complessivamente a disposizione 1 milione e 300 mila euro.
 
“Si tratta – afferma l’assessore – di due iniziative dedicate ai Comuni, con cui puntiamo al miglioramento della qualità ambientale in tema di rifiuti e una riservata ai privati, finalizzata a contrastare l’inquinamento atmosferico derivante dal traffico dei veicoli”.
 
“Con il primo bando – spiega l’assessore – stanziamo 500 mila euro a sostegno di interventi di adeguamento di centri comunali di raccolta e implementazione delle dotazioni strumentali all’ottimale attuazione della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani”.
Gli interventi dovranno prevedere una spesa minima di 20 mila euro; il contributo regionale sarà nella misura del 50% e non potrà in ogni caso superare l’importo di 80 mila euro per intervento e per struttura richiedente.
 
“Con il secondo bando – continua l’assessore – prevediamo invece l’assegnazione di finanziamenti, per un totale di 300 mila euro, per l’esecuzione di indagini ambientali su siti utilizzati per lo smaltimento di rifiuti solidi urbani a favore dei Comuni che siano chiamati a verificare la sussistenza di criticità ambientali derivanti dalla gestione delle discariche esistenti sul territorio di competenza o nel caso siano formalmente tenuti a intervenire in via sostitutiva e in danno del soggetto gestore inadempiente di provvedimenti ordinatori eventualmente assunti o qualora tale soggetto non sia più individuabile”.
 
Il terzo bando, infine, prevede la concessione di contributi direttamente ai cittadini per la rottamazione di veicoli inquinanti e la loro sostituzione con veicoli a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione. In questo caso lo stanziamento è di 500 mila euro e potranno beneficiarne i privati che acquisteranno autoveicoli in linea con gli standard europei: 2.000 euro per autoveicoli bifuel (benzina/GPL o benzina/metano), 3.500 euro per autoveicoli ibridi (benzina/elettrica) e 3.500 euro per autoveicoli elettrici.
“Nella predisposizione di quest’ultimo bando – conclude l’assessore – abbiamo voluto inserire anche delle differenziazioni sul reddito familiare, in modo estendere il più possibile l’opportunità di programmare il cambio dell’auto. Il mio auspicio, peraltro, è che tali somme possano essere ulteriormente rimpinguate con analoghi importi statali, come previsto dall’accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure di risanamento per il miglioramento della qualità dell’aria nel Bacino Padano, che abbiamo firmato alcuni mesi fa con il Ministero dell’ambiente”.


Data ultimo aggiornamento: 22/08/2017

gianpaolo bottacin ambiente