vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 1821 del 17/11/2018

CONDANNE PESANTI ALLA BANDA NIGERIANA CHE A VICENZA SCHIAVIZZAVA GIOVANI CONNAZIONALI. ASSESSORE LANZARIN: “GIUSTA PENA PER UN REATO BRUTALE E INUMANO”

17/nov/2018 | l’assessore alle politiche sociali della Regione del Veneto, Manuela Lanzarin, la condanna a 23 anni complessivi di carcere comminata dal Tribunale di Venezia ai componenti di un’organizzazione malavitosa nigeriana che aveva messo in piedi una rete di immigrazione clandestina di loro giovani connazionali, costringendole a prostituirsi a Vicenza

Notizia n. 1822 del 17/11/2018

METEO E PROTEZIONE CIVILE. CONTINUANO A ESSERE COSTANTEMENTE MONITORATE LE FRANE DEL TESSINA E DELLA BUSA DEL CRISTO NEL BELLUNESE

17/nov/2018 | Anche nelle giornate di oggi e domani, sabato 17 e domenica 18 novembre, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione del Veneto ha dichiarato lo stato di ordinaria criticità per rischio idrogeologico (allerta gialla) nei bacini idrografici Alto Piave e Piave Pedemontano, in provincia di Belluno.

Notizia n. 1819 del 17/11/2018

SANITA’. PREMIO AIOM A PIERFRANCO CONTE. LE CONGRATULAZIONI DI ZAIA, “MERITATISSIMO, E’ UNA COLONNA DELL’ECCELLENZA ONCOLOGICA VENETA”

17/nov/2018 | SANITA’. PREMIO AIOM A PIERFRANCO CONTE. LE CONGRATULAZIONI DI ZAIA, “MERITATISSIMO, E’ UNA COLONNA DELL’ECCELLENZA ONCOLOGICA VENETA”

Notizia n. 1818 del 17/11/2018

LUNEDI’ 19 NOVEMBRE ALLE 12.00 ZAIA A MESTRE INAUGURA NUOVA INTERSEZIONE TRA VIA PORTO CAVERGNAGO E VIA MARTIRI DELLA LIBERTA’

17/nov/2018 | LUNEDI’ 19 NOVEMBRE ALLE 12.00 ZAIA A MESTRE INAUGURA NUOVA INTERSEZIONE TRA VIA PORTO CAVERGNAGO E VIA MARTIRI DELLA LIBERTA’

Notizia n. 1814 del 16/11/2018

IL RISTORANTE “LE CALANDRE” DI RUBANO (PD) DELLA FAMIGLIA ALAJMO CONFERMA LE TRE STELLE MICHELIN: I COMPLIMENTI DEL PRESIDENTE ZAIA

16/nov/2018 | il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, saluta l’ennesima conquista delle tre stelle nella nuova edizione della Guida Michelin Italia da parte del ristorante “Le Calandre” dello chef Massimiliano Alajmo, unico veneto dei dieci “tristellati” del 2019.

INTESA TRA REGIONE, PROVINCE E CITTÀ METROPOLITANA PER RIORDINO FUNZIONI NON FONDAMENTALI

Comunicato stampa N° 1670 del 06/12/2016
(AVN) – Venezia, 6 dicembre 2016

L’Osservatorio regionale per l’attuazione della legge statale n. 56/2014 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni), riunitosi nella sede della giunta veneta, ha approvato un documento condiviso per il riordino delle funzioni non fondamentali delle Province e della Città metropolitana di Venezia.

“Si tratta di un passaggio di grande rilievo – sottolinea il vicepresidente della Regione Gianluca Forcolin, che presiede questo organismo - e rappresenta il frutto del lavoro svolto in sinergia tra le strutture tecniche regionali e quelle provinciali, nel pieno clima di collaborazione tra la Regione e le istituzioni locali, già avviato con la stipula dell’Accordo quadro sottoscritto il 26 settembre scorso contenente i principi guida per la riorganizzazione delle funzioni conferite alle Province e alla Città metropolitana di Venezia”.

“Il Veneto si pone quindi all’avanguardia a livello nazionale – aggiunge Forcolin - dando avvio, nella prospettiva strategica della piena valorizzazione delle autonomie locali, al complesso percorso di riordino delle funzioni conferite alle Province e della Città metropolitana di Venezia, che vede impegnata la Regione nella delicata fase di gestione della transizione verso la definizione di un nuovo assetto funzionale e organizzativo, da declinare in maniera concertata, nel perseguimento dell’obiettivo finale dell’efficientamento e dell’esigenza di garantire una migliore qualità dei servizi al cittadini”.

In particolare, tra i contenuti più significativi del documento condiviso, Forcolin evidenzia la proposta di confermare in capo alle Province e alla Città metropolitana di Venezia le funzioni già conferite in materia di pianificazione territoriale e di protezione civile, in ragione della riconosciuta adeguatezza del livello provinciale per un esercizio efficace di queste funzioni, oltre a quelle già conferite in materia di cultura, formazione professionale, cave e sport.

In parallelo è stata condivisa anche la scelta, compiuta con il Collegato alla legge di stabilità per il 2017, di riallocare in capo alla Regione le funzioni non fondamentali in materia di caccia e pesca, turismo, agriturismo, economia e sviluppo montano, energia, industria, artigianato e commercio, sociale, mercato del lavoro, difesa del suolo, lavori pubblici.

Particolare rilievo assume il riconoscimento dell’impegno della Regione ad avviare un approfondimento condiviso per affrontare le problematiche particolari relative alla tutela delle specificità territoriali della Città metropolitana di Venezia e della Provincia di Belluno. Per quanto concerne quest’ultima, in attesa di ulteriore approfondimento, resta la specifica previsione di mantenere in capo alla Provincia stessa le funzioni già attribuite dalla legge regionale n. 25/2014.

Nell’ambito della seduta, è stato, infine, acquisito il parere dell’Osservatorio sul disegno di legge di iniziativa della giunta regionale, che istituisce il “Servizio Regionale di Vigilanza” e ridisegna la gestione dell’attività di vigilanza, prevedendo il trasferimento in Regione delle funzioni di vigilanza connesse all’esercizio delle funzioni non fondamentali e del relativo personale.


Data ultimo aggiornamento: 06/12/2016

province città metropolitana gianluca forcolin enti locali