venezia fondazione giorgio cini

Fondazione 'Giorgio Cini" Istituto di Storia dell'Arte

Felice Carena, Bambina sulla porta, 1919, olio su tela, cm 155x94

VENEZIA

30124 Isola di San Giorgio Maggiore
tel. 041 2710230
fax 041 5205842
www.cini.it
arte@cini.it

Gino Severini, Natura morta, olio su tela, cm 93x74

Fin dall'inizio della sua attività, alla Fondazione – accanto a lasciti, eredità e destinazioni di beni materiali di varia natura, che ne hanno arricchito il patrimonio o ne hanno aiutato le iniziative – sono continuate ad affluire numerose e importanti donazioni di opere d'arte contemporanea da parte di artisti veneziani o che a Venezia hanno trascorso momenti significativi della loro vita e avevano goduto dell'amicizia di Vittorio Cini, frequentando la Fondazione e Palazzo Cini a San Vio, o di loro eredi che ne hanno realizzato la volontà. La Fondazione svolgendo sempre piů la funzione di luogo di raccolta, conservazione, studio e valorizzazione delle opere ricevute, ha fatto sě che molte opere donate personalmente allo stesso Cini, fossero a sua volta lasciate alla Fondazione dopo la sua scomparsa. Senza fare un elenco completo di donazioni e lasciti, ci si limita a dare notizia degli artisti e delle opere di arte contemporanea acquisite nel tempo, in parte già note al pubblico per essere state esposte in alcune mostre e pubblicate, in parte già studiate per prossime presentazioni.
Tra le piů interessanti presenze, si segnalano, l'olio di Gino Severini del 1917 dal titolo Il vaso blu, il dipinto di Achille Funi, rappresentante una Matrona, o la Testa di Ezra Pound scolpita da Henri Gaudier-Brzeska, come pure la marina di Virgilio Guidi raffigurante l'Isola di San Giorgio; di Felice Carena la Fondazione ha avuto in dono sessanta disegni e dodici oli, tra cui la grande Bambina sulla porta, L'angelo sveglia i pastori, e alcune Nature morte di tema marino e di suggestiva bellezza. Alla morte di Carlo Dalla Zorza, grazie ad un lascito familiare, sono giunti quarantasei paesaggi di ambiente euganeo, dove il pittore si ritirava a dipingere, dieci disegni e diciannove stampe. Ultima, ma non meno importante, č da segnalare la donazione Neri Pozza composta da circa cento disegni, quattrocento incisioni e una collezione di libri moderni di pregio con illustrazioni d'artista.

Bibliografia:
Segni del Novecento. La donazione Neri Pozza alla Fondazione Giorgio Cini. Disegni, libri illustrati, incisioni, a cura di G. Pavanello, Venezia, Marsilio, 2003; Archivi della pittura veneziana. Ettore Tito (1859-1941), a cura di A. Bettagno, Milano, Electa, 1998; Henry Moore. Sculture, disegni, incisioni, arazzi, a cura di A. Bettagno, Milano, Electa, 1995; Felice Carena, catalogo della mostra, Venezia, Fondazione Giorgio Cini, 1979; Carlo Della Zorza, catalogo della mostra, Venezia, Fondazione Giorgio Cini, 1981.

Scheda di analisi:

  • Proprietà Privata
  • Tipologia museo Altra tipologia
  • Categoria espositiva prevalente Beni storico-artistici
  • Tipologia della collezione Raccolta
  • Modalità provenienza opere Donazione
  • Tipologia e quantità delle opere Disegni 520, Incisioni 487, Dipinti 65, Sculture 11
  • Inventariazione
  • Catalogazione In corso
  • Opere non esposte al pubblico Disegni 100%, Incisioni 100%, Dipinti 100%, Sculture 20%
  • Motivi mancata esposizione Le opere grafiche, presso la Fondazione, sono visibili su appuntamento
  • Catalogo scientifico No
  • Guida breve No
  • Altri materiali illustrativi
  • Visite guidate No
  • Aperture speciali No
  • Attività didattica No
  • Aggiornamento insegnanti No
  • Accessibilità per studio
  • Mostre con materiale interno
  • Mostre con materiale esterno



Data ultimo aggiornamento: 22/01/2013

Siti tematici
Contenuto Html

 



Data ultimo aggiornamento: 14/12/2012