Percorsi Percorsi

Siti tematici Siti tematici

Contenuto Html Contenuto Html

 



Data ultimo aggiornamento: 14 dicembre 2012

Modello link 1 Modello link 1

Dettaglio contenuto Dettaglio contenuto

Archivio della veneranda arca di Sant'Antonio

Indirizzo: Piazza del Santo, 11 – 35123 Padova
Telefono: 351 5022664
Apertura: previo appuntamento in orario regolamentato
Responsabile: Giovanna Baldissin Molli, presidente della Veneranda Arca di S. Antonio
Consulente scientifico: Giorgetta Bonfiglio-Dosio
Referente per l’archivio: Chiara Dal Porto
 
Sede: l’archivio si trova all’interno del complesso conventuale della Basilica di Sant’Antonio, e occupa attualmente più locali vicini ma non contigui.

Nota storica: La Veneranda Arca nacque come istituzione in maniera informale già nel XIII secolo, per amministrare il cospicuo flusso di donazioni dei fedeli e delle autorità cittadine destinate alla costruzione della basilica dedicata a sant’Antonio, successiva alla sua canonizzazione, e per gestire i lavori. Le regole di funzionamento e l’organizzazione interna trovarono una definizione negli Statuti del 1396.
Per le caratteristiche della sua fondazione, l’Arca del Santo si connota come fabbriceria di una chiesa che si può a buon titolo definire civica, in quanto espressione della religiosità della cittadinanza.
La Presidenza dall’Arca era composta da quattro membri laici, eletti dal podestà cittadino tra cives padovani di provata rettitudine e capacità, e da due membri religiosi; i massari duravano in carica un anno ed erano designati ciascun anno nell’ottava delle festività del Santo, a giugno. I provvedimenti napoleonici non colpirono l’Arca del Santo, in quanto fabbriceria laica. L’istituto della Veneranda Arca non solo sopravvisse all’ondata delle riforme rivoluzionarie e napoleoniche ma assunse, in base alla nuova legislazione, anche la responsabilità della gestione delle funzioni amministrative di governo della basilica precedentemente attribuite all’Ordine. Grazie a questo riconoscimento, l’Arca riuscì con la sua opera a salvare dalla confisca importanti beni della basilica come i reliquiari della Cappella del tesoro, la Biblioteca Antoniana e l'Archivio.
La Veneranda Arca, tuttora attiva e operante, è regolata dallo statuto approvato con Regio Decreto dell’11 marzo 1935 e dal Regolamento del 1932, che ne stabilisce i compiti. Attualmente l’ufficio di presidenza è composto da 7 membri di cui 5 laici, nominati dal Comune di Padova, e 2 rappresentanti ecclesiastici: il rettore della basilica, membro di diritto, e un delegato pontificio nominato dalla Segreteria di Stato della Santa Sede. 
 
Patrimonio: L’Archivio, dichiarato di interesse storico particolarmente importante dalla competente Soprintendenza, documenta ben 600 anni di storia del complesso basilicale e della devozione antoniana della città di Padova e del suo territorio, dal XIV secolo fino ai giorni nostri. 
L’archivio costituito da 64 serie, che comprendono documenti amministrativi e contabili relativi ai beni mobili e immobili dell’Arca e alla gestione delle proprietà, della Cappella musicale, del complesso edilizio, della Biblioteca, ma anche cartografia e materiali preparatori dell’apparato decorativo della basilica. Risultano inoltre sei archivi aggregati, databili 1466 e prima metà del XX secolo: Convento del Santo di Padova (1466-1748); Convento di San Francesco di Este (1623-1805); Opera pane dei poveri (1898-1967); Carte Vincenzo e Giuseppe Grasselli (1815-1908); Carte Roberto Cessi (seconda metà sec. XIX - prima metà sec. XX); Documenti diversi (1823-1912).
La documentazione storica dell’archivio è formata da ca. 215 metri lineari di materiali cartacei, mentre gli archivi aggregati ne contano altri cinque. Alla documentazione cartacea sono strettamente collegati numerosi manufatti costituiti da modellini e bozzetti di opere d’arte.

Strumenti di consultazione: Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio. Inventario, a cura di Giorgetta Bonfiglio-Dosio e Giulia Foladore, Padova 2017, 3 voll. L’inventario in formato digitale è disponibile anche nel sito web dell'Archivio dell’Arca di Sant’Antonio. 

Bibliografia:
Roberto Cessi, Archivio antico della Veneranda Arca di Sant’Antonio, s.n.t.
Marta Bacchin, La Veneranda Arca del Santo di Padova dal 1866 al 1929, tesi di laurea, Università degli studi di Padova- Facoltà di Giurisprudenza, aa. 2000-2001, rel. Sandro Gherro.
Federica Morello, L’Arca del Santo, Mestrino, Athena, 2006.
Cultura, arte e committenza al Santo nel Quattrocento. Atti del Convegno (Padova, 25-26 set.  2009), a cura di L. Bertazzo e G. Baldissin Molli, Padova, Centro Studi Antoniano, 2010.
Giulia Foladore, La Basilica del Santo e la Veneranda Arca di Sant’Antonio nei documenti d’archivio: primi appunti, “Il Santo”, 52 (2012), pp. 489-497.
 
Per una bibliografia completa sull’Arca di Sant’Antonio e il suo archivio vedi Archivio della Veneranda Arca di S. Antonio. Inventario, pp. 117-125.
 

 



Data ultimo aggiornamento: 08 novembre 2019