Percorsi Percorsi

Siti tematici Siti tematici

Contenuto Html Contenuto Html

 



Data ultimo aggiornamento: 14 dicembre 2012

Modello link 1 Modello link 1

Dettaglio contenuto Dettaglio contenuto

Ceneselli:
Chiesa Arcipretale dell'Annunciazione di Maria Santissima



Della Pieve S. Mariae de Cinisello si sa che faceva parte dei possedimenti riconosciuti alla chiesa ferrarese (Privilegium pro Ecclesia Ferrariensi) da Papa Celestino II (1144) e riconfermati nel 1192.
Notizie della chiesa e alcune descrizioni del paese le troviamo riportate nelle relazioni delle visite pastorali del Beato Giovanni Tavelli da Tossignano (1434) e di mons. Francesco Dal Legname (1449), mentre nel 1591 il vescovo Giovanni Maria Fontana è testimone di una chiesa ricostruita di recente, a tre navate, con quattro altari e battistero, il campanile presso la porta maggiore e intorno il cimitero.
Ma è iniziativa di don Giobatta Finati, già artefice della chiesa di Calto, l'incarico all'architetto ferrarese Vincenzo Santini (di cui si conservano in una Raccolta di disegni della Biblioteca del Seminario di Ferrara i tre preparatori: facciata, spaccato e pianta) per il progetto di una nuova chiesa a Ceneselli, l'edificazione della quale inizia nel 1712.
La chiesa presenta un'imponente struttura, perfezione di linee e accuratezza nelle rifiniture: marmi pregiati, stucchi finissimi e begli altari.
Si sa che i lavori procedettero con gradualità e che furono utilizzate parti ed elementi della chiesa preesistente, si mantenne la torre campanaria, costruita nel 1660 (alta 60,70 metri), con cella a bifore, tiburio con balaustrata e cupolino.
La chiesa fu consacrata al culto dall'arcivescovo di Ferrara mons. Francesco Mattei, il 16 settembre 1792.
 

Facciata
Ingrandisci l'immagine


L'edificio e la piazza antistante formano in modo armonioso un complesso urbanistico-architettonico di notevoli proporzioni, la facciata rappresenta un modello felicemente riuscito di stile barocco, distinta in due ordini, con portale centrale sormontato da timpano triangolare iscritto in un arco, ai lati del quale due nicchie con le statue di S. Pietro e S. Paolo in basso, della Madonna Annunciata e dell'Arcangelo Gabriele in alto, attribuite a Pietro Turchi (1711-81).
 

Statua della Madonna Annunciata
sec. XVIII prima metà
Pietro Turchi (1711-1781)
pietra tenera
cm 200 x 70
Ingrandisci l'immagine

Statua dell'Arcangelo Gabriele
sec. XVIII prima metà
Pietro Turchi (1711-1781)
pietra tenera
cm 200 x 70
Ingrandisci l'immagine


L'interno è a tre navate, con transetto a metà della navata centrale a formare una pianta cruciforme di grande effetto scenografico.

Interno
Ingrandisci l'immagine


Vi sono cinque altari e vanno segnalati il maggiore, ricco di marmi pregiati, con portali laterali (sec.XVII), e quelli del transetto: a sinistra, il settecentesco altare della Madonna del Rosario e, a destra, quello di S. Rocco.
 

Altare maggiore
sec. XVII
ambito padano
marmi vari
cm 530 x 389 x 328
Ingrandisci l'immagine

Altare della Madonna del Rosario
sec. XVIII, ante 1718
ambito padano
marmi vari
stucco modellato
cm 760 x 460 x 280
Ingrandisci l'immagine


Tra le opere conservate nella chiesa sono da ricordare: entrando a sinistra, il fonte battesimale in marmo rosso datato 1622; la statua in cotto policromo della B. V. del Divin Parto (sec.XV); la pala con l'Apparizione di Gesù Bambino a Sant'Antonio da Padova (1727) di ambito emiliano; la pala con le Stigmate di San Francesco (sec.XVIII) attribuita a Stefano Figatelli; il dipinto con l'Annunciazione (sec.XVII, fine) di scuola emiliana.

Fonte battesimale
1622
ambito ferrarese
marmo rosso di Verona
cm 109 x 93
Ingrandisci l'immagine

Statua della Beata Vergine del Divin Parto
sec. XV ultimo quarto
ambito emiliano
cotto policromo
cm 97.5 x 54 x 39
Ingrandisci l'immagine
 

Pala con Apparizione di Gesù Bambino a Sant'Antonio da Padova
1727
ambito emiliano
olio su tela
formato sagomato
cm 257 x 154
Ingrandisci l'immagine


Pala con le Stigmate di San Francesco
sec. XVIII
Stefano Figatelli attr. (1687 - ?)
olio su tela
formato rettangolare
cm 240 x 140
Ingrandisci l'immagine

Dipinto con l'Annunciazione
sec. XVII fine
scuola emiliana
olio su tela
cm 261 x 181
formato sagomato
Ingrandisci l'immagine



Data ultimo aggiornamento: 18 agosto 2015