Percorsi Percorsi

Siti tematici Siti tematici

Contenuto Html Contenuto Html

 



Data ultimo aggiornamento: 14 dicembre 2012

Modello link 1 Modello link 1

Dettaglio contenuto Dettaglio contenuto

Archivio dell’Accademia dei Concordi di Rovigo

 

Archivio dell’Accademia dei Concordi di Rovigo Archivio dell’Accademia dei Concordi di Rovigo

Accademia dei Concordi di Rovigo Accademia dei Concordi di Rovigo

Indirizzo: Piazza Vittorio Emanuele II, 14 – 45100 Rovigo
Telefono: 0425.27991
Fax: 0425.27993
E-mail: concordi@concordi.it
Sito Web: http://www.concordi.it/
Accesso: in orario regolamentato
Responsabile legale dell’Istituto: Luigi Costato, Presidente dell’Accademia
Responsabile tecnico-scientifico: Antonella Turri, responsabile Settore Biblioteca e Archivio
Referente: Michela Marangoni, referente Servizio manoscritti e rari
Luogo di conservazione: Il complesso archivistico  è conservato all’interno del palazzo ottocentesco (architetto Sante Baseggio) sede dell’Accademia, situato nel centro storico di Rovigo.
Nota storica: L'Accademia nasce nel 1580 per iniziativa del conte Gaspare Campo, il quale amava riunire nel suo palazzo letterati e studiosi locali, per discutere di letteratura, musica ed arte. Fino alla seconda metà del secolo XVII l'Istituzione svolge una vivace attività, in linea con la cultura del tempo e, all'inizio del secolo successivo, si rinnova grazie alla protezione accordata dalla Repubblica Veneta, con l'approvazione del nuovo Statuto (1739). Viene già allora citata come esempio di modernità' poiché promuove due "radunanze" alla settimana e si occupa anche di scienze e di agricoltura. Alla fine del secolo XVIII si progetta il palazzo accademico, che sorgerà su disegno di Sante Baseggio, celebre architetto locale; i lavori termineranno solo nel 1814 a causa delle difficili vicende storiche. Cresce il dialogo con la municipalità che darà origine, a partire dal 1836, all'organico rapporto tra Accademia e Comune di Rovigo. Biblioteca e Pinacoteca si aprono così al pubblico in una nuova logica di collaborazione con gli enti locali. La Concordiana da allora diventerà sempre più il punto di riferimento per le istituzioni, le associazioni, gli operatori culturali di Rovigo e del Polesine.
Patrimonio: Il patrimonio archivistico riconosciuto d’interesse locale comprende i fondi archivistici di proprietà dell’Accademia di cui qui si fornisce un sintetico elenco.

  • Archivio dell’Accademia dei Concordi: è il fondo prodotto dall’Accademia nella sua secolare esistenza. Le carte più antiche risalgono al secolo XVII.
  • Archivio famiglia Campo (sec. XV-XX): archivio della nobile famiglia rodigina che dette origine all’Accademia.
  • Fondo Corporazioni religiose soppresse: (sec. XV-XVIII) è costituito dai materiali documentari afferenti a monasteri e confraternite soppressi da Napoleone, sia a Rovigo che in altri centri del Polesine, per complessive 1607 unità archivistiche. I nuclei documentari più consistenti afferiscono ai monasteri di San Bartolomeo, San Francesco e Santissima Trinità di Rovigo.
  • Fondo Pergamene: composto da circa 1500 documenti pergamenacei (dal 1070 al XVIII sec.) provenienti per lo più dagli archivi che compongono il fondo Corporazioni religiose soppresse, da cui furono estrapolati in epoca lontana.
  • Archivio “Museo Risorgimento Carlo Alberto”: (sec. XIX) 10 buste contenenti materiale documentario relativo all’Associazione Volontari del 1848-1849.
  • Archivio del Censimento generale austriaco per il Lombardo Veneto: Rovigo.
  • Fondo Bellettato (secc. XIX-XX): documentazione attinente l’arte e la storia di Fratta Polesine, raccolta dallo studioso Bellettato.
  • Fondo Giuseppe Brusasca: materiale documentario inerente l’alluvione del Polesine del 1951 e le successive attività di ricostruzione.
  • Fondo Giuseppe Romanato: comprende le carte relative alla vita politica del deputato polesano, presidente dell’Accademia dei Concordi dal 1959 al 1985.
  • Archivio del Centro Studi Musicali: contiene documentazione prodotta dal centro istituito nel 1965 a seguito di una convenzione tra l’Accademia e l’Università di Padova.
  • Archivio della Democrazia Cristiana - Sezione provinciale polesana: donato all’Accademia nel 2012, consta di circa 700 buste. Conserva documentazione relativa all’attività svolta dalla Sezione nel periodo 1948-1978.
  • L’Accademia inoltre conserva a titolo di deposito, senza averne proprietà, i seguenti archivi:
  • Archivio del Comune di Rovigo: formato da circa 500 unità archivistiche, copre l’arco temporale secc. XV-XIX.
  • Archivio del Comune di Badia: (secc. XV-XVIII),  formato da 62 buste.
  • Archivio del Consorzio di Bonifica Santa Giustina (secc. XVII-XVIII): conserva materiale cartografico e catastici di proprietà dell’attuale Consorzio di Bonifica Adige Po, consta di 34 buste.

Stato di ordinamento: L'archivio è attualmente sottoposto ad attività d’inventariazione.

Strumenti di consultazione: Tutti i fondi sono serviti da elenchi di consistenza. Per alcuni di essi è iniziato un lavoro d’ inventariazione analitica.
Il fondo Giuseppe Brusasca, completamente digitalizzato, è servito anche da relativo inventario (2012) realizzato ad integrazione di Documenti sull’alluvione del 1951 e sulla ricostruzione in Polesine. Catalogo dell’archivio Giuseppe Brusasca [post 1981], un elaborato cui hanno fatto riferimento fino al 2012 gli studiosi che si sono occupati di parte della documentazione conservata in questo archivio. 
Altre informazioni: l'Accademia dei Concordi mette a disposizione del pubblico una biblioteca di oltre 290.000 documenti e una pinacoteca con più di 400 opere (alcune molto note come Il Cristo portacroce e  Madonna con Bambino di Giovanni Bellini) e una interessante sezione archeologica costituita da materiali di diversa natura e provenienza (collezioni di Camillo Silvestri e Giuseppe Valsè Pantellini). Promuove convegni, mostre, conversazioni letterarie, rassegne sui maestri dell'arte contemporanea, corsi di formazione, iniziative scientifiche, cercando di raccordare il patrimonio di arte e cultura che l'Istituto conserva ai grandi temi del dibattito culturale contemporaneo. L'attività dell'Accademia si sviluppa, inoltre, attraverso collaborazioni con enti, istituzioni ed associazioni culturali.
La Biblioteca  funge per convenzione  da biblioteca civica per la città di Rovigo ed è la principale biblioteca della provincia.  E’ articolata in tre settori: conservazione, pubblica lettura e ragazzi. E’ dotata di un Centro di catalogazione e ricerche bibliografiche che serve anche tutte le biblioteche del territorio polesano nell’ambito del Sistema Bibliotecario Provinciale, di cui è partner tecnico/scientifico.  Conserva antichi fondi archivistici, cartografici, librari e  manoscritti di fondamentale importanza per la storia non solo locale. Tra i numerosi codici miniati da ricordare La Bibbia Istoriata Padovana (XIV sec.) e La Confutazione del Cristianesimo del rabbino Giuseppe Albo (XV sec.).
Bibliografia:

  • C. Bianchini - P. Pezzolo, Fonti documentarie, bibliografiche ed archivistiche per la storia del Polesine nel periodo 1790-1815: il caso dell’Accademia dei Concordi,  in Rovigo e il Polesine tra rivoluzione giacobina ed età napoleonica 1797-1818, a cura di Filiberto Agostini, Rovigo, Minelliana, 1999,  pp. 387-409
  • M. Bulgarelli, Perticazioni, catastici e catasti in Polesine sotto la dominazione veneziana, in Cartografi, veneti. Mappe, uomini, e istituzioni per l’immagine e il governo del territorio, a cura di Vladimiro Valerio, Padova, Editoriale Programma, 2007 
  • L. Contegiacomo, Mappa dell’Estimo 1775, in La città di Rovigo nell’estimo e nel suo catastico storico (1756-1923), a cura di Francesca Fantini D’Onofrio, Luigi Contegiacomo, Emanuele Grigolato, Treviso, Canova, 2013, pp. 41-79
  • A. Mazzetti, Le raccolte bibliografiche dei Concordi, in L’Accademia dei Concordi di Rovigo, Vicenza, N. Pozza, 1972, pp.  114-132 
  • A. Mazzetti, L’archivio del monastero di San Bartolomeo, "Ravennatensia", V, (1976), pp. 355-  364
  • Il Monastero di San Bartolomeo di Rovigo, Rovigo, Accademia dei Concordi, 1979
  • G. Pietropoli, L’Accademia dei Concordi nella vita rodigina, Limena, Signum, 1986
  • Polesine dopo 1951-1991. Qualcosa di più di una ricostruzione, a cura di A. Mazzetti, Rovigo, Accademia dei Concordi, 1991
  • A. Turri, Le raccolte cartografiche della biblioteca dell’Accademia dei Concordi, in Cartografie tra storia e web. Atti del Convegno, Rovigo 1 dicembre 2007,  "Acta Concordium",  n. 9 (2008), pp. 47-52
  • A. Turri, Catastici, estimi e raccolte cartografiche della biblioteca dell’Accademia dei Concordi, in La città di Rovigo nell’estimo e nel suo catastico storico (1756-1923), a cura di Francesca Fantini D’Onofrio, Luigi Contegiacomo, Emanuele Grigolato, Treviso, Canova, 2013, pp. 21-23 


Data ultimo aggiornamento: 18 agosto 2015