Percorsi Percorsi

Siti tematici Siti tematici

Contenuto Html Contenuto Html

 



Data ultimo aggiornamento: 14 dicembre 2012

Modello link 1 Modello link 1

Dettaglio contenuto Dettaglio contenuto

Archivio Storico della Fondazione Fioroni di Legnago

Palazzo Accordi-Fioroni, Legnago

Indirizzo: Fondazione Fioroni, via Matteotti 39, 37045 Legnago (VR)

Telefono e Fax: 0442-20052

Email: museo@fondazione-fioroni.it; direttore@fondazione-fioroni.it

Accesso: in orario regolamentato

Responsabile: Presidente della Fondazione

Sede: Palazzo Accordi-Fioroni

Nota storica: La Fondazione Fioroni, sorta nel 1958 dall'aggregazione del museo e delle collezioni private di Maria Fioroni costituisce da un cinquantennio il più importante polo culturale della pianura veronese; accanto alla casa-museo che raccoglie una delle più importanti collezioni venete di ceramica rinascimentale, di armi bianche e di rarissimi cimeli risorgimentali, il museo archeologico e la biblioteca pubblica costituiscono il nucleo principale delle attività di ricerca della Fondazione. La formazione dell'Archivio della Fondazione Fioroni si lega strettamente alla attività archeologica di Maria Fioroni, svolta con intensità in un arco di oltre quarant'anni (1930-1970). I primi aggregati documentari dell'Archivio sono quindi riferibili alla ingente e nella maggior parte dei casi inedita documentazione di scavo relativa alle sistematiche campagne eseguite dalla Fioroni nel comprensorio delle Valli Grandi Veronesi. A margine di tali fondi, spicca il ricco e documentato archivio scientifico dell'archeologo Alessio De Bon.
Con gli anni '50 del Novecento e con l'idea sempre più definita di dare vita ad un museo (da cui poi prenderà le mosse l'attuale Fondazione), Maria Fioroni iniziò a definire con più attenzione alcuni degli ambiti di ricerca che costituirono anche negli anni e nei decenni successivi la 'vocazione' del museo stesso, delle sue raccolte materiali e documentarie. La storia di Legnago in particolare (con una spiccata predilezione per il periodo risorgimentale) costituisce quindi la seconda e ben più ampia serie archivistica della Fondazione. I fondi di riferimento per la serie legata alla 'storia di Legnago' - ma l'area geografica interessata dalla documentazione riguarda per consistenza e per mole tutta la pianura veronese - sono costituiti in primo luogo da materiali archivistici riferibili alla storia della fortezza e del suo territorio in epoca veneta.
In relazione alla 'storia di Legnago' il fondo risorgimentale rappresenta indubbiamente la sezione dell'Archivio della Fondazione che più di tutte risente della passione e delle cure di Maria Fioroni. Unitamente alla ricerca archeologica, oplologica e ceramistica - entrambi questi due ultimi settori sono rappresentati specifici da fondi di riferimento costituiti da relazioni di scavo, scritti inediti e corrispondenza - la storia del Risorgimento costituì per decenni il fulcro degli studi della Fioroni. La mole dei materiali raccolti, l'unicità delle serie - dalle stampe, alle medaglie, dagli autografi alle raccolte integrali della stampa periodica 'minore' di ispirazione mazziniana - denota l'amplissimo raggio dei contatti e gli sforzi per il recupero e la salvaguardia di materiali. Spiccano nella serie risorgimentale, oltre ai fondi dedicati ai martiri di Belfiore, gli autografi in buona parte inediti di Aleardo Aleardi, l'archivio di G.B. Giudici (ricco di oltre un centinaio di lettere autografe di M. Minghetti), diverse serie di autografi tra i quali sono presenti lettere di G. Garibaldi, N. Colajanni, E. Bonomi, G. Zanardelli, P. Mantegazza, G.B. Cavalcaselle, A. Cairoli, G. Nicotera, F. Fregoso, A. Pallavicino Trivulzio. Particolare pregio per l'Archivio della Fondazione riveste infine la raccolta salieriana, ricca di partiture autografe e di pregevoli opere a stampa (sec. XVIII-XIX) del celebre musicista legnaghese.

Patrimonio: Il complesso archivistico è composto dai seguenti fondi:
Archivio della Fondazione Fioroni.
Fondo Maria Fioroni;
Fondo Alessio De Bon;
Fondo Antonio Salieri;
Fondo bio-bibliografico per la storia di Legnago;
Fondo Bruno Tosi;
Fondo Cesare Tonetti;
Fondo Cirillo Boscagin;
Fondo Giovanni Battista Fascinato;
Fondo Giovanni Battista Giudici;
Fondo Giovanni Battista Cavalcaselle;
Fondo Giuseppe Garibaldi;
Fondo Giuseppe Trecca;
Fondo Renato Sandrini. 

Strumenti di consultazione: Il complesso archivistico è parzialmente inventariato. Inventariazione analitica informatizzata in corso di avanzata realizzazione nell'ambito del progetto 'Archivi del Novecento' a cui la Fondazione Fioroni aderisce dal 2008.

Altro: Sorta nel 1958 dall'aggregazione del museo e delle collezioni private di Maria Fioroni, la Fondazione costituisce da un cinquantennio il più importante polo culturale della pianura veronese; accanto alla casa-museo che raccoglie una delle più importanti collezioni venete di ceramica rinascimentale, di armi bianche e di rarissimi cimeli risorgimentali, il museo archeologico e la biblioteca pubblica costituiscono il nucleo principale delle attività di ricerca della Fondazione.
Altre informazioni: La Fondazione conserva anche fondi archivistici di proprietà di altri enti: Archivio storico del Comune di Legnago (1419-1930); Archivio del Consorzio di bonifica Grandi Valli Veronesi ed Ostigliesi (1796-1988).



Data ultimo aggiornamento: 06 dicembre 2018