Archivio dell'Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di Guerra – Sezione di Portogruaro

Archivio dell'Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di Guerra – Sezione di Portogruaro

Indirizzo: Piazzetta Sant'Andrea, 2/1 – 30026 Portogruaro (VE)

Tel.: 0421-71119

Fax: 0421-71119

E-mail: anmig.portogruaro@libero.it

Accesso: apertura al pubblico previo appuntamento

Responsabile: Il Presidente dell'Associazione
 

Referente tecnico-scientifico: Laura Pavan

Sede: L'Archivio è conservato in un locale al primo piano della sede dell'ANMIG, presso la 'Casa del Mutilato", nel centro storico di Portogruaro.

Nota storica: 'La nascita dell'ANMIG si inserisce in un più ampio contesto che vede il formarsi di associazioni, leghe e comitati che aspirano a dar voce e peso a un numero molto consistente di combattenti o ex combattenti, reduci e mutilati di guerra inevitabilmente impostisi con i loro problemi nella vita politica del primo dopoguerra. Tipica manifestazione della crisi post-bellica sono le richieste degli smobilitati: dall'indennità di disoccupazione al premio di smobilitazione, dalla richiesta di investimenti nei lavori pubblici, alla limitazione del lavoro femminile. La situazione dei reduci è poi aggravata dalla crescente disoccupazione e dalla difficoltà di inserimento nel sistema produttivo [...] Nel 1930 i mutilati e invalidi di guerra entrano a pieno titolo nella Milizia nazionale con la creazione della Milizia dei volontari mutilati chiamata 'X Legione" con presidente Carlo Delcroix. Nel 1939 viene creato un battaglione di mutilati volontari per l'Africa Orientale i cui combattenti e reduci vengono dotati di speciali privilegi pensionistici e di collocamento. Nello stesso periodo inizia la creazione delle 'Case dei Mutilati" in tutta Italia, in genere sedi delle sezioni e dotate di ambulatori di cura e di sale di riunioni, talvolta trasformate, in seguito, in case di riposo per mutilati" [L. Pavan]
Nel Veneto l'Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di Guerra si costituisce a Venezia nel 1918. La sezione di Portogruaro, inizialmente definita sottosezione di Venezia, nasce presumibilmente l'anno successivo e fin dalle origini ha carattere mandamentale, in quanto il territorio di riferimento comprende tutto il mandamento di Portogruaro, costituito da 11 Comuni. E' tuttora operante, anche se in forma limitata, accanto alla Fondazione Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di Guerra che ne porterà avanti l'eredità storico-culturale.

Patrimonio: L'Archivio conserva la documentazione relativa all'attività svolta dalla Sezione mandamentale di Portogruaro dell'ANMIG, dal 1920 ad oggi. La consistenza è di 216 unità archivistiche raccolte in 104 tra buste e registri.

Strumenti di consultazione:

  • Inventario in banca dati Sesamo 4.1, a cura di Laura Pavan, 2008.
  • L'Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di Guerra di Portogruaro e il suo archivio. Inventario 1920-2005 (con documenti dal 1919), a cura di Laura Pavan, Concordia Sagittaria (VE) 2008, pp. 52. L'opuscolo è consultabile anche in formato PDF all'interno del sito web dell'ANMIG Veneto.
  • Inventario sommario consultabile in SIUSA – Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche.

Altre informazioni:
Si segnala la presenza in deposito presso la sede dell'ANMIG di Portogruaro, di due piccoli archivi, attualmente non ordinati né inventariati: l'archivio dell'Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, che per diversi anni ha condiviso la sede con la sezione ANMIG, e l'archivio della sezione di Portogruaro dell'Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, di fatto non più operativa.

Bibliografia:
Si veda la bibliografia presente in L'Associazione Nazionale fra Mutilati cit., p. 14.



Data ultimo aggiornamento: 09 dicembre 2015