Archivio Alberto Martini

Alberto Martini - Autoritratto (1911)

Indirizzo: Pinacoteca "Alberto Martini", Via Garibaldi, 80 – 31046 Oderzo (TV)

Telefono e Fax: 0422815202

E-mail: pinacoteca@oderzocultura.it 

Sito Web: www.oderzocultura.it 

Accesso: previo appuntamento

Responsabile: Tiziana Prevedello, presidente della Fondazione  Oderzo Cultura

Referente per l'archivio: Paola Bonifacio 

Sede: L'Archivio Martini è conservato presso la Pinacoteca "Alberto Martini" di Oderzo, nello storico palazzo Foscolo.

Nota storica: "La figura di Alberto Martini (Oderzo 1876 - Milano 1954), pittore e incisore di fama, precorritore, a detta dei maggiori studiosi e critici d'arte, del surrealismo italiano si è mantenuta negli anni stranamente defilata. Tra le probabili cause, forse, la stessa indifferenza dell'artista verso la critica ufficiale, che, dal canto suo, fatica però ad accettarne l'eterogeneità creativa, l'autonomia stilistica, la notevole, disorientante, originalità. Alla morte di Martini permane una sorte di diffidenza, e l'attenzione verso la sua produzione appartiene soprattutto ai cultori, ai grandi appassionati mentre la figura dell'artista viene così progressivamente isolata in ambiti limitati e poco studiata, se non addirittura, omessa dagli studi degli stessi storici dell'arte. La difficoltà di reperire documentazione adeguata, perché appunto, del tutto mancante o esigua per le cause suaccennate, mina quindi l'approfondimento che invece l'artista merita in quanto esponente di rilievo di un tardo, particolarissimo, simbolismo grafico di matrice romantica e di un successivo, del tutto originale, surrealismo pittorico, entrambi di ambito profondamente europeo". (Paola Bonifacio)

Patrimonio: L'imponente Archivio venne inizialmente affidato dagli eredi Martini al Comune di Oderzo nel 2002 a titolo di comodato. Successivamente il fondo archivistico è stato trasferito in gestione e titolarità alla Fondazione Oderzo Cultura.
Il fondo archivistico comprende il nucleo originario dall'archivio privato dell'artista e la documentazione progressivamente integrata dagli eredi. I materiali si presentano in alcuni casi già ordinati secondo criteri predefiniti in album o incartamenti, in altri casi, si tratta di preziose raccolte di schizzi e disegni, rare e inedite pubblicazioni di e sull'artista, corposi faldoni di corrispondenza con familiari e storici dell'arte.

Strumenti di consultazione: Archivio privato Martini. Inventario analitico a cura di P. Sbalchiero con la collaborazione di P. Bonifacio, 2006. L’inventario è consultabile in formato PDF nel sito della Fondazione.

Altre informazioni: nella pinacoteca Martini di Oderzo sono conservate 458 opere, 150 delle quali esposte; tutte catalogate e consultabili tramite interrogazione di un data base a disposizione degli studiosi.

Bibliografia: per una completa bibliografia su Alberto Martini vedi il sito Fondazione Oderzo Cultura: www.oderzocultura.it



Data ultimo aggiornamento: 19 agosto 2015