I Vantaggi

Il DTT offre interessanti prospettive di business per gli operatori del settore e numerosi vantaggi per gli utenti.

In particolare:

  • consente di moltiplicare di circa 5 volte il numero dei programmi televisivi: mentre in analogico ogni frequenza può trasportare un solo programma, in digitale si possono trasportare sulla stessa frequenza fino a 5 programmi in buona qualità, ovviando in questo modo al sovraffollamento delle bande di frequenza terrestri e consentendo pertanto i superamenti dell'attuale sistema che non consente l'introduzione di ulteriori programmi TV.
  • garantisce una migliore qualità audio video, ovvero migliore resa delle immagini e dei suoni riprodotti dall'apparecchio televisivo: la trasmissione in digitale è infatti meno soggetta a disturbi ed interferenze.
  • rende possibile un elevato livello di interattività. Infatti è possibile trasmettere servizi applicativi interattivi e, qualora il telespettatore sia dotato di un apposito decoder, potrà godere di una esperienza di intrattenimento molto più ricca e soddisfacente che in passato, potendo, ad esempio, partecipare a programmi televisivi quali quiz, giochi a premi, rispondere a domande e sondaggi, scegliere alcuni contenuti piuttosto che altri, direttamente interagendo con il proprio televisore. Inoltre sarà possibile accedere a servizi di pubblica utilità eventualmente messi a disposizione dalla regione, dal comune, dalla propria banca ecc., quali ad esempio il pagamento di tasse e tributi, l'ottenimento di certificati, l'accesso a banche dati interessanti per alcune categorie di utenti (disabili, disoccupati ecc.). Il decoder interattivo, che consente il tipo di interazione citata, e' un decoder dotato di un'uscita verso la rete telefonica, sia mediante Modem V.90 o ISDN sia mediante modem a larga banda (ADSL), oppure di un alloggiamento per la sistemazione di una carta SIM identica a quella dei cellulari GSM/GPRS.
  • rispetta l'ambiente: per la trasmissione del segnale DTT è richiesta meno potenza di quella necessaria per la trasmissione in analogico, rendendo così possibile la diminuzione delle stazioni trasmittenti sul territorio ed abbattendo di conseguenza una certa percentuale dell'inquinamento elettromagnetico.
    In generale è stato previsto che le nuove reti digitali si avvalgano degli stessi siti di trasmissione della TV analogica. Quindi, non è necessario cambiare il puntamento della propria antenna terrestre. Tuttavia, in alcune zone del territorio, i segnali digitali potrebbero provenire da siti diversi da quelli che irradiano i segnali analogici. In tal caso, potrebbe essere richiesto il montaggio di un'antenna supplementare da puntare verso i siti che trasmettono in digitale.



Data ultimo aggiornamento: 06/09/2013