Il logo dell'Osservatorio regionale per il Paesaggio - Design Fabio Mattiuzzo

L'istituzione

Con la legge regionale 26 maggio 2011, n. 10 la Regione del Veneto ha integrato la legge sul governo del territorio inserendo il titolo V bis “Paesaggio” che individua le competenze della Regione, delle province, dei comuni e degli enti parco ed istituisce, con l'art. 9, l’Osservatorio regionale per il paesaggio.

Il “Manifesto” di Verona

Il documento "10 punti per il Manifesto dell'Osservatorio Regionale per il Paesaggio", presentato il 17 novembre 2011 alla rassegna Geo-Oikos di Verona, rappresenta la prima individuazione delle attività fondamentali dell'osservatorio regionale.

Il Manifesto dell'Osservatorio del Paesaggio - Realizzazione Fabio Mattiuzzo

L'attivazione dell'osservatorio

Con le deliberazioni di Giunta regionale n. 824 del 15 maggio 2012 e n. 1320 del 28 luglio 2014, la Regione del Veneto ha disciplinato la composizione ed il funzionamento dell’Osservatorio regionale per il paesaggio.

Con successive deliberazioni n. 352 del 22 marzo 2017n. 337 del 17 marzo 2020  e n. 615 del 11 maggio 2021 la Giunta regionale ha approvato gli aggiornamenti della disciplina per la composizione e il funzionamento dell’Osservatorio regionale per il paesaggio.
L’osservatorio è istituito presso la Direzione Pianificazione Territoriale ed è composto dal Direttore, dal Coordinatore, dal Comitato scientifico e dalla Segreteria tecnico-scientifica.

Il Comitato scientifico dell'osservatorio

Il Comitato scientifico è presieduto dal Direttore Unità Organizzativa Promozione e valorizzazione
culturale, ed è composto dai Direttori delle strutture regionali competenti in materia di paesaggio.
Compongono inoltre il Comitato scientifico il Direttore del Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per il Veneto, nonché i rappresentanti delle università del Veneto.

Possono essere invitati a partecipare alle sedute del Comitato, con funzioni di supporto culturale e scientifico, enti, fondazioni, associazioni, ordini professionali.

Le attività dell'osservatorio

Al fine che tutto il territorio-paesaggio sia adeguatamente conosciuto, salvaguardato e correttamente gestito in ragione dei valori espressi dai diversi contesti che lo costituiscono, l’Osservatorio regionale per il paesaggio promuove prioritariamente le seguenti attività propositive e di monitoraggio:

- raccolta e valutazione delle istanze provenienti dalle popolazioni anche attraverso gli Osservatori locali e promozione delle relative azioni;
- raccolta e divulgazione di dati e informazioni sui valori, sullo stato del paesaggio del Veneto, anche attraverso il sito web dedicato e i Quaderni dell’Osservatorio regionale per il paesaggio;
- formazione e aggiornamento in materia paesaggistica, ai sensi dell’art. 45 ter, comma 6 lett. i) della L.R. 23.4.2004, n. 11 e successive modifiche e integrazioni;
- conoscenza dei paesaggi del Veneto, delle dinamiche che li hanno originati e che li trasformano;
- promozione di iniziative per la tutela, valorizzazione e promozione del paesaggio veneto;
- predisposizione di linee guida e criteri operativi, per una corretta gestione e governo del paesaggio;
- promozione di azioni dirette al recupero e riqualificazione dei paesaggi compromessi o degradati;
- coordinamento delle attività degli Osservatori locali aderenti alla Rete regionale degli Osservatori locali per il paesaggio;
- decisione in ordine alle richieste di adesione alla Rete regionale degli Osservatori locali per il paesaggio.
- assegnazione del “Premio per il paesaggio veneto per le attività realizzate per la tutela e valorizzazione del paesaggio;
- creazione di un archivio per la raccolta dei dati relativi al paesaggio;
- creazione di un sistema di monitoraggio sulle dinamiche di trasformazione dei paesaggi;
segnalazione dei casi di particolare rilevanza nel settore della salvaguardia, della valorizzazione e della gestione dei paesaggi veneti da proporre all’Osservatorio nazionale per la qualità del paesaggio, per la selezione della candidatura italiana al “Premio del paesaggio del Consiglio d’Europa”.

Una tra le prime attività avviate dall’osservatorio regionale è la pubblicazione del quaderno n. 1 “Prontuario tecnico per il paesaggio” [sfoglia | scarica pdf 2,3 Mb] sulla verifica di compatibilità paesaggistica, relativamente ai miglioramenti fondiari, interventi colturali e manutenzioni.

Corsi di formazione e giornate studio sul paesaggio

Vai alla pagina specifica

Mostra Fotografica "Paesaggi d'acqua nel Veneto"

13 ottobre 2018 – 13 gennaio 2019 |  Villa Contarini - Piazzola sul Brenta (PD) | info

Raccolta e digitalizzazione di documentazione sul paesaggio veneto

Raccolta e digitalizzazione di materiali sul paesaggio finalizzata alla realizzazione di un “Archivio regionale del paesaggio veneto”.
I progetti individuati dal Comitato Scientifico, ai quali è stato assegnato un contributo nel 2019 e 2020, sono stati presentati dall'Osservatorio della Bonifica del Veneto Orientale, dall'Osservatorio del Delta del Po, dall'Osservatorio delle Colline dell'Alta Marca e dall'Osservatorio della Pianura Veronese.

Attraverso questi progetti sono state raccolte e digitalizzate numerose immagini, mappe, disegni e pubblicazioni.

Verso un paesaggio di tutti e per tutti. Sensibilizzazione, educazione e partecipazione

La Convenzione europea del paesaggio ha segnato l’inizio di un percorso innovativo, comune ad altri paesi europei, che ha profondamente cambiato il nostro modo di intendere il paesaggio: non più soltanto un fenomeno estetico, ma luogo di vita delle popolazioni, che contribuiscono alla definizione stessa di paesaggio, attraverso la dimensione percettiva.
In tale contesto, tra le attività programmate per il 2020 dall’Osservatorio regionale per il paesaggio, rivestono notevole importanza quelle riservate agli Osservatori locali, in quanto gli stessi favoriscono, da sempre, la partecipazione delle popolazioni alle azioni di tutela e valorizzazione del paesaggio, concorrendo a dare concreta applicazione ai principi enunciati dalla “Convenzione”.
L’iniziativa, infatti, è finalizzata alla sensibilizzazione della popolazione ai temi del paesaggio, attraverso processi partecipativi quali il riconoscimento dei valori del paesaggio, così come percepiti dalla popolazione ed enunciato nella “Convenzione europea del paesaggio”.
I progetti 2020 sono stati realizzati dagli Osservatori locali per il paesaggio della Bonifica del Veneto Orientale e delle Colline dell’Alta Marca.

Convegno: Vent’anni di Convenzione europea del paesaggio

L’Osservatorio regionale per il paesaggio e l’Università Ca’Foscari Venezia, ha organizzato nei giorni 29-30 e 31 ottobre 2020 un convegno (in modalità webinar) in occasione del ventennale dalla sottoscrizione della Convenzione europea del paesaggio (Firenze, 20 ottobre 2000). All’organizzazione dell’evento, articolato in quattro sessioni e una tavola rotonda nella giornata conclusiva, hanno collaborato tutte e quattro le Università del Veneto (Università Ca’ Foscari e IUAV di Venezia, Università di Padova e Università di Verona). In occasione della sessione III, dedicata agli Osservatori del paesaggio, è stato presentato l’esito dell’indagine svolta tra le Regioni e le Province autonome, al fine di fornire un quadro aggiornato della situazione italiana degli Osservatori del paesaggio.
Programma

Programma delle attività 2021

vedi la pagina specifica

__________________________________
La rete regionale degli osservatori per il paesaggio
Riunioni ed incontri

 

 Il logo dell'Osservatorio regionale per il Paesaggio - Design Fabio Mattiuzzo

Direttore  
arch. Salvina Sist
Segreteria Tecnico - Scientifica
Tel. 041 2792786 e-mail: osservatorio.paesaggio@regione.veneto.it
arch. Giorgio Doria (Responsabile) - arch. Ellena Finco



Data ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2021