Il logo della Rete regionale degli Osservatori per il Paesaggio - Design Fabio Mattiuzzo

L’attivazione di strutture a livello locale non è prevista dalla legge statale (Codice dei beni culturali e del paesaggio) e da quella regionale (L.R. 10/2011).
Tuttavia l’art. 3 comma 1 lett. a) del D.M. 25 settembre 2008, nel disciplinare i compiti dell’Osservatorio nazionale, assegna anche quello di proporre la rete di strutture ministeriali e delle strutture regionali e locali deputate a fornire dati all’Osservatorio, riconoscendo quindi, di fatto, l’importanza di una rete di strutture articolata anche a livello locale. 

Anche la Regione del Veneto ha riconosciuto l’importanza di tale rete, attivando con la delibera di Giunta regionale n. 826 del 15 maggio 2012 gli Osservatori locali sperimentali per il paesaggio e promuovendo con la delibera di Giunta regionale n. 118 del 11 febbraio 2013 [PDF - 48Kb] la Rete regionale degli Osservatori per il paesaggio, di cui fanno parte gli Osservatori sperimentali (attivati con DGR n. 826/2012) e tutti gli altri Osservatori locali che ne faranno richiesta, previa sottoscrizione di uno specifico protocollo d’intesa [Allegato A - 64Kb].
Con la stessa delibera di Giunta regionale n. 118/2013 è stato approvato anche il “logo” della Rete regionale degli Osservatori per il paesaggio [Allegato B - PDF 353Kb], da utilizzare per le attività degli Osservatori aderenti alla rete regionale.
Gli osservatori locali sperimentali aderenti alla rete regionale sono:

1. Dolomiti (ente capofila Comune di Cortina d’Ampezzo)

2. Graticolato Romano (ente capofila Provincia di Padova)

3. Bonifica del Veneto Orientale (ente capofila Comune di Eraclea)

4. Pianura Veronese (ente capofila Consorzio di Bonifica Veronese)

5. Canale di Brenta (ente capofila Unione Montana Valbrenta)

6. Colline dell'Alta Marca (ente capofila Comune di Pieve di Soligo)

7. Medio Piave (ente capofila Comune di Breda di Piave)

8. Montello - Piave (ente capofila Consorzio del Bosco Montello)

9. Osservatorio locale per il paesaggio Delta del Po (ente capofila Comune di Porto Viro)

10. Osservatorio locale per il paesaggio della Valpolicella (ente capofila Comune di Fumane)

La richiesta di adesione alla Rete regionale dovrà essere presentata all’Osservatorio regionale, corredata da una proposta di Regolamento dell’Osservatorio locale, predisposto sulla base del Regolamento tipo [PDF - 54Kb] e da una proposta di Programma biennale delle attività. La richiesta sarà esaminata dal Comitato scientifico dell’Osservatorio regionale e successivamente potrà essere sottoscritto il Protocollo d’intesa.

  







Data ultimo aggiornamento: 16/02/2016