Dettaglio contenuto Dettaglio contenuto

PERFEZIONATO L’AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE IN USO AL TAR DI PALAZZO GUSSONI A VENEZIA

13 luglio 2018

Comunicato n° 978

 (AVN) – Venezia, 13 luglio 2018
 
È stato sottoscritto stamani l’atto di concessione in uso al Tribunale Amministrativo Regionale di Palazzo Gussoni a Venezia. Ne dà notizia il vicepresidente della giunta veneta, Gianluca Forcolin, evidenziando che “nonostante le contingenti criticità del mercato e le complessità del quadro normativo, rese più difficili dagli adempimenti burocratici, prosegue con efficacia il programma di valorizzazione del patrimonio immobiliare, obiettivo strategico dalla Giunta Regionale, recentemente portato all’attenzione anche degli investitori internazionali”.
 
Palazzo Gussoni è diventato di proprietà della Regione del Veneto nel corso del 2017, dopo la conclusione del processo di liquidazione della società controllata SVEC Spa. La concessione prevede il pagamento di un canone annuo di circa 400 mila euro, ritenuto congruo dall’Agenzia del Demanio, e avrà carattere temporaneo. Il TAR si è infatti obbligato a trasferirsi, entro il 2021, presso una nuova sede a Venezia, in un complesso monumentale in corso di restauro a cura dell’Amministrazione dello Stato .
 
La Commissione Ministeriale, sentita la Soprintendenza, ha regolarmente autorizzato la concessione triennale ed ha rinviato ad un successivo provvedimento il definitivo parere favorevole all’alienazione del cespite, per il quale saranno indicate le possibili destinazioni alternative a quella in atto, nel rispetto di tutte le prescrizioni e condizioni necessarie per garantire la tutela delle componenti architettoniche originarie, attribuite a Michele Sanmicheli.
 
“Si tratta quindi di una concessione – spiega Forcolin - che non pregiudica in alcun modo la possibilità di vendita di Palazzo Gussoni, già compreso nel Piano di alienazione del patrimonio regionale non funzionale alle esigenze istituzionali e per il quale possono essere prese in considerazione sin d’ora proposte di acquisto”.
 
La positiva conclusione del procedimento segue di poche ore la firma del contratto preliminare di vendita alla Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare di una porzione del complesso monumentale di Palazzo Balbi, denominata Ca’ Nova, per un importo di circa cinque milioni di euro. La cessione definitiva ha come condizione che il bene venga destinato a nuova sede dell’Ente camerale.
 


Data ultimo aggiornamento: 13 luglio 2018