Dettaglio contenuto Dettaglio contenuto

AUMENTO PACCHETTO AIUTI FAMIGLIE E IMPRESE DI INTESA SAN PAOLO. PRESIDENTE ZAIA, “MI COMPIACCIO PER DIMOSTRAZIONE DI SENSIBILITA’ VERSO CITTADINI E IMPRENDITORI IN DIFFICOLTA’”

03 ottobre 2022

Comunicato n° 2009

(AVN) – Venezia, 3 ottobre 2022

 

“Ancora una volta, con questa operazione che porta a 30 miliardi di euro il pacchetto complessivo di operazioni a favore di famiglie e imprese, Intesa San Paolo si conferma in prima linea e a fianco dei cittadini. Mi complimento con il consigliere Delegato e Ceo, Carlo Messina, e con tutta la sua squadra per la professionalità ma ancor di più per la sensibilità che dimostra in un momento tanto difficile per i nostri cittadini e i nostri imprenditori”.

Con queste parole il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, esprime il suo compiacimento con i vertici di Intesa San Paolo per aver messo a disposizione ulteriori 8 miliardi di euro per aiutare famiglie e imprese a far fronte alla crescita del costo dell’energia e dei beni ci consumo.

“Spero che l’impegno che sta portando avanti Intesa San Paolo con questa iniziativa sia un esempio che possa essere replicato da altri istituti di credito e preso in considerazione come modello virtuoso dal governo – aggiunge il Governatore -.  Si pensi solo quale aiuto significherebbe per le famiglie in difficoltà la possibilità di fare prestiti agevolati a vent’anni per 6000 euro massimi. Chiedendo alle banche che i prestiti vengano agevolati al 2% staremo parlando di rate da 30 euro al mese”.

“Il nuovo intervento di Intesa San Paolo, ovviamente, non è la soluzione definitiva per i problemi legati ai maggiori costi dell’energia o dell’inflazione ma dimostra che ci sono banche cresciute con il territorio che, quando questo è in difficoltà, vivono la crisi a fianco dei cittadini e delle imprese – conclude il presidente Zaia -. Da parte nostra, come Veneto, diamo la totale disponibilità a mettere in piedi, magari usando anche la finanziaria regionale, iniziative che possano creare effetto leva affinché tutti insieme possiamo sostenere le famiglie in difficoltà. Da questo doppio ‘cigno nero’ formato dal Covid prima e dalla guerra in Ucraina poi ne usciremo, ma dobbiamo farlo forti e uniti”.



Data ultimo aggiornamento: 03 ottobre 2022