Dettaglio contenuto Dettaglio contenuto

DONAZZAN PARTECIPA A RESTITUZIONE OPERE RESTAURATE DA STUDENTI ENGIM AL COMUNE DI VICENZA. NEL 2014-2020 IN VENETO 13 MILIONI DI EURO DESTINATI A FORMARE FIGURE NEL RESTAURO. SCELTA VINCENTE

30 novembre 2021

Comunicato n° 2214

(AVN) – Venezia, 30 novembre 2021 

L’Assessore regionale all’istruzione, formazione e lavoro Elena Donazzan ha partecipato stamane alla presentazione dei risultati della collaborazione tra gli studenti del corso di ‘Tecnico del restauro di beni culturali’ della scuola della formazione professionale ENGIM Veneto e la Città di Vicenza. I giovani, coordinati dai loro insegnanti, hanno restituito alla bellezza la statua di Giacomo Zanella in piazza San Lorenzo, per poi passare alla statua di Giuseppe Garibaldi in piazza Castello e, infine, il monumento dedicato a Vittorio Emanuele II in piazza Duomo.

Un progetto formativo di vera alternanza nato dalla sinergia tra la scuola di restauro ENGIM Veneto e la Regione del Veneto, con l’obiettivo di formare i ragazzi e inserirli nel mondo del lavoro: i restauri sono stati svolti in 467 ore di didattica, oltre alle ore impiegate per la parte organizzativa. Il progetto formativo evidenzia l’importanza della sinergia tra la scuola di restauro ENGIM Veneto e la Regione del Veneto, accomunati dall’obiettivo di formare i ragazzi e di inserirli nel mondo del lavoro.

“La Regione del Veneto ha sempre creduto e investito, anche in tempi di penuria di risorse, perché abbiamo ritenuto che questi percorsi potessero dare un segnale e una opportunità – sottolinea l’Assessore Donazzan -. Il segnale è quello di continuare a credere nella bellezza e nella propria identità. L’Italia, il Veneto e le nostre città sono costruite su manufatti di bellezza e storia, che vanno curati, promossi, valorizzati, restaurati. Abbiamo avuto ragione nel credere in questo. Nel corso della programmazione 2014-2020 abbiamo diplomato 470 tecnici, per un valore di oltre 13 milioni di euro di investimenti. Tecnici che oggi, complici anche le scelte di investimenti pubblici come, ad esempio, il bonus facciate, sono tutti impegnati”.

“Questi sono operatori che hanno ottime opportunità di lavoro, ma che possono dare anche un grande contributo in termini di esempio – prosegue Elena Donazzan -. Come evidenziato dal dottor Fabio Menin, dirigente regionale responsabile della programmazione della formazione professionale in Veneto, i monumenti restituiti, le tre statue, erano state vilipese da vandali. Il messaggio che possiamo trarre dall’esperienza di ENGIM è che giovani con un’attitudine di rispetto della bellezza hanno posto rimedio alle azioni di altri giovani, che, privi di questo rispetto, avevano recato gravi danni alle statue. Non stiamo parlando, quindi, solo di tecnici del restauro, ma di giovani che sanano il comportamento sconsiderato di altri giovani”.

$rveImmagine.descrizione_1.data


Data ultimo aggiornamento: 30 novembre 2021