Dalla A alla Z

Le impegnative di residenzialità e la libera scelta del cittadino 

Per impegnativa di residenzialità si intende il titolo che viene rilasciato al cittadino per l’accesso alle prestazioni rese presso servizi residenziali e diurni autorizzati all’esercizio e accreditati ai sensi della L.R. n. 22/02 e relativo provvedimento attuativo, DGR n. 84 del 16/01/07. L’emissione dell’impegnativa di residenzialità comporta il riconoscimento della quota di rilevo socio-sanitario regionale così come determinata con apposito provvedimento annuale della Giunta Regionale.
Nell’ambito della residenzialità la libera scelta si concretizza nella facoltà del cittadino di scegliere, in quanto titolare dell’impegnativa di residenzialità, il Centro di Servizi per persone anziane non autosufficienti accreditato maggiormente rispondente alle proprie esigenze assistenziali, alle proprie aspettative e alle disponibilità economiche, anche superando i confini territoriali dell’Azienda ULSS di residenza.
Il cittadino può scegliere di utilizzare l’impegnativa di residenzialità presso:

  • Centro di Servizi accreditato del territorio dell’Azienda ULSS di residenza;
  • Centro di Servizi accreditato al di fuori dell’ambito territoriale dell’Azienda ULSS di residenza;
  • Centro di Servizio accreditato al di fuori dell’ambito regionale attraverso le modalità previste da apposito regolamento.

 

L’Azienda ULSS, sulla base della graduatoria unica della residenzialità, provvede a rilasciare l’impegnativa di residenzialità nel limite del numero massimo di impegnative annuo equivalente stabilito dalla programmazione regionale ed in concomitanza con la disponibilità del posto presso il Centro di Servizi scelto dalla persona.

 

Normativa di riferimento

 

 

 



Data ultimo aggiornamento: 06/12/2013