PROGRAMMA PER LA TUTELA DEI CONSUMATORI


Presentazione
Descrizione
Budget 2014-2020
Normativa europea di riferimento
Link




Il PROGRAMMA PER LA TUTELA DEI CONSUMATORI si propone di assicurare un elevato livello di protezione del consumatore, ponendo quest’ultimo al centro del mercato interno, conferendogli un maggior potere e inserendolo nell’ambito di una strategia globale per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva. Tali obiettivi saranno perseguiti contribuendo alla tutela della salute, della sicurezza, degli interessi giuridici ed economici dei consumatori, promuovendo il loro diritto all’informazione, all’educazione, alla loro organizzazione finalizzata alla tutela dei propri interessi e altresì sostenendo l’integrazione degli interessi dei consumatori all’interno delle altre politiche europee.

Gli obiettivi specifici del programma sono:
• Sicurezza: rafforzamento e miglioramento della sicurezza dei prodotti mediante un’efficace sorveglianza del mercato in tutta l’Unione europea;
• Informazione ed educazione: miglioramento della sensibilizzazione, dell’informazione e dell’educazione dei consumatori sui propri diritti, sviluppo di buone pratiche inerenti la politica dei consumatori e interventi a sostegno delle organizzazioni dei consumatori;
• Diritti e ricorsi: sviluppo e rafforzamento dei diritti dei consumatori, in particolare attraverso iniziative di regolamentazione intelligente e il miglioramento dell’accesso a mezzi di ricorso, compresa la risoluzione alternativa delle controversie;
• Tutela dei diritti: promozione della tutela dei diritti dei consumatori mediante il rafforzamento della collaborazione tra gli organismi nazionali competenti e attraverso servizi di consulenza ai consumatori.
torna su

DESCRIZIONE
Il programma si pone la realizzazione degli obiettivi attraverso le seguenti iniziative ammissibili:

• In materia di sicurezza:
- consulenza scientifica e analisi dei rischi relativi alla salute e alla sicurezza dei consumatori con riferimento ai prodotti non alimentari e ai servizi;
- coordinamento della sorveglianza del mercato e delle attività di tutela in materia di sicurezza dei prodotti con riferimento alla direttiva 2001/95/CE del Parlamento europeo e del Consiglio;
- gestione e miglioramento di database sui prodotti cosmetici.

• In materia di informazione ed educazione:
- miglioramento dell’accesso ai dati empirici a disposizione per facilitare l’elaborazione di politiche e l’adozione di una regolamentazione che sia effice e rispondente agli interessi ed alle esigenze reali dei consumatori, per individuare altresì eventuali anomalie nel funzionamento del mercato e per consentire una migliore integrazione degli interessi dei consumatori nelle altre politiche dell’Unione europea;
- sostegno alle organizzazioni dei consumatori a livello europeo attraverso l’erogazione di finanziamenti, l’aumento della trasparenza e dello scambio di buone pratiche, il rafforzamento delle loro capacità di agire a livello regionale, nazionale ed europeo;
- incremento della trasparenza dei mercati al consumo e delle informazioni ai consumatori, fornendo loro dati confrontabili, attendibili e facilmente accessibili, anche per i casi transfrontalieri, per agevolare il confronto dei prezzi, della qualità e della sostenibilità di beni e servizi;
- miglioramento dell’educazione dei consumatori, intesa come processo di apprendimento permanente, prestando particolare attenzione ai consumatori vulnerabili.

• In materia di diritti e ricorsi:
- elaborazione da parte della Commissione europea della legislazione in tema di tutela dei consumatori e di altre iniziative di regolamentazione, coregolamentazione e autoregolamentazione, monitoraggio del recepimento delle stesse da parte degli Stati membri e successiva valutazione del loro effettivo impatto sui mercati di consumo;
- semplificazione dell’accesso da parte dei consumatori a meccanismi di risoluzione delle controversie, in particolare a sistemi di risoluzione alternativa delle controversie, anche attraverso un sistema online europeo e la messa in rete delle entità nazionali di risoluzione alternativa delle controversie, monitoraggio del funzionamento e dell’efficacia di tali meccanismi.

• In materia di tutela dei diritti:
- coordinamento delle iniziative di sorveglianza e di tutela in relazione con il regolamento (CE) n. 2006/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio;
- contributi finanziari a iniziative congiunte con organismi pubblici o non aventi scopo di lucro che partecipano a reti dell’Unione europea finalizzate a fornire informazioni e assistenza ai consumatori, allo scopo di consentire a questi ultimi l’esercizio dei diritti loro spettanti e l’accesso ad appropriati meccanismi di risoluzione delle controversie, compresa la composizione extragiudiziale online (rete dei centri europei dei consumatori).
Il programma sarà attuato dalla Commissione europea attraverso l’adozione di programmi di lavoro annuali che definiranno le iniziative da adottare e la correlativa attribuzione indicativa delle risorse finanziarie nonché il calendario delle calls for proposals e calls for tenders.
È prevista una clausola di revisione che dispone che la Commissione europea sarà tenuta a presentare al Parlamento europeo e al Consiglio, entro il 30 settembre 2017, una relazione di valutazione con la quale dovranno essere esaminati il mantenimento della pertinenza di tutti gli obiettivi, l’attribuzione dei fondi ai beneficiari, l’attuazione delle iniziative ammissibili e l’efficienza nell’allocazione delle risorse.

Il programma è rivolto a tutti gli Stati membri dell’Unione europea e ai Paesi terzi, in particolare:
• paesi di prossima adesione, candidati e potenziali candidati;
• paesi cui si applica la politica europea di vicinato, conformemente alle disposizioni contenute negli accordi di pertinenza;
• paesi EFTA/SEE, conformemente alle condizioni stabilite nell’accordo SEE.

I beneficiari ammissibili alle sovvenzioni sono: organizzazioni europee dei consumatori; organizzazioni non governative senza scopo di lucro ed autorità degli Stati membri che si occupano della politica dei consumatori, della sicurezza e della tutela della salute; organismi preposti allo sviluppo su scala europea di codici deontologici, buone pratiche e linee guida finalizzate a facilitare la comparazione dei prezzi, della qualità e sostenibilità dei prodotti; organismi preposti al trattamento dei reclami i quali siano stati istituiti ed operanti negli Stati membri o nei Paesi dell’Associazione europea di libero scambio partecipanti allo Spazio Economico Europeo (SEE); la rete di centri europei dei consumatori; le organizzazioni dei consumatori a livello nazionale e dell’Unione europea.
torna su

BUDGET 2014 - 2020
La dotazione finanziaria per l’attuazione del programma è di circa € 189 milioni per il periodo 2014 - 2020.
I contributi finanziari assumono la forma di sovvenzioni (call for proposals), di appalti pubblici (call for tenders) o di qualsivoglia altra forma di intervento necessario per conseguire gli obiettivi del programma.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
Regolamento (UE) n. 254/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 relativo a un programma pluriennale per la tutela dei consumatori per il periodo 2014 -2020 e che abroga la decisione n. 1926/2006/CE.

LINK
Programma
Regolamento

torna su



 



Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html