HORIZON 2020




Presentazione
Descrizione
Budget 2014-2020
Normativa di riferimento
Link
News


HORIZON 2020 rappresenta il più grande programma di finanziamenti dedicato alla ricerca ed all’innovazione. Attraverso tale strumento finanziario, l’Unione europea mira a creare un mercato europeo dell’innovazione e a sviluppare uno Spazio europeo di ricerca, in linea con gli obiettivi di competitività della strategia Europa 2020.
La ricerca rappresenta un investimento per il futuro e l’Unione europea ne ha fatto il cuore della sua strategia per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva. In tale contesto Horizon 2020, unendo l’innovazione alla ricerca, si propone di creare una generazione di ricercatori europei competitivi a livello mondiale, di rimuovere gli ostacoli all’innovazione e di facilitare la partecipazione sia del settore pubblico che di quello privato ai processi innovativi.
Rispetto al precedente “Settimo Programma Quadro”, il nuovo programma contribuisce a colmare il divario tra ricerca e mercato. Infatti la maggior parte dei finanziamenti si rivolge a quelle attività in grado di produrre risultati commercializzabili. Tale approccio orientato al mercato includerà la creazione di partenariati pubblico – privati per facilitare il reperimento delle risorse necessarie. Inoltre una maggiore attenzione viene posta sulle sfide che emergono dalla società europea, in settori quali l’energia pulita, i trasporti e la sanità. Infine Horizon 2020 pone l’accento sulla partecipazione delle PMI ai programmi di innovazione, le cui regole di accesso e di finanziamento sono state semplificate.

torna su

DESCRIZIONE
La novità del programma è quella di raggruppare, in un unico quadro normativo e con un unico set di regole, tutti i finanziamenti europei dedicati alla ricerca e innovazione. Horizon 2020 è strutturato attorno a tre pilastri.

Il primo pilastro “Eccellenza scientifica” cerca di affrontare la necessità europea di sviluppare, attrarre e trattenere i ricercatori talentuosi e di rispondere alle richieste dei ricercatori di accedere ad infrastrutture migliori. All’interno di tale pilastro si ritrovano i seguenti capitoli:
• consiglio europeo della ricerca – ERC;
• tecnologie emergenti e future (Future and Emerging Technologies) – FET;
• azioni Marie Skłodowska-Curie – MSCA;
• infrastrutture di ricerca.

Il secondo pilastro “Leadership industriale” si pone l’obiettivo di stimolare gli investimenti strategici in tecnologie chiave (ad esempio advanced manufacturing e micro-electronics), sostenere l’innovazione sia nei settori esistenti che in quelli emergenti ed attrarre maggiori investimenti privati a favore della ricerca e dell’innovazione. Questo pilastro è suddiviso in tre capitoli principali:
• leadership nelle tecnologie abilitanti e industriali – LEITs (ICT, nanotecnologie, materiali, biotecnologie, manufacturing, spazio);
• accesso al capitale di rischio;
• innovazione nelle PMI.

Il terzo pilastro “Sfide per la società” è stato concepito per affrontare le necessità che emergono dai cittadini e dalla società europea, nonché sostenere gli obiettivi delle politiche europee attraverso la ricerca e l’innovazione, seguendo un approccio multidisciplinare. Nel programma sono state incluse sette sfide per la società, unitamente a due capitoli aggiuntivi:
• salute, evoluzione demografica e benessere;
• sicurezza alimentare, agricoltura e silvicoltura sostenibili, ricerca marina, marittima e sulle acque interne e bioeconomia;
• energia sicura, pulita ed efficiente;
• trasporti intelligenti, verdi e integrati;
• azione per il clima, ambiente, efficienza delle risorse e materie prime;
• l’Europa in un mondo che cambia – società inclusive, innovative e riflessive;
• società sicure – proteggere la libertà e la sicurezza dell’Europa e dei suoi cittadini.

Oltre ai tre pilastri, Horizon 2020 ha previsto quattro ulteriori capitoli di finanziamento:
• scienza con e per la società;
• diffondere l’eccellenza e ampliare la partecipazione;
• azioni dirette non nucleari del Centro Comune di Ricerca;
• istituto europeo di innovazione e tecnologia;

torna su



BUDGET 2014–2020
Il budget totale approvato è pari a circa € 77 miliardi, suddiviso tra i tre pilastri nel seguente modo:
1. Eccellenza scientifica - € 24,4 miliardi:
1.1 Consiglio europeo della ricerca – ERC: ca € 13 miliardi;
1.2 tecnologie emergenti e future (Future and Emerging Technologies) – FET: ca € 2,7 miliardi;
1.3 azioni Marie Skłodowska-Curie – MSCA: ca € 6,2 miliardi;
1.4 infrastrutture di ricerca: ca € 2,5 miliardi.

2. Leadership industriale - € 17 miliardi:
2.1 Leadership nelle tecnologie abilitanti e industriali – LEITs (ICT, nanotecnologie, materiali, biotecnologie, manufacturing, spazio): ca € 13,6 miliardi;
2.2 accesso al capitale di rischio: ca € 2,8 miliardi;
2.3 innovazione nelle PMI: ca € 0,6 miliardi.

3. Sfide per la società - € 29,7 miliardi:
3.1 salute, evoluzione demografica e benessere: ca € 7,5 miliardi;
3.2 sicurezza alimentare, agricoltura e silvicoltura sostenibili, ricerca marina, marittima e sulle acque interne e bioeconomia: ca € 3,9 miliardi;
3.3 energia sicura, pulita ed efficiente: ca € 5,9 miliardi;
3.4 trasporti intelligenti, verdi e integrati: ca € 6,3 miliardi;
3.5 azione per il clima, ambiente, efficienza delle risorse e materie prime: ca € 3,1 miliardi;
3.6 l’Europa in un mondo che cambia – società inclusive, innovative e riflessive: ca € 1,3 miliardi;
3.7 società sicure – proteggere la libertà e la sicurezza dell’Europa e dei suoi cittadini: ca € 1,7 miliardi.
3 Bis Scienza con e per la società: ca € 0,5 miliardi.
3 Ter Diffondere l’eccellenza e ampliare la partecipazione: ca € 0,8 miliardi.

4. Azioni dirette non nucleari del Centro Comune di Ricerca – CCR: ca € 1,9 miliardi;

5. Istituto europeo di innovazione e tecnologia – EIT: ca € 2,7 miliardi.

Particolare attenzione va posta nei confronti delle PMI, al cui budget previsto nel capitolo “Innovazione per le PMI” si aggiungerà il 20% del budget destinato alle sfide per la società ed ai capitoli “LEITs” e “Accesso al capitale di rischio”.
Infine nell’ambito di Horizon 2020 verranno finanziati i partenariati pubblico – privati, le cui attività verranno finanziate nell’ambito dei pilastri di Horizon 2020 a seconda del settore di competenza. Tali partenariati possono essere implementati attraverso:

iniziative tecnologiche congiunte - Joint Technology Initiatives – JTI (ca € 7,6 miliardi di cui € 6,4 dal programma Horizon 2020 e € 1,2 dagli Stati membri):
• Innovative Medicines Initiative 2 – IMI: ca € 1,7 miliardi;
• Clean Sky 2: € 1,8 miliardi;
• Fuel Cells and Hydrogen 2 – FCH: € 0,7 miliardi;
• Bio-based Industries: € 1 miliardo;
• Electronic Components and Systems: ca € 1,2 miliardi unitamente a € 1,2 miliardi forniti dagli Stati membri;
• Single European Sky ATM Research – SESAR: € 0,6 miliardi;
• Partenariati contrattuali (€ 6,2 miliardi):
• Partenariato FoF - Factories of the Future: ca € 1,2 miliardi;
• Partenariato EeB - Energy-Efficient Buildings: € 0,6 miliardi;
• European Green Vehicles Initiative: ca € 0,8 miliardi;
• Parternariato SPIRE – Sustainable Process Industry through Resource and Energy Efficiency: € 0,9 miliardi;
• 5G networks for the Future Internet: € 0,7 miliardi;
• High Performance Computing: € 0,7 miliardi;
• Robotica: € 0,7 miliardi;
• Fotonica: € 0,7 miliardi.

I finanziamenti indicativi previsti dall’Unione europea (con il contributo degli Stati membri) si pongono l’obiettivo di attirare altrettanti investimenti dal settore privato.
Sono inoltre previsti partenariati pubblico – pubblico, il cui scopo è quello di consentire agli Stati membri di realizzare programmi congiunti di ricerca:
• European and Developing Countries Clinical Trials Partnership 2 - EDCTP 2: ca € 0,7 miliardi;
• European Metrology Research Programme – EMPIR: € 0,3 miliardi;
• Eurostars 2 (for SMEs): ca € 0,3 miliardi;
• Active and Assisted Living Research and Development Programme: ca € 0,2 miliardi.

torna su

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
Regolamento (UE) n. 1291/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio dell’11 dicembre 2013 che istituisce il programma quadro di ricerca e innovazione (2014-2020) – Horizon 2020 e abroga la decisione n. 1982/2006/CE.

LINK
Horizon 2020
Portale per i partecipanti ad Horizon 2020


NEWS
Leggi le news su Horizon2020.

torna su




Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html