Commissioni Terapeutiche Aziendali (CTA) e Comitato di Coordinamento delle CTA

 

Con la DGR n. 952 del 18.6.2013  la Regione del Veneto ha riorganizzato la rete delle Commissioni Terapeutiche su due livelli: uno regionale, rappresentato dalla Commissione Tecnica Regionale Farmaci (CTRF) ed uno locale, rappresentato dalle Commissioni Terapeutiche Aziendali (CTA).

La CTRF e le CTA svilupperanno azioni di governo in modo coordinato sui differenti setting assistenziali: ospedaliero, dimissione, visita specialistica, assistenza sanitaria territoriale.

Comitato di Coordinamento delle CTA (CC-CTA)
Con la DGR n. 952 del 18.06.2013 è stato attivato anche un Comitato di Coordinamento delle Commissioni Terapeutiche Aziendali (CC-CTA) e aggiornato con la DGR n. 425 del 6.4.2017, per gestire i rapporti tra la CTRF e le CTA, deputato all’acquisizione e all’approfondimento di decisioni, attività ed eventuali criticità sollevate dalle singole CTA.
Tale organo è presieduto dal Responsabile della Unità Organizzativa Farmaceutico Regionale o suo delegato e composto dai Presidenti delle CTA, il coordinatore della Segreteria tecnico-scientifica di ogni CTA e alcuni rappresentanti della CTRF.

Il CC-CTA si riunirà per le seguenti finalità:
- coordinare e uniformare le modalità organizzative e le attività delle singole CTA;
- condividere e discutere approfondimenti o eventuali decisioni adottate dalla CTRF;
- condividere eventuali criticità su problematiche farmaceutiche di ambito territoriale e ospedaliero.


Commissioni Terapeutiche Aziendali (CTA)
Con la stessa DGR n. 952 del 18.06.2013 è stata abrogata la DGR n. 1024 del 23.3.1976 di adozione di un Prontuario Terapeutico Ospedaliero Regionale (PTORV) nonché tutti i successivi provvedimenti di aggiornamento dei farmaci ivi inseriti. Di conseguenza, i Prontuari Terapeutici Aziendali (PTA) diventano strumenti essenziali per le singole strutture locali, vincolanti ai fini della prescrizione e dell’acquisto di farmaci.
Nel rispetto dell’art. 10 della Legge 8.11.2012, n. 189 (Legge Balduzzi), i medicinali che presentano requisiti di innovatività terapeutica dovranno essere resi immediatamente disponibili agli assistiti e a carico del Sistema Sanitario Nazionale, a prescindere dal loro inserimento nel PTA.
Le CTA hanno il compito di:

- aggiornare regolarmente il proprio PTA con particolare attenzione all’inclusione di farmaci che a parità di utilizzo sono economicamente vantaggiosi tenuto conto dell’eventuale ricaduta territoriale dei costi. Il PTA è strumento vincolante ai fini della prescrizione e l’acquisto dei farmaci all’interno della ASL/AO/IRCCS di competenza e dovrà soddisfare le esigenze del territorio e delle aree specialistiche esistenti.
Nel rispetto dell’art. 10 della legge 8.11.2012, n. 189 (Legge Balduzzi), i medicinali che presentano requisiti d’innovatività terapeutica dovranno essere resi immediatamente disponibili agli assistiti e a carico del Sistema Sanitario Nazionale, a prescindere dal loro inserimento nel PTA;
- aggiornare il Prontuario delle Residenze Sanitarie assistenziali;
- esprimere parere in merito alla richiesta di autorizzazione alla prescrizione di nuove entità terapeutiche Cnn per singolo paziente (Decreto 94 del 16/09/2016);
- diffondere e verificare l’applicazione delle Raccomandazioni e delle Linee di indirizzo definite dalla CTRF anche attraverso la realizzazione di audit con i centri prescrittori e i Medici di Medicina Generale;
- supportare la CTRF nella revisione dei centri autorizzati alla prescrizione di farmaci con PT/nota AIFA o di ambito specialistico;
- dare applicazione alla Legge n. 405/2001 e agli indirizzi regionali in tema di distribuzione per conto (DPC) e distribuzione diretta;
- definire percorsi autorizzativi finalizzati all’erogazione dei farmaci per pazienti presi in carico dai servizi distrettuali nel rispetto della normativa sui Livelli Essenziali di Assistenza;
- monitorare in modo congiunto la spesa farmaceutica ospedaliera e territoriale e gli obiettivi di appropriatezza sui farmaci assegnati alle Aziende Sanitarie attuando iniziative per il miglioramento della performance; 
- verificare l’applicazione della normativa nazionale e regionale (Dgrv 1307/2007) in materia d’informazione scientifica;
- svolgere programmi di formazione e informazione indipendente finalizzati a sensibilizzare gli operatori sanitari in merito a tematiche di ambito farmaceutico, soprattutto indirizzati verso quei farmaci caratterizzati da criticità d’impiego e/o ad alto costo;

 


Provvedimenti

  • DGR n. 952 del 18.6.2013 Nuova disciplina di riordino della rete regionale delle Commissioni Terapeutiche preposte al controllo dell’appropriatezza prescrittiva, al governo della spesa farmaceutica e alla definizione dei Prontuari Terapeutici Aziendali (PTA). Abrogazione DGR n. 1024/1976 e s.m.i.
  • DGR n. 425 del 6.4.2017 Rete regionale delle Commissioni preposte alla valutazione dei farmaci istituita con D.G.R. n. 952 del 18.6.2013. Integrazione delle funzioni della Commissione Tecnica Regionale Farmaci e delle Commissioni Terapeutiche Aziendali. Aggiornamento della composizione della Commissione Tecnica Regionale Farmaci.
 



Elenco delle CTA






Contatti
Dr.ssa Roberta Rampazzo
Segreteria
Tel. 041.279.3412/3415/3406
Fax 041.279.3468
Mail: assistenza.farmaceutica@regione.veneto.it

 

 



Data ultimo aggiornamento: 12/06/2017

Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html