Professioni del turismo montano


All'interno di questa scheda puoi trovare le seguenti voci:



Inoltre, puoi consultare un'altra scheda denominata Professioni turistiche.

 

Guida alpina

La professione di guida alpina si articola in due gradi:
a) aspirante guida;
b) guida alpina-maestro di alpinismo.
Le attività consentite alle guide alpine sono elencate negli articoli 4 e 5 della Legge regionale n. 1 del 3 gennaio 2005.
L'esercizio stabile della professione di guida alpina, nei due gradi di aspirante guida e guida alpina-maestro di alpinismo, è subordinato all'iscrizione negli appositi albi professionali, tenuti dal Collegio Guide alpine del Veneto.
Requisiti di base:
• età minima di diciotto anni per gli aspiranti guida e di ventuno anni per le guide alpine-maestri di alpinismo
abilitazione tecnica
• cittadinanza italiana o di altro stato appartenente all’Unione europea
• idoneità psicofisica attestata da un certificato medico rilasciato dall’azienda ULSS del comune di residenza o di domicilio
• possesso del diploma della scuola dell’obbligo
• non aver subito condanne penali che comportino l’interdizione dai pubblici uffici o per le quali non sia stata applicata la sospensione condizionale della pena, salvo avere ottenuto la riabilitazione

Si segnala la DGR n. 616 del 05/05/2016 "Istituzione corsi di aggiornamento professionale per guide alpine anno 2016. L.R. 1/2005, art. 10".
 
Inizio pagina

 Abilitazione alle professioni di guida alpina

L’abilitazione tecnica all’esercizio della professione di guida alpina-maestro di alpinismo, di aspirante guida e di accompagnatore di media montagna è prevista dall'articolo 8 della Legge regionale n. 1 del 3 gennaio 2005 e si consegue mediante la frequenza di appositi corsi teorico-pratici ed il superamento dei relativi esami.
In particolare, l’ammissione ai corsi di aspirante guida, a numero chiuso, è subordinata alla presentazione di un curriculum alpinistico, alla frequenza di un corso propedeutico ed al superamento di una prova dimostrativa attitudinale pratica.
L'ammissione ai corsi di guida alpina-maestro di alpinismo richiede un percorso formativo più breve perché può avvenire dopo aver praticato la professione di aspirante guida per almeno due anni.
I percorsi formativi sono organizzati dal Settore Sport della Regione del Veneto con la collaborazione del Collegio Guide alpine del Veneto.
L'organizzazione della preselezione per l'ammissione ai corsi di aspirante guida alpina per il biennio 2017-201 è stata approvata con la DGR n. 2042 del 23/12/2015.
La scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione alla preselezione era il 18 gennaio 2016.
La DGR n. 232 del 03/03/2016 ha autorizzato il Collegio Regionale Veneto Guide Alpine - Maestri di Alpinismo ad organizzare il percorso formativo finalizzato al conseguimento del titolo di guida alpina – maestro di alpinismo, stabilendo la scadenza per la presentazione delle domande al 31 marzo 2016.

Pagina web del Collegio Guide alpine del Veneto.
Pagina web guide alpine e percorsi formativi.

inizio pagina

Accompagnatore di media montagna

L’accompagnatore di media montagna svolge professionalmente, anche in modo non esclusivo e non continuativo, l’attività di accompagnamento in escursioni su terreno montano, con l’esclusione delle zone rocciose, dei ghiacciai, dei terreni innevati e di tutti gli itinerari che richiedono per la progressione l’uso di tecniche e di materiali alpinistici ed illustra alle persone accompagnate le caratteristiche dell’ambiente montano percorso (Legge Regionale n. 1 del 3 gennaio 2005, art. 5bis).
La DGR n. 1276 del 22/07/2014 ha individuato “… tutto il territorio montano Veneto quale area nella quale è consentita l'attività di accompagnatore di media montagna, con la sola esclusione dell'accesso a rocce, ghiacciai e terreno innevato e in tutti quegli ambienti nei quali, la progressione e la sicurezza del cliente richiedano l'utilizzo di materiali e tecniche alpinistiche e sci alpinistiche”.
L’esercizio della attività di accompagnatore di media montagna è subordinato all’iscrizione in apposito elenco speciale tenuto dal Collegio regionale delle guide alpine.
Requisiti di base:
• Compimento del 18° anno d’età
abilitazione tecnica
• cittadinanza italiana o di altro stato appartenente all’Unione europea
• idoneità psicofisica attestata da un certificato medico rilasciato dall’azienda ULSS del comune di residenza o di domicilio
• possesso del diploma della scuola dell’obbligo
• non aver subito condanne penali che comportino l’interdizione dai pubblici uffici o per le quali non sia stata applicata la sospensione condizionale della pena, salvo avere ottenuto la riabilitazione
Con la DGR n. 365 del 24/03/2015 è stato istituito il corso di formazione per accompagnatore di media montagna per il biennio 2016/2017. La scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione alle preselezioni era il 13 maggio 2016.

Pagina web del Collegio Guide alpine del Veneto.
Pagina web percorsi formativi.

Inizio pagina

Maestro di sci nelle discipline alpina, fondo e snowboard


Il maestro di sci insegna professionalmente, anche in modo non esclusivo e non continuativo, a persone singole e a gruppi di persone, le tecniche sciistiche nella specifica disciplina per la quale ha ottenuto l'iscrizione all'albo.
Le tecniche sciistiche devono essere esercitate con l'attrezzo di rispettiva competenza su piste da sci, itinerari sciistici, percorsi di sci fuori pista ed escursioni sciistiche, che non comportino difficoltà richiedenti l'uso di tecniche e materiali alpinistici, quali corda, piccozza, ramponi o similari (Legge Regionale n. 2 del 3 gennaio 2005).

L’esercizio stabile o temporaneo della professione di maestro di sci è subordinato al possesso dei seguenti requisiti: 
a) idoneità psicofisica attestata da certificato medico rilasciato dalla struttura sanitaria competente; 
b) non avere riportato condanne penali che comportino l’interdizione, anche temporanea, dall’esercizio della professione, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione; 
c) abilitazione tecnico-pratica, didattica e culturale. 

Abilitazione alle discipline di maestro di sci

L'abilitazione all'esercizio della professione di maestro di sci si consegue mediante la frequenza di corsi di formazione tecnico-pratica, didattica e culturale e il superamento dei relativi esami. 

L'ammissione ai corsi di formazione è subordinata al superamento di una prova dimostrativa attitudinale pratica distinta per le discipline alpina, del fondo e dello snowboard,

L'abilitazione all'esercizio della professione riguarda distintamente: 
a) la disciplina alpina; 
b) la disciplina del fondo; 
c) la disciplina dello snowboard. 

La Giunta regionale istituisce, almeno ogni due anni, corsi di formazione propedeutici all'esame di abilitazione all'insegnamento dello sci.

Gli ultimi percorsi formativi per l'abilitazione alla professione di maestro di sci sono stati adottati con i seguenti provvedimenti:
Disciplina alpina, Deliberazione della Giunta Regionale n. 97 del 31 gennaio 2017
Disciplina fondo, Deliberazione della Giunta Regionale n. 98 del 31 gennaio 2017
Disciplina snowboard, Deliberazione della Giunta Regionale n. 99 del 31 gennaio 2017
La scadenza per la domanda di ammissione alla prova dimostrativa attitudinale di preselezione era il 23 febbraio 2017.

La Deliberazione della Giunta Regionale n. 463 del 6 aprile 2017 ha autorizzato la presentazione delle domande di ammissione ai corsi di formazione per aspiranti maestri di sci per le discipline alpino, fondo e snowboard. Si rinvia alla citata DGR 463/2017 per gli avvisi che individuano i soggetti che hanno titolo alla presentazione della domanda e  i modelli di domanda.
La scadenza per la presentazione delle domande è fissata alle ore 13:00 del 2 maggio 2017.

L'abilitazione porta all'iscrizione all'albo professionale dei maestri sci la cui validità è triennale.
L'iscrizione si rinnova dopo la frequenza di appositi corsi di aggiornamento isituiti dalla Giunta Regionale.
La Deliberazione della Giunta Regionale n. 459 del 6 aprile 2017 (1° provvedimento anno 2017) ha autorizzato i corsi di aggiornamento.
La gestione dei corsi è affidata al Collegio Regionale Veneto Maestri di Sci, a cui si rinvia.

La citata DGR 459/2017 oltre ai corsi di aggiornamento professionale per le discipline alpino, fondo e snowboard ha approvato anche i seguenti corsi di specializzazione e qualifica per maestri di sci, previsti dall'art. 8 della Legge regionale n. 2 del 3 gennaio 2005:

  • corso di specializzazione per l'insegnamento del freeride e new school
  • corso di specializzazione per l'insegnamento del telemark
  • corso di specializzazione per l'insegnamento ai bambini
  • corso di specializzazione per l'insegnamento ai diversamente abili
  • corso di specializzazione per l'insegnamento del "fondo escursionistico"
  • corso di qualifica di esperto in lingua inglese

La gestione dei corsi è affidata sempre al Collegio Regionale Veneto Maestri di Sci, a cui si rinvia.

Pagina web maestri di sci e percorsi formativi.
L’albo professionale regionale dei maestri di sci è tenuto dal Collegio Regionale Veneto Maestri di Sci.
 

Contatti

Unità Organizzativa Sport presso la Direzione Beni attività culturali e sport della Regione del Veneto:
Palazzo Sceriman - Cannaregio, 168 - 30121 Venezia
Tel. 041/2792411 - fax 041 2792783 - beniattivitaculturalisport@regione.veneto.it
PEC: beniattivitaculturalisport@pec.regione.veneto.it

Collegio regionale delle guide alpine

Collegio Regionale Veneto Maestri di Sci

Inizio pagina



Data ultimo aggiornamento: 11/04/2017

turismo montano: alcune iniziative a livello locale
segnala una iniziativa

Compila il form online, dedicato agli Enti del territorio, per poter segnalare iniziative istituzionali rivolte ai cittadini del Veneto che saranno pubblicate e segnalate all'interno di queste pagine.



Data ultimo aggiornamento: 09/12/2015