vai al contenuto principale
Archivio News
Notizia del 24/10/2018

Informazioni utili in caso di incidente stradale causato da animali selvatici

24/ott/2018 | On line la modulistica per accedere ai rimborsi

Notizia del 20/10/2018

Referendum consultivo per l'indipendenza del Veneto. Modalità per la restituzione delle somme versate

20/ott/2018 | Modalità per la restituzione delle somme versate

Notizia del 28/08/2018

Legge regionale 03 novembre 2017, n. 39

28/ago/2018 | Norme in materia di edilizia residenziale pubblica

Notizia del 13/06/2018

Canoni Demaniali

13/giu/2018 | E' disponibile il pagamento on line attraverso la procedura MyPay

Veneto e Cina, dialogo avviato per il dopo-Expo

08/10/2015
$htmlUtil.escape(descrizione_immagine) (AVN) Milano, 8 ottobre 2015

Il ‘made in Italy’ inedito e soprattutto il ‘made in Veneto’ piace ai cinesi. Il dopo Expo per il Veneto è già iniziato e parla cinese. A conclusione della settimana del Veneto all’Expo l’assessore regionale Giuseppe Pan ha incontrato - nel China Corporate United Pavilion - una rappresentanza dell’imprenditoria del distretto industriale di Shanghai, la capitale economica della Cina.  Un incontro reso possibile dalla rete di relazioni intessuta nelle settimane di Expo tra le diverse delegazioni nazionali e, in particolare, dai contatti sorti tra le dieci filiere del settore primario del Veneto e il segretario generale del China Corporate United Pavilion, Stefano Mologni, rivolti  a creare i presupposti per una partnership di investimenti, in particolare nel settore agroalimentare. “Gli investitori cinesi, e in particolare il distretto tecnologico e industriale di Shanghai – ha prospettato il rappresentante italiano del settore ‘Corporate’ della presenza cinese a Expo -  stanno promuovendo relazioni internazionali e guardano con grande interesse a investimenti in aziende italiane di nicchia, con prodotti di qualità e ad alto valore aggiunto, come quelli della filiera agroalimentare, capaci di rispondere alle esigenze di una fascia emergente di consumatori cinesi che cercano la qualità medio-alta ad un prezzo accessibile”. “La Cina sta modernizzando la sua agricoltura. Non vediamo l’ora di scambiare le nostre competenze con altre nazioni perché insieme si possa garantire sicurezza alimentare e un avanzamento nella civilizzazione umana”, aveva annunciato il presidente Xi Jinping salutando l’inaugurazione del padiglione nazionale. “A cinque mesi da quelle dichiarazioni, l’incontro odierno nel padiglione degli affari – commenta l’assessore Pan - conferma il progetto cinese di marketing territoriale, ricerca di contatti, business, politica e relazioni pubbliche. Le filiere venete dell’agroalimentare sono pronte a candidarsi come partners privilegiati per nuovi contratti di fornitura orientati ad un potenziale mercato di 600 milioni di consumatori di fascia medio-alta”.
giuseppe pan