SANITA’: VENETO AL TOP IN STUDIO UNIVERSITA’ TOR VERGATA

27/01/2015
“Dedicato ai tagliatori di buone pratiche in sanità, Renzi in testa. Mi chiedo con che coraggio si possa pretendere da questo Veneto e dalla sua sanità d’eccellenza un nuovo taglio da 240 milioni di euro nel 2015. Basterebbe che si leggessero l’esito dello studio degli esperti di Tor Vergata, non di Padova, Verona o Venezia, per capire quale insopportabile ingiustizia stiano perpetrando sulla pelle dei cittadini veneti e per vergognarsi, almeno un po’, anche se la giusta cosa da fare sarebbe ravvedersi, chiedere scusa, e ripartire dall’applicazione rigida dei costi standard in tutta Italia. Un ottimo motivo in più per salire sulle barricate contro i tagli indiscriminati”.

E’ questo il commento del Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ai contenuti dello studio sulla sanità regionale in Italia, realizzato dal Consorzio per la Ricerca Economica Applicata in Sanità (CREA) dell’Università di Tor Vergata, pubblicato sul Sole 24 Ore Sanità.

“Questo studio – aggiunge Zaia – costituisce un atto d’accusa all’attuale classe politica di Governo, cieca e sorda al richiamo dell’equità in un settore tanto delicato e sensibile come la salute della gente e al contempo una testimonianza forte, perché basata su un approccio scientifico, della qualità della nostra sanità, dei nostri sanitari e dei nostri managers. Assieme alle altre solite Regioni virtuose potremmo insegnare al resto d’Italia. Invece, come il resto d’Italia, anche quella che spreca, anzi di più, ci si vuol far pagare ancora una volta. Il nostro no è totale, e per difenderci siamo pronti a salire sulle barricate, anzi ci siamo già saliti”.

“Come nello sport – dice l’Assessore alla Sanità Luca Coletto – anche queste medaglie arrivano grazie all’impegno e alla fatica quotidiana di 95 mila uomini e donne, medici, infermieri, amministrativi, managers che gettano tutti i giorni il cuore oltre l’ostacolo per contribuire all’impegno della Regione di mantenere i conti in ordine senza intaccare i servizi ai malati. Un miracolo quotidiano, che da quattro anni riusciamo a ripetere, unici in Italia a non avere nemmeno un centesimo di addizionale Irpef sulla sanità. Da Monti a Renzi, passando per Letta – aggiunge Coletto – sono anni che Roma tenta di distruggere questo miracolo, e ci sta provando anche in queste ore. Ci difenderemo con le unghie e con i denti, perché il nostro mandato è difendere il diritto costituzionale alla salute dei nostri cittadini, messo ogni minuto di più in discussione”.
Archivio News
Notizia del 13/06/2018

Canoni Demaniali

13/giu/2018 | E' disponibile il pagamento on line attraverso la procedura MyPay

Notizia del 30/04/2018

Intesa regionale per gli investimenti

30/apr/2018 | Approvata la conclusione dell’Intesa regionale per gli investimenti degli enti territoriali per il 2018

Notizia del 25/01/2018

Complesso immobiliare denominato "Castello del Catajo"

25/gen/2018 | Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo " Comunicazione di avvio del procedimento"

Notizia del 08/11/2017

Docenza in materia di contratti pubblici

08/nov/2017 | Costituzione di una 'long list' per il conferimento di incarichi

Notizia del 12/09/2017

Informazioni utili in caso di incidente stradale causato da animali selvatici

12/set/2017 | On line la modulistica per accedere ai rimborsi