Archivio Comunicati
Notizia n. 1489 del 16/09/2019

GRANDE RACCORDO ANULARE DI PADOVA. ASSESSORE DE BERTI: “PER LA REGIONE È UN’OPERA DI ASSOLUTA IMPORTANZA STRATEGICA”

16/set/2019 | assessore alle infrastrutture e trasporti Elisa De Berti, precisando che proprio la Regione aveva a suo tempo chiesto l’inserimento del Grande Raccordo Anulare di Padova nel Programma delle Opere Strategiche a livello nazionale

Notizia n. 1488 del 16/09/2019

DOMANI ZAIA A POSA PRIMA PIETRA POLO INTERNAZIONALE H-CAMPUS A CA’ TRON

16/set/2019 | DOMANI ZAIA A POSA PRIMA PIETRA POLO INTERNAZIONALE H-CAMPUS A CA’ TRON

Notizia n. 1487 del 16/09/2019

INAUGURATA A CESAROLO DI SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO NUOVA ROTATORIA. ASSESSORE DE BERTI: “MAGGIOR SICUREZZA E VIABILITÀ PIÙ SNELLA IN UNO DEI PRINCIPALI COMUNI BALNEARI DEL VENETO”

16/set/2019 | Così l’assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, sottolinea l’importanza della nuova rotatoria lungo la S.R. 74 e via Malamocco, in località Cesarolo, nel Comune di San Michele al Tagliamento (Ve), inaugurata oggi.

Notizia n. 1486 del 16/09/2019

BILANCIO REGIONALE 2018 ACCESSIBILE SUL WEB. VICEPRESIDENTE FORCOLIN, “ANCORA UN ANNO SENZA AUMENTO DELLA PRESSIONE FISCALE E RIDUZIONE DEI SERVIZI. IL DOCUMENTO CONFERMA LA VIRTUOSITA’ DEL VENETO A LIVELLO NAZIONALE”

16/set/2019 | BILANCIO REGIONALE 2018 ACCESSIBILE SUL WEB. VICEPRESIDENTE FORCOLIN, “ANCORA UN ANNO SENZA AUMENTO DELLA PRESSIONE FISCALE E RIDUZIONE DEI SERVIZI. IL DOCUMENTO CONFERMA LA VIRTUOSITA’ DEL VENETO A LIVELLO NAZIONALE”

Notizia n. 1485 del 14/09/2019

FOIBE: ASSOLTO INSEGNANTE PER VOLANTINI CONTRO ‘RED LAND’, DONAZZAN, “RAMMARICO PER UNA ARCHIVIAZIONE DISEDUCATIVA CHE OFFENDE LA MEMORIA”

14/set/2019 | FOIBE: ASSOLTO INSEGNANTE PER VOLANTINI CONTRO ‘RED LAND’, DONAZZAN, “RAMMARICO PER UNA ARCHIVIAZIONE DISEDUCATIVA CHE OFFENDE LA MEMORIA”

IMAM CACCIATO DA TREVISO. ZAIA, “COSE DA NON CREDERCI, GRAZIE ALL’ARMA CHE FA SEMPRE IL SUO LAVORO PER IL BENE DELLA COMUNITA’”

Comunicato stampa N° 1128 del 11/07/2019
 (AVN) Venezia, 11 luglio 2019
 
“Sono cose che a sentirle raccontare potrebbero perfino non sembrarci vere, da quanto sembrano riportarci in anni oscuri in cui i bambini erano alla mercè del maestro.  Invece sono vere ma per fortuna, grazie ai Carabinieri di Vittorio Veneto, per questi piccoli malcapitati l’incubo è finito. Ai militari e alla magistratura inquirente va tutto il nostro ringraziamento per non tenere bassa la guardia contro chiunque non capisca che a casa nostra nessuno può sentirsi al di sopra delle regole”.
 
Così il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia esprime soddisfazione per l’indagine dell’Arma in una scuola coranica a Pieve di Soligo, dove sembra che l’imam intervenisse con pene corporali e maltrattamenti pesanti sui ragazzini che non apprendevano nel modo da lui sperato.
 
“Non ci stancheremo mai di ripeterlo – prosegue Zaia -. Nessuno può scambiare il Veneto per una terra dove si può fare di tutto e delinquere impuniti. Mentre a Roma c’è chi fa le pulci alla scuola che prevediamo con l’autonomia, personaggi come questo imam applicano metodi di insegnamento che nulla hanno a che fare con l’educazione e sanno solo di sopraffazione verso i più deboli. Qualcuno ci parlerà, con il solito finto buon senso di facciata, delle difficoltà create dall’integrazione multietnica. Noi, invece, pensiamo che persone del genere vadano perseguite e non debbano restare nella nostra terra. Per questo rinnovo il mio plauso ai Carabinieri che ancora una volta hanno dimostrato di saper fare il loro mestiere per il bene della comunità”.
 


Data ultimo aggiornamento: 11/07/2019