vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 263 del 18/02/2019

TRAPIANTI. LANZARIN “UN SUCCESSO FATTO DI SCIENZA E GENEROSITA’. E’ IL VENETO DELL’INTEGRAZIONE DI FATTO TRA SANITA’ E SOCIALE”

18/feb/2019 | TRAPIANTI. LANZARIN “UN SUCCESSO FATTO DI SCIENZA E GENEROSITA’. E’ IL VENETO DELL’INTEGRAZIONE DI FATTO TRA SANITA’ E SOCIALE”

Notizia n. 257 del 18/02/2019

FONDAZIONE VENETO FILM COMMISSION. L’ASSESSORE CORAZZARI PRESENTA IL NUOVO CDA PRESIEDUTO DA LUIGI BACIALLI: “FACCIAMO CRESCERE LE PROFESSIONALITÀ TECNICHE E ARTISTICHE DELLA NOSTRO TERRITORIO”

18/feb/2019 | assessore alla cultura e al territorio, della Regione del Veneto, Cristiano Corazzari ha presentato stamane a Venezia i componenti Consiglio d’Amministrazione della Fondazione “Veneto Film Commission”,

Notizia n. 259 del 18/02/2019

TURISMO E TURISTI NEL VENETO: UNO STUDIO DELLA REGIONE RIVELA LE CARATTERISTICHE DELLA PRINCIPALE INDUSTRIA DEL TERRITORIO

18/feb/2019 | Federico Caner Assessore portale della Regione del Veneto, studio ampio e approfondito sul turismo realizzato dall’Ufficio di Statistica regionale intitolato “Analisi del Sistema turistico del Veneto: la domanda, l’offerta, l’impatto economico, sociale e ambientale

Notizia n. 260 del 18/02/2019

SANITÀ: SOPRALLUOGO ASSESSORE LANZARIN AL CENTRO REGIONALE PER L'AUTISMO DI VERONA E AL POLO OSPEDALIERO DI BORGO TRENTO

18/feb/2019 | SANITÀ: SOPRALLUOGO ASSESSORE LANZARIN AL CENTRO REGIONALE PER L'AUTISMO DI VERONA E AL POLO OSPEDALIERO DI BORGO TRENTO

Notizia n. 262 del 18/02/2019

VENETO IN GINOCCHIO. APRE DOMANI A ROCCA PIETORE IL PRIMO PRESIDIO OPERATIVO A SUPPORTO DEI TERRITORI COLPITI DALLA TEMPESTA “VAIA”

18/feb/2019 | VENETO IN GINOCCHIO. APRE DOMANI A ROCCA PIETORE IL PRIMO PRESIDIO OPERATIVO A SUPPORTO DEI TERRITORI COLPITI DALLA TEMPESTA “VAIA”

LAVORI DI RIPRISTINO IN CORRISPONDENZA DEL PONTE DEI CAVALLI A DOLO (VE). BOTTACIN: “INTERVENTO TEMPESTIVO PER LA SICUREZZA IDRAULICA”

Comunicato stampa N° 1201 del 17/08/2018
(AVN) – Venezia, 17 agosto 2018
 
È stato avviato nei giorni scorsi e si concluderà entro l’autunno l’intervento di somma urgenza a seguito del cedimento strutturale del manufatto idraulico in corrispondenza del Ponte dei Cavalli sullo scaricatore di Dolo, in provincia di Venezia.
 
L’area era stata interclusa a fine luglio, con la contestuale rimozione delle griglie ferma erbe che ostruivano il libero deflusso delle acque, dopo che la struttura si era deformata a seguito del cedimento.
 
In un primo momento si è provveduto alla pulizia in corrispondenza del manufatto e sono state valutate le soluzioni tecniche più idonee al ripristino.
 
“L’intervento, del valore di 200 mila euro – spiega l’assessore regionale alla difesa del suolo, Gianpaolo Bottacin –, permetterà di ripristinare il manufatto idraulico necessario a intercettare il materiale erboso trasportato dalla corrente lungo il Naviglio Brenta, a generale tutela della sicurezza idraulica e più specificamente di quella della conca di navigazione e dei molini storici posti più a valle, oltreché della passerella ciclopedonale”.
 
Dal punto di vista tecnico si tratta di un intervento di totale ricostruzione dell’opera, anche per la sua vetustà, previa messa in asciutto del tratto di Naviglio Brenta interessato, per un’estensione di circa 25 metri, con la sostituzione della vecchia griglia metallica e del manufatto di sostegno con altro avente tipologia e struttura simile.
 
“I lavori in corso d’esecuzione, fatti  nel rispetto del vincolo paesaggistico – dettaglia l’assessore –, prevedono altresì il completo rifacimento della platea di fondazione e la realizzazione di un nuovo sistema di eliminazione delle infiltrazioni di fondo e laterali mediante infissione di una linea di palancole”.
 
Sono inoltre previste le predisposizioni per la posa della passerella ciclopedonale e per un futuro sistema di pulizia automatizzato delle griglie ferma erba.
Per questo intervento le strutture regionali si sono costantemente tenute in contatto col Comune di Dolo, che, attraverso Veritas, si fa carico della pulizia del materiale trasportato dalla corrente, come stabilito da una delibera regionale, ed è stata  concordata una suddivisione delle attività, secondo le relative competenze, nella piena collaborazione delle parti.
 
“Continua l’opera di bonifica – conclude Bottacin – e di messa in sicurezza dal punto di vista idraulico del territorio, con centinaia di cantieri attivi in tutta la Regione”. 


Data ultimo aggiornamento: 17/08/2018

difesa del suolo gianpaolo bottacin