vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 638 del 24/04/2019

PFAS. LETTERA DELL’AVVOCATURA DELLA REGIONE VENETO ALLE SOCIETA’ COINVOLTE: “GARANTIRE L’APPLICAZIONE INCONDIZIONATA DI TUTTE LE MISURE DI PREVENZIONE IN ESSERE E FUTURE”

24/apr/2019 | PFAS. LETTERA DELL’AVVOCATURA DELLA REGIONE VENETO ALLE SOCIETA’ COINVOLTE: “GARANTIRE L’APPLICAZIONE INCONDIZIONATA DI TUTTE LE MISURE DI PREVENZIONE IN ESSERE E FUTURE”

Notizia n. 636 del 24/04/2019

TERZA EDIZIONE DE “IL VENETO LEGGE”. ASSESSORE REGIONALE: “LA CELEBRAZIONE DI QUELL’INSOSTITUIBILE COMPAGNO DI VIAGGIO CHIAMATO LIBRO”

24/apr/2019 | Cristiano Corazzari assessore regionale alla cultura saluta l’avvio dell’edizione 2019, la terza, de “Il Veneto Legge”, progetto di promozione della lettura, in particolare quella “di gruppo”, che si concluderà con la Maratona di lettura venerdì 27 settembre 2019

Notizia n. 637 del 24/04/2019

INTERVENTI DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO DI SUOLO E PER LA RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E AMBIENTALE: REGIONE FINANZIA BANDO CON 200 MILA EURO

24/apr/2019 | La Giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale al territorio Cristiano Corazzari ha approvato una deliberazione che, in attuazione della L.R. 14/2017, “Disposizioni per il contenimento del consumo di suolo”, promuove il finanziamento, attraverso apposito bando, degli interventi di riqualificazione edilizia e ambientale, per la rigenerazione urbana

Notizia n. 635 del 24/04/2019

BONIFICA E RIPRISTINO AMBIENTALE SITI INQUINATI: APPROVATO BANDO PER ASSEGNAZIONE DI UN MILIONE DI EURO COMPLESSIVI. ASSESSORE REGIONALE ALL’AMBIENTE: “IMPORTANTE BOCCATA D’OSSIGENO PER I COMUNI”

24/apr/2019 | Su proposta dell’assessore all’ambiente Gianpaolo Bottacin, la Giunta regionale del Veneto ha approvato un bando attraverso il quale si prevede l’assegnazione di risorse per la bonifica e il ripristino ambientale di siti inquinati.

Notizia n. 634 del 24/04/2019

METEO. STATO DI ATTENZIONE IN VENETO PER CRITICITA’ IDRAULICA E IDROGEOLOGICA

24/apr/2019 | METEO. STATO DI ATTENZIONE IN VENETO PER CRITICITA’ IDRAULICA E IDROGEOLOGICA

STRADA STATALE TRANSPOLESANA. ASSESSORE DE BERTI: “NON LA STIAMO MEDICANDO, LA STIAMO CURANDO”

Comunicato stampa N° 318 del 16/03/2018
 (AVN) Venezia, 16 marzo 2018 
 
“Non ho nessuna intenzione di diventare l’incubo dei dirigenti dell’Anas, ma se questo fosse necessario per far sì che i lavori sulla Transpolesana siano completati presto e bene, non esiterò a incalzarli anche in modo ossessivo”.
 
Parole che non lasciano dubbi sulla risolutezza con cui l’assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, sta seguendo gli interventi di sistemazione e messa in sicurezza di una delle arterie più discusse del Veneto, la Transpolesana, che per troppo tempo ha patito ritardi e inefficacia nell’attività di manutenzione e riqualificazione. 
 
Oggi, nella sede del Genio Civile della città scaligera, De Berti ha convocato i sindaci dei Comuni attraversati dalla Statale 434 per illustrare, insieme ai tecnici dell’Anas, il quadro delle opere di manutenzione ordinaria e straordinaria già effettuate e di quelle previste nel corso di quest’anno.
 
“Sin dal mio insediamento in Regione – prosegue l’assessore – ho sollecitato l’Anas a programmare una seria e adeguata azione di risanamento complessivo della principale strada della Bassa, ponendo rimedio a molti, troppi anni di investimenti inadeguati e di scarsa attenzione per questo collegamento infrastrutturale strategico per l’area veronese e rodigina”.
 
Ai 18 milioni di euro spesi nel biennio scorso, si aggiungono i nove del 2018, utilizzati per lavori di rafforzamento della sovrastruttura stradale, di ripristino delle pavimentazioni fortemente ammalorate, di adeguamento degli impianti tecnologici ai fini della sicurezza, di installazione barriere, ecc. 
 
“Rispetto a quelli del passato – conclude De Berti – questi sono interventi pensati e realizzati per durare nel tempo: non stiamo semplicemente medicando la Transpolesana, la stiamo curando”. 
 


Data ultimo aggiornamento: 16/03/2018

infrastrutture elisa de berti mobilità