RIMOZIONE RIFIUTI DAL SITO DELL’AREA “EX C&C SPA” DI PERNUMIA (PD). NOTA TECNICA DEGLI UFFICI REGIONALI

Comunicato stampa N° 206 del 22/02/2018
(AVN) – Venezia, 22 febbraio 2018

In riferimento alle erronee dichiarazioni odierne dell'on. Marco Zullo sulla questione C&C di Pernumia (Padova), premesso che non è pervenuta alcuna sua comunicazione agli uffici della Regione, si chiarisce che le competenze per lo smaltimento dei rifiuti dal sito dell’area “Ex C&C Spa” sono del Comune, come previsto dal D.Lgs. 152/2006. La Regione dal 2011 al 2014 ha assegnato all’amministrazione comunale 2.200.000 euro. Ad oggi sono stati liquidati, a seguito di rendicontazione, 489.592,90 euro.

La Giunta regionale ha risposto dettagliatamente a tutte le richieste di informazione da parte della cittadinanza e degli organi di rappresentanza democratica regionale e nazionale. Si segnalano inoltre numerosi e ripetuti solleciti da parte della Regione al Comune sulla necessità di aggiornare lo stato di avanzamento delle attività, rimasti senza riscontro. Sulla questione è stato chiesto anche l'intervento del governo, ma inutilmente

Nello specifico, gli uffici regionali nella loro nota tecnica precisano:

“Con DGR n. 2406 del 29 dicembre 2011 sono stati concessi al Comune € 500.000,00 per l'esecuzione degli interventi di indagine ambientale, caratterizzazione e messa in sicurezza del capannone interessato dal deposito di rifiuti pericolosi e non pericolosi ubicata nel medesimo Comune all'interno dell'ex stabilimento C&C S.p.A.

Con DGR n. 778 del 27 maggio 2014 sono stati volturati a favore del Comune altri € 200.000,00 originariamente concessi alla Provincia di Padova con DGR n. 4163 del 29.12.2009.

Con DGR n. 2725 del 29 dicembre 2014 sono stati concessi al Comune € 1.500.000,00 per l'esecuzione degli interventi di rimozione e smaltimento dei rifiuti. Con decreto n. 251 del 24 novembre 2017 sono stati liquidati € 489.592,90 a seguito di rendicontazione.

Il Comune è stato sollecitato con nota del 05.12.2016 prot. n. 47533 a fornire informazioni sull’esatto stato delle iniziative tese allo smaltimento definitivo dei rifiuti depositati nel proprio territorio. Tale nota è rimasta senza riscontro e il sollecito è stato ribadito con nota del 16.03.2017 prot. n. 108920.
Ad aprile 2017 viene convocata una riunione per chiarire lo stato di avanzamento delle attività, il cui verbale è stato trasmesso agli enti il 16 maggio 2017. Dal verbale risulta che la Regione ha nuovamente sollecitato la caratterizzazione dei rifiuti e la loro rimozione.

Con nota del 12.06.2017 prot. n. 228802 la Regione ribadisce il sollecito al Comune affinché aggiorni sullo stato di avanzamento delle attività. Il 26 giugno il Comune di Pernumia fornisce una sintetica relazione.

Con nota del 03.07.2017 prot. n. 263195, la Regione rappresenta l’assenza nella relazione di elementi informativi nuovi rispetto a quanto già noto.

Si fa peraltro presente che la Regione ha sollecitato il Ministero dell’Ambiente con note prot. n. 32974 del 26.01.2015 e n. 165592 del 20.04.2015 a concludere un accordo per contribuire alle ingenti spese da sostenere per realizzare il risanamento dell’area.

In riscontro, il Ministero dell’Ambiente, con nota prot. n. 9163 del 07.05.2015, ha ritenuto di non poter finanziare gli interventi in quanto non afferenti ad un sito di interesse nazionale.

La Giunta regionale – conclude la nota - si è sempre fatta garante nel fornire tutte le necessarie informazioni alle petizioni della cittadinanza (cfr. nota prot. n. 502192 del 10.12.2015), nonché alle interrogazioni consiliari (cfr. DGR 75/IIM del 29.10.2015) e alle interpellanze parlamentari (cfr. nota prot. n. 108562 del 12.03.2015)”.



Data ultimo aggiornamento: 22/02/2018

inquinamento rifiuti ambiente
Archivio Comunicati
Notizia n. 1399 del 23/09/2018

CHIUSI GLI STATI GENERALI DELLA PROTEZIONE CIVILE. ASSESSORE BOTTACIN: “DAL GESTIRE L’EMERGENZA A PREVEDERLA E PREVENIRLA, QUESTO È IL FUTURO”

23/set/2018 | assessore regionale alla Protezione Civile, Gianpaolo Bottacin, ha aperto il suo discorso di sintesi della due giorni dedicata agli Stati Generali della Protezione Civile del Veneto, tenutasi ieri a Palazzo Capuleti e oggi in Gran Guardia a Verona

Notizia n. 1398 del 23/09/2018

TEST D’INGRESSO A MEDICINA. ZAIA: “DA ANNI DICO CHE È UN ERRORE, ORA SI MODIFICHI DAVVERO LA NORMA CHE DANNEGGIA GLI STUDENTI E IL NOSTRO SISTEMA SANITARIO”

23/set/2018 | Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, saluta con soddisfazione l’affermazione della ministra della salute, Giulia Grillo, sulla necessità di dire basta ai test d’ingresso per la facoltà di medicina all’università, condivisa anche dal vicepremier Matteo Salvini.

Notizia n. 1397 del 22/09/2018

STATI GENERALI DELLA PROTEZIONE CIVILE A VERONA. BOTTACIN: “NELLA LEGGE REGIONALE IN VIA DI APPROVAZIONE ULTERIORE RAFFORZAMENTO DEL SISTEMA”

22/set/2018 | Sono iniziati stamani a Palazzo Capuleti gli Stati Generali del Volontariato di Protezione Civile del Veneto, con l'insediamento dei vari tavoli tematici. A dare il via ai lavori gli interventi dell’assessore regionale alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin e del capo Dipartimento Nazionale Angelo Borrelli.

Notizia n. 1396 del 22/09/2018

MONDIALI CICLISMO 2020. CORAZZARI: “LA CANDIDATURA DI VICENZA C’È, CHIEDIAMO AL CONI DI INTERVENIRE PER UN POSTICIPO DELLA DECISIONE”

22/set/2018 | rinvio decisione Lo afferma l’assessore allo sport della Regione Veneto, Cristiano Corazzari, intervenendo nuovamente sulla questione della candidatura di Vicenza a ospitare i Mondiali di ciclismo del 2020.

Notizia n. 1395 del 21/09/2018

NUOVO PIANO REGIONALE DEI TRASPORTI. ASSESSORE DE BERTI: “UN PASSO FONDAMENTALE PER IL VENETO DI DOMANI. SISTEMA DELLA MOBILITÀ DA MONITORARE SENZA SOLUZIONE DI CONTINUITÀ”

21/set/2018 | piano regionale dei trasporti l’assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, partecipando stamane a Palazzo Badoer di Venezia al convegno promosso nell’ambito di “Urbanpromo Green”, evento sui temi dell’innovazione e della sostenibilità nella pianificazione urbanistica e territoriale