SCUOLA: IN VENETO OLTRE 80% EDIFICI ACCESSIBILI AI DISABILI, MA CI SONO ANCORA BARRIERE E MANCANO SERVIZI SCUOLABUS

Comunicato stampa N° 117 del 02/02/2018
 (AVN) Venezia, 2 febbraio 2018

 

In Veneto, oltre la metà degli edifici scolastici sono datati, in quanto costruiti prima del 1976. Tuttavia 87 su 100 hanno adottato accorgimenti per superare le barriere architettoniche ed essere accessibili a persone con disabilità. E’ quanto risulta dall’ultimo numero di “Statistiche Flash” il bollettino mensile dell’Ufficio statistica della Regione Veneto.

 

Nella panoramica sulle condizioni dell’edilizia scolastica in Veneto risulta che il 57 per cento dei 4433 edifici scolastici pubblici presenti nella regione ha oltre quarant’anni. L’età media del ‘parco scuole’ in Veneto,  seconda regione d’Italia per numero di scuole dopo la Lombardia, è quindi superiore alla media nazionale, pari al 50,4% degli edifici anteriori al 1976.

 

Nonostante una certa vetustà, in Veneto sono stati numerosi e significativi gli accorgimenti adottati per migliorare la qualità delle strutture, abbattere le barriere e migliorare l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale degli edifici: l’87 per cento delle scuole ha introdotto pedane,  montascale, rampe, servizi igienici accessibili ai disabili e il 79% ha individuato soluzioni per ridurre consumi energetici, come vetri doppi, zonizzazione dell’impianto termico, pannelli solari. In particolare, l’82 per cento delle scuole primarie e oltre l’83% delle scuole secondarie di primo grado dispone di servizi igienici accessibili anche ai disabili; quasi l’86 per cento delle scuole secondarie e il 79 per cento delle scuole primarie ha ovviato al problema scale. Nella classifica delle regioni italiane, il Veneto si posiziona al terzo posto, dopo Valle D’Aosta e Piemonte, in rapporto agli interventi di superamento delle barriere architettoniche e al primo posto, pari merito con la Valle d’Aosta, per interventi a favore della sostenibilità ambientale e dell’efficienza energetica. In particolare, Venezia risulta essere quarta, tra tutte le province italiane, per interventi volti a ridurre i consumi energetici.

 

Ma nonostante gli interventi per migliorare accessibilità e sostenibilità delle strutture, solo il 26 per cento delle scuole primarie e medie ha percorsi a rilievo tattile, e meno della metà offre percorsi interamente accessibili sia all’interno che all’esterno. In chiaroscuro anche la dotazione di postazioni informatiche, accessibili ai disabili in poco più di due terzi delle scuole primarie e in tre quarti delle scuole secondarie, contro, rispettivamente, l’84,5% e l’85,7% dell’Emilia Romagna, la regione leader nella graduatoria dell’inclusione scolastica informatica.

 

Le scuole venete risultano più accessibili della media italiana in termini di raggiungibilità e trasporti: il 92 % è raggiungibile con mezzi privati, il 45% è collegato con servizi di trasporto urbano, il 46 per cento con servizi di trasporto extraurbano. E ben il 74 % delle scuole dispone del servizio scuolabus, a fronte di un dato medio italiano del 62 %. Ma solo il 26 % dispone di un servizio di trasporto  dedicato agli alunni disabili, a fronte della media italiana del 41 %. Tra le province venete Vicenza è quella con il maggior numero di scuole collegate dal servizio di scuolabus (84%), mentre Padova appare in fondo alla classifica (59%). Guardando invece unicamente al trasporto per disabili le province con più servizi sono Rovigo e Venezia, rispettivamente con il 52 e il 44 per cento degli edifici raggiunti da scuolabus attrezzati.



Data ultimo aggiornamento: 02/02/2018

scuola luca zaia elena donazzan
Archivio Comunicati
Notizia n. 210 del 23/02/2018

ASSESSORE VENETO ALL’AMBIENTE: “L’USO DEL CSS NON LO HA VOLUTO LA REGIONE, NOI APPLICHIAMO LE NORME COMUNITARIE E STATALI E NON IN MODO INDISCRIMINATO”

23/feb/2018 | Gianpaolo Bottacin assessore ambiente regione veneto CSS combustibile ottenuto dal trattamento dei rifiuti solidi urbani norma europea 2013 legge nazionale italiana indistintamente applicato con prudenza attente valutazioni e verifiche autorizzazioni impianti sono di competenza delle Province

Notizia n. 209 del 23/02/2018

METEO. STATO DI ATTENZIONE PER NEVE E PER VENTO IN PIANURA

23/feb/2018 | meteo attenzione neve forte vento ghiaccio protezione civile

Notizia n. 208 del 23/02/2018

REGIONE VENETO E ANAS FIRMANO ACCORDO PROGRAMMATICO E PROTOCOLLO D’INTESA PER COLLABORAZIONE NELLO SVILUPPO INFRASTRUTTURALE E PER LA GESTIONE DELLA RETE STRADALE REGIONALE

23/feb/2018 | Luca Zaia Elisa De Berti Si è svolto oggi a Palazzo Balbi a Venezia l’incontro per la firma di un Accordo Programmatico e di un Protocollo di intesa tra Regione Veneto e Anas, che rafforzano la reciproca collaborazione in materia di infrastrutture viarie. L’Accordo Programmatico sottoscritto tra il Presidente della Regione Veneto e l’Amministratore Delegato di Anas, Gianni Vittorio Armani, prevede una serie di azioni che saranno attivate per promuovere e garantire la migliore fruibilità della rete stradale in Veneto, assicurando adeguati investimenti per la riqualificazione della rete esistente e individuando nuovi investimenti per l’ammodernamento della stessa

Notizia n. 207 del 22/02/2018

SANITA’. MEF SBLOCCA 86 MILIONI PER IL VENETO. ASSESSORE REGIONE “NESSUN REGALO. GUADAGNATI CON LA VIRTUOSITA’. RESTITUITO L’1% CHE IL MINISTERO TRATTIENE OGNI ANNO SUL FONDO SANITARIO NAZIONALE”

22/feb/2018 | SANITA’. MEF SBLOCCA 86 MILIONI PER IL VENETO. ASSESSORE REGIONE “NESSUN REGALO. GUADAGNATI CON LA VIRTUOSITA’. RESTITUITO L’1% CHE IL MINISTERO TRATTIENE OGNI ANNO SUL FONDO SANITARIO NAZIONALE”