SANITA’. OK GIUNTA VENETO A PROGRAMMA ACQUISTI CENTRALIZZATI AZIENDA ZERO 2018-2019. IN 2016-2017 GARE PER 4 MILIARDI 300 MILIONI. PRESIDENTE. “180 MILIONI RISPARMIATI. VALGONO COME UN ANNO DI TAGLI NAZIONALI. IMPOSTE NUOVE REGOLE SUL MERCATO”

Comunicato stampa N° 112 del 01/02/2018
(AVN) Venezia, 1 febbraio 2018

Nel biennio 2016-2017, la Regione del Veneto ha aggiudicato gare d’appalto in sanità con il sistema degli acquisti centralizzati per un totale di circa 4 miliardi 300 milioni con un risparmio pari a circa 180 milioni di euro rispetto al precedente sistema di acquisti “spacchettato” in più gare locali.

La cifra è contenuta nella delibera, approvata dalla Giunta regionale, con la quale si fa il punto sull’andamento della strategia di acquisti centralizzati realizzata nel settore sanitario per raggiungere il miglior rapporto qualità-prezzo, e si approva il Programma di gare centralizzate per gli anni 2018 e 2019, che sarà realizzato dalla nuova struttura amministrativa dell’Azienda Zero, nata con l’ultima riforma della sanità veneta.

“180 milioni risparmiati sugli acquisti senza cedere di un millimetro sulla qualità – dice il Presidente della Regione – è un risultato strepitoso che, tanto per capirne la dimensione,  equivale ad aver tenuto botta a un anno di tagli del Fondo Sanitario piovuti da Roma. Non è un miracolo, è una scelta coraggiosa partita da lontano che, se fosse attuata in tutto il Paese in abbinata alla rigorosa applicazione dei costi standard come si fa in Veneto, potrebbe sanare tanti profondi rossi che alla fine danno al Governo nazionale il destro per tagliare indiscriminatamente anche dove, come dimostra questa partita giocata dal Veneto, non ci sarebbe alcun motivo di farlo. C’è ancora molto lavoro da fare e nel prossimo biennio – aggiunge il Governatore – si proseguirà su questa strada, ben sapendo che il mercato si sta adeguando alla nuova situazione imposta dagli acquisti centralizzati”.

Tra alcune delle gare più significative aggiudicate nel 2016-2017, o in corso di aggiudicazione, la parte del leone la fanno i farmaci, per i quali sono stati spesi oltre 3 miliardi; l’acquisto dei vaccini offerti alla popolazione ha impegnato risorse per 99 milioni, più 25 milioni 930 mila per l’antinfluenzale; 69 milioni sono il costo per le protesi d’anca e 43 milioni per quelle di ginocchio; 74 milioni per i defibrillatori e 52 milioni per i pacemakers; 13 milioni 127 mila euro sono stati investiti per l’acquisto di ecografi; 25 milioni 157 mila euro per le protesi vascolari ed endovascolari e 79 milioni per le valvole cardiache; 41 milioni per Tac e Risonanze magnetiche; ma tra le varie voci si trovano anche 8 milioni 205 mila euro per suturatrici e clips, 13 milioni 087 mila euro per materiali dedicati alla chirurgia minivasiva, 22 milioni per sistemi antidecubito.

Nel biennio 2018-2019 andranno a scadenza, e dovranno essere rinnovate, gare per 874 milioni derivanti dal biennio precedente, mentre verranno attivate 46 nuove procedure, per un importo ingente. Serviranno per acquistare, tra gli altri, svariati sistemi diagnostici; farmaci, molti dei quali di nuova generazione; sistemi diagnostici per il papilloma virus; sistemi, sacche e materiali vari per i centri trasfusionali; materiali per raccolta e conservazione di cellule staminali e cute; autoambulanze; radiofarmaci; farmaci chemioterapici; dispositivi per radiologia interventistica, robot Da Vinci, laser chirurgici.

Per l’espletamento di tutta la programmazione, sono istituiti numerosi gruppi tecnici, ai quali partecipano medici e altre professionalità necessarie messe a disposizione dalle Ullss e dalle Aziende Ospedaliere.


Data ultimo aggiornamento: 01/02/2018

sanità luca coletto luca zaia
Archivio Comunicati
Notizia n. 686 del 24/05/2018

VIOLENZA DONNE: VENETO MODIFICA LEGGE DI CONTRASTO, ASSESSORE, “INTERVENTI EDUCATIVI NELLE SCUOLE E LAVORO DI RETE PER RIDARE NORMALITÀ E LAVORO ALLE VITTIME”

24/mag/2018 | assessore Manuela Lanzarin su modifiche legge 5/2013 interventi di prevenzione e contrasto contro la violenza sulle donne

Notizia n. 685 del 24/05/2018

LUPI: ASSESSORE ALL'AGRICOLTURA, “PREDAZIONI INEVITABILI SE I RECINTI INADEGUATI, A GALLIO NON ERANO QUELLI FORNITI DALLA REGIONE”

24/mag/2018 | assessore Giuseppe Pan replica su inadeguatezza recinti antilupo a Gallio

Notizia n. 680 del 24/05/2018

DOMENICA 27 MAGGIO DA TREVISO AL LAGO DI SANTA CROCE (BL) CON IL “TRENO DELLA SOLIDARIETÀ” DEL CUAMM

24/mag/2018 | Elisa De Berti Anche l’assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto salirà domenica prossima, 27 maggio, sul “Treno della Solidarietà” che da Treviso porterà al Lago di Santa Croce (Bl), partecipando così all’iniziativa promossa da “Medici con l’Africa CUAMM” e dall’associazione “Ferrovieri con l’Africa” per sostenere il progetto “Prima le mamme e i bambini a Pujehun”, in Sierra Leone.

Notizia n. 683 del 24/05/2018

SABATO “SCUOLA SICURA VENETO” FA TAPPA A TORRE DI MOSTO

24/mag/2018 |