vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 255 del 15/02/2019

PROSECCO CARPENE’ MALVOLTI PREMIATO ANCHE IN CINA. ZAIA, UNA NUOVA PERLA PER UNA STORIA AZIENDALE DI 150 ANNI

15/feb/2019 | PROSECCO CARPENE’ MALVOLTI PREMIATO ANCHE IN CINA. ZAIA, UNA NUOVA PERLA PER UNA STORIA AZIENDALE DI 150 ANNI

Notizia n. 254 del 15/02/2019

PATRIMONIO: ASSE FRIULI VENEZIA GIULIA-REGIONE VENETO SU FINEST E DEMANIO IDRICO

15/feb/2019 | PATRIMONIO: ASSE FRIULI VENEZIA GIULIA-REGIONE VENETO SU FINEST E DEMANIO IDRICO

Notizia n. 253 del 15/02/2019

DOMANI ALLE 10.30 ZAIA A VERONAFIERE A INAUGURAZIONE COSMOBIKE. IL TALK INAUGURALE DEDICATO ALLE TAPPE VENETE DEL GIRO D’ITALIA

15/feb/2019 | DOMANI ALLE 10.30 ZAIA A VERONAFIERE A INAUGURAZIONE COSMOBIKE. IL TALK INAUGURALE DEDICATO ALLE TAPPE VENETE DEL GIRO D’ITALIA

SAPPADA IN FRIULI. PRESIDENTE VENETO SU RICHIESTE DI RICORSO. “LO FARO’ ESCLUSIVAMENTE SE LO CHIEDERA’ IL 50% PIU’ UNO DEI SAPPADINI ALTRIMENTI NO. RISPETTO VOLONTA’ POPOLARE RESTA PRIORITARIO”.

Comunicato stampa N° 56 del 18/01/2018
(AVN) Venezia, 19 gennaio 2018

“Posso accettare di fare ricorso contro il passaggio di Sappada al Friuli solo se verranno raccolte le firme del 50% più uno degli aventi diritto al voto in quel Comune con una richiesta formale in tal senso. Soltanto a questa condizione e soltanto in questo caso ricorreremo, motivati dal fatto che la maggioranza dei cittadini avrà dimostrato di essersi pentita e che vuole tornare in Veneto. A quel punto la battaglia la facciamo, altrimenti no”.

Lo dice il Presidente della Regione del Veneto, commentando le richieste che gli giungono perché la Regione Veneto ricorra contro il passaggio al vicino Friuli della località dolomitica.

“Ho appreso – aggiunge il Governatore – della volontà della Provincia di Belluno che ha deliberato un ordine del giorno in tal senso, e ci sono associazioni di categoria e singoli cittadini che mi chiedono di ricorrere. A prescindere da una domanda che sorge spontanea, e cioè dov’erano tutti i contrari di oggi nei momenti cruciali di un cammino iniziato nel lontano 2008 – aggiunge il Presidente – credo che sia necessario approcciare la questione con serietà. Ho sempre detto che la scelta di andare via dal Veneto era sbagliatissima, e la storia dimostrerà che non è stato un affare, ma ho anche sempre detto, e l’ho fatto, che avrei rispettato la volontà espressa dal referendum, pur se nato dieci anni fa quando la situazione era ben diversa da quella di oggi”.

“Ora è giusto che tutti escano allo scoperto e si esprimano pubblicamente – conclude – sostenendo, se riterranno, la raccolta di firme per il ricorso e per tornare in Veneto. Di fronte di un 50% più uno il Presidente del Veneto si muoverà, nel rispetto di una volontà chiaramente espressa da una maggioranza di cittadini aventi diritto al voto. Altrimenti no.”.


Data ultimo aggiornamento: 18/01/2018

luca zaia