SANITA’: ZAIA A TREVISO INAUGURA STRALCIO GERIATRIA E PET CT. “ANZIANI E TECNOLOGIE TRA LE PRIORITA’ DEL 2018 DATE AI DG”.

Comunicato stampa N° 4 del 02/01/2018
(AVN) Venezia, 2 gennaio 2018

“Tra le priorità che ho indicato ai Direttori Generali per il nuovo anno segnalo le geriatrie, che devono essere i reparti benchmark e non gli ultimi della catena, e gli investimenti in tecnologie, che significano diagnosi sempre più precise, cure ancora più tempestive ed efficaci, meno ospedalizzazione, perché la gente che sta male chiede di guarire presto e stare in ospedale il minimo necessario”.

E’ questo il messaggio lanciato oggi dal Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, durante l’inaugurazione, all’ospedale Cà Foncello di Treviso, del primo stralcio della ristrutturazione di Geriatria, con 200 mila euro di investimento, e di una PET CT di ultimissima generazione per la diagnosi e la cura dei tumori costata 2 milioni 700 mila euro.

“Sia ben chiaro – ha detto Zaia – che non siamo qui per portare un regalo di Natale tardivo, ma per inaugurare due opere che fanno parte di un programma annuale di investimenti, che nel 2017 è stato sostenuto con circa 70 milioni di finanziamenti, e lo sarà anche nel 2018. Per il pubblico investire in tecnologie – ha detto – non è per nulla facile, alle prese costantemente con lacci, lacciuoli, burocrazia asfissiante, mentre il privato riesce a muoversi con più agilità e anche a far valere le regole del mercato nelle trattative. Sia chiaro – ha tenuto a precisare – che ce l’ho con la burocrazia, non con i privati, tanto più in Veneto, dove fanno egregiamente il loro dovere in sinergia con la sanità pubblica”.

Burocrazia con la quale ha avuto il suo daffare anche il grande progetto della nuova Cittadella Sanitaria di Treviso. “Finalmente non ci sono più ostacoli e siamo partiti – ha detto Zaia – annunciando che si conta di concludere la parte muraria del monoblocco, cuore pulsante della struttura, nel 2020, avviando immediatamente dopo il trasloco di reparti e tecnologie. Qui ci saranno 600 posti letto ad altissima specializzazione che, per cure ed efficacia, valgono almeno dieci volte tanto rispetto a quelli tradizionali, che pur ci saranno in numero adatto (300) per realizzare una struttura di valenza che va ben oltre il livello territoriale”.

Visitando le rinnovate camere di geriatria, riservate ai pazienti allettati e dotate di climatizzazione, Zaia ha rivolto un pensiero ai pazienti più avanti con l’età: “In questi reparti – ha detto – vengono ricoverati i nostri anziani, quelli che in una vita di lavoro hanno costruito il Veneto migliore, cresciuto figli e nipoti, insegnato mestieri. A loro tutti noi dobbiamo riconoscenza. Un modo per dimostrarla è assisterli e curarli nel modo migliore, con competenza scientifica, ma anche con affetto”.

Dopo l’intervento inaugurato oggi, la Geriatria di Treviso verrà interessata da un secondo stralcio, che riguarderà le stanze di ricovero per i malati autosufficienti e che saranno dotate di climatizzazione e servizi igienici, non realizzati nell’area per gli allettati “semplicemente perché non possono muoversi e sono assistiti a letto per ogni loro esigenza – ha tenuto a specificare Zaia – non perché si sia voluto risparmiare”.

La PET CT, collocata nei locali della Medicina Nucleare, sarà in grado di erogare 2.650 esami di straordinaria precisione l’anno e di operare anche nell’ambito delle terapie con radiofarmaci. “Un nuova bella arma da schierare contro il tumore – ha detto il Governatore – che porta l’ospedale di Treviso ancor più addentro alla Rete Oncologica Veneta. In pochi conoscono la ROV – ha concluso il Governatore – ma è una straordinaria organizzazione che, grazie alla condivisione scientifica e alla messa in rete, garantisce a ogni cittadino il miglior livello di cure possibile, a prescindere da dove risiede”.


Data ultimo aggiornamento: 02/01/2018

sanità luca coletto luca zaia
Archivio Comunicati
Notizia n. 520 del 21/04/2018

DIPENDENTE ARPAV: DIRETTORE NICOLA DELL'ACQUA, “SEGNALAZIONE PARTITA DALL'UFFICIO PERSONALE NELL'AMBITO DELLA PROPRIA ATTIVITÀ DI CONTROLLO”

21/apr/2018 | Nota del Direttore generale Nicola Dell'Acqua su vicenda dipendente Arpav assenteista

Notizia n. 519 del 21/04/2018

DIPENDENTE ARPAV: ASSESSORE BOTTACIN, “RINGRAZIO DIREZIONE GENERALE PER AVER DATO SEGUITO A SEGNALAZIONI E ATTIVATO ORGANI INQUIRENTI”

21/apr/2018 | assessore Gianpaolo Bottacin su dipendente assenteista Arpav

Notizia n. 518 del 21/04/2018

VIGILI DEL FUOCO: LUNEDÌ 23 ASSESSORE BOTTACIN FIRMA CONVENZIONE CON PREFETTO DI VENEZIA PER COLLABORAZIONE TRA CORPO NAZIONALE E PROTEZIONE CIVILE DEL VENETO

21/apr/2018 | assessore Gianpaolo Bottacin annuncia firma convenzione tra corpo nazionale Vigili del fuoco e protezione civile del Veneto

Notizia n. 517 del 21/04/2018

DONATORI SANGUE: ASSESSORE LANZARIN AD ASSEMBLEA REGIONALE AVIS, “LA CULTURA DELLA DONAZIONE È PRATICA DI CITTADINANZA ATTIVA E DEVE COMINCIARE NELLE SCUOLE”

21/apr/2018 | assessore Manuela Lanzarin ad assemblea regionale Avis Veneto a Peschiera

Notizia n. 516 del 21/04/2018

GUARDIE VENATORIE CORTE COSTITUZIONALE PROMUOVE VENETO SU ISTITUZIONE SERVIZIO REGIONALE DI VIGILANZA - RESPINTO, INVECE, IL REGIME PREVIDENZIALE PUBBLICO PER I DIPENDENTI EX VENETO AGRICOLTURA

21/apr/2018 | sentenza Corte Costituzionale su Servizio di vigilanza regionale e trattamento previdenziale dipendenti ex Veneto Agricoltura