vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 92 del 23/01/2019

RIFIUTI SPECIALI. BOTTACIN AD ASSINDUSTRIA VENETOCENTRO: “SIAMO CONSAPEVOLI DEL PROBLEMA E STIAMO GIA’ LAVORANDO PER RISOLVERLO ASSIEME”

23/gen/2019 | RIFIUTI SPECIALI. BOTTACIN AD ASSINDUSTRIA VENETOCENTRO: “SIAMO CONSAPEVOLI DEL PROBLEMA E STIAMO GIA’ LAVORANDO PER RISOLVERLO ASSIEME”

Notizia n. 91 del 23/01/2019

SANITÀ: REGIONE VENETO ANTICIPA 15 MLN DI INDENNIZZI STATALI A VITTIME DI TRASFUSIONI - PRESIDENTE ZAIA, “SCELTA DI RESPONSABILITÀ CHE ANTEPONE LE PERSONE ALLA BUROCRAZIA”

23/gen/2019 | SANITÀ: REGIONE VENETO ANTICIPA 15 MLN DI INDENNIZZI STATALI A VITTIME DI TRASFUSIONI - PRESIDENTE ZAIA, “SCELTA DI RESPONSABILITÀ CHE ANTEPONE LE PERSONE ALLA BUROCRAZIA”

Notizia n. 89 del 23/01/2019

AFFIDAMENTO LAVORI DELL’INVASO SUL TORRENTE OROLO NEL VICENTINO. BOTTACIN: “ALTRO IMPORTANTISSIMO INTERVENTO DI DIFESA IDRAULICA DEL VALORE DI 11 MILIONI DI EURO”

23/gen/2019 | AFFIDAMENTO LAVORI DELL’INVASO SUL TORRENTE OROLO NEL VICENTINO. BOTTACIN: “ALTRO IMPORTANTISSIMO INTERVENTO DI DIFESA IDRAULICA DEL VALORE DI 11 MILIONI DI EURO”

Notizia n. 87 del 22/01/2019

ALLOGGI IN LOCAZIONE TURISTICA. CANER: “IL DISEGNO DI LEGGE CHE DISCIPLINA IL SETTORE STA CONTINUANDO IL SUO ITER: LA REGIONE VUOLE IL ‘CODICE IDENTIFICATIVO’ E LO ISTITUIRÀ”

22/gen/2019 | L’assessore al turismo della Regione del Veneto, Federico Caner, risponde così a Monica Soranzo, presidente di Padova Hotels Federalberghi Ascom e a Patrizio Bertin, presidente dell’Ascom patavina, che polemizzano per il troppo tempo trascorso tra il via libera della Giunta al disegno di legge sulle locazioni turistiche e la definitiva approvazione dello stesso da parte del Consiglio regionale.

Notizia n. 88 del 22/01/2019

CONTRIBUTI ALLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA: GIOVEDÌ 24 GENNAIO LA REGIONE VENETO E L’ISTITUTO LUCE CINECITTÀ PRESENTANO A ROMA IL BANDO POR FESR

22/gen/2019 | Giovedì 24 gennaio 2019, alle ore 12:00, a Roma, nella Sala Fellini di Cinecittà-Luce (Via Tuscolana, 1055), in un incontro con gli operatori del settore cinematografico e audiovisivo, promosso dalla Regione del Veneto in collaborazione con l’Istituto Luce Cinecittà, l’assessore regionale alla cultura, Cristiano Corazzari e il presidente dell’Istituto, Roberto Cicutto, presenteranno i contenuti e le modalità di partecipazione e i criteri di valutazione previsti dal bando Por Fesr 2014-2020, che prevede la concessione di contributi a favore della produzione cinematografica.

BOCCIATI GLI IMPIANTI DI PIROGASSIFICAZIONE DI PAESE E GAIARINE. BOTTACIN E MARCATO: “PRIMA DI TUTTO VIENE LA SALUTE DEI CITTADINI”

Comunicato stampa N° 1763 del 29/12/2017
(AVN) – Venezia, 29 dicembre 2017

Nel corso della seduta odierna la Giunta regionale ha approvato due delibere, presentate di concerto dagli assessori all’ambiente Gianpaolo Bottacin e all’energia Roberto Marcato, in cui sono state bocciate le richieste di autorizzazione degli impianti di cogenerazione mediante pirogassificazione, alimentati a biomassa, da realizzarsi nei comuni di Paese (per una potenza elettrica pari a 4,148 MW e potenza termica pari a 17,2 MW) e di Gaiarine (per una potenza elettrica pari a 2.074 MW e potenza termica pari a 8,600 MW), in provincia di Treviso.

“Dando seguito anche a quanto già espresso sia in sede di commissione tecnica regionale che nelle diverse conferenze di servizi – spiegano i due assessori – abbiamo inteso avvalorare un parere non favorevole a tutela del territorio. Già in sede di collegato alla legge di stabilità 2017 avevamo infatti voluto proporre una norma, purtroppo impugnata dal governo, in cui ponevamo una serie di precisi paletti all'autorizzazione di impianti energetici a biomassa, sottolineando che detti impianti potessero essere realizzati solo a determinate distanze dalle abitazioni e, se in area agricola, solo se proposti da agricoltori a titolo principale”.

“Relativamente agli impianti di Gaiarine e Paese, avendo registrato i pareri tecnici negativi, una volta completata l'istruttoria degli uffici come Giunta abbiamo deciso quindi di confermare il diniego, anche se un supporto legislativo, che al momento manca a causa dell’impugnativa statale, ci avrebbe messo al riparo da sempre possibili ricorsi".

"Resta peraltro il dispiacere - concludono Bottacin e Marcato - per la mancanza di una norma generale, che noi avevamo proposto, con cui si intendeva frenare in maniera decisa la proliferazione degli impianti energetici, soprattutto quelli sopra i 1000 kW. Anche senza una specifica norma tuttavia, come fatto ora per le situazioni di Gaiarine e Paese, noi continueremo a vagliare approfonditamente ogni singola situazione assumendoci se del caso la responsabilità di negare le autorizzazioni, perché per noi prima di tutto viene la salute dei cittadini e la sicurezza del territorio".



Data ultimo aggiornamento: 29/12/2017

energia roberto marcato gianpaolo bottacin ambiente