OSPEDALI DI COMUNITA’: COLETTO RESPINGE ACCUSE CONSIGLIERA REGIONALE NEGRO. TUTTO FATTO SECONDO LA LEGGE E SULLA BASE DELLE REALI NECESSITA’ DEI TERRITORI.

Comunicato stampa N° 1541 del 15/11/2017
(AVN) Venezia, 15 novembre 2017

“Per lanciare accuse come quelle fatte dalla Consigliera regionale Giovanna Negro non basta leggere due delibere, bisogna capirle e conoscere l’intero iter di una vicenda che viene da tempo pesantemente strumentalizzata. La Regione non ha tagliato nessun posto letto per gli ospedali di comunità. C’è stata solo una ragionata redistribuzione, effettuata con il supporto della Commissione Regionale per l’Investimento e Tecnologia per l’Edilizia– CRITE, e delle proposte formulate dai direttori generali delle Ullss”.

Con queste parole, l’assessore regionale alla sanità Luca Coletto respinge al mittente la polemica accesa dalla Consigliera regionale Giovanna Negro, che ha accusato la Regione di aver “tagliato” i posti letto dedicati alla tipologia degli Ospedali di Comunità.

“Tra le delibere non lette dalla Consigliera – aggiunge Coletto – c’è anche la nr. 433 del 2017 che, per dare attuazione al dettato dell’articolo 44 della legge regionale 25 ottobre 2016 nr. 19, prevede di definire un nuovo modello di assistenza sanitaria a garanzia di adeguati livelli quantitativi e qualitativi delle prestazione erogate. Da qui, anche la previsione della valutazione da parte della CRITE sull’attualità della programmazione locale in rapporto al fabbisogno regionale, sull’evidenza da parte delle strutture inserite in programmazione della piena adesione al nuovo modello assistenziale indicato dalla delibera 433/2017, sulla sostenibilità economico-finanziaria. Tutto è stato quindi fatto nel pieno rispetto della legge e sulla base di criteri rigorosamente tecnici che, siccome ci chiamiamo Regione, hanno riguardato l’intero territorio veneto”.

“A questo proposito i numeri parlano chiaro – dice l’Assessore – e dicono che 537 posti letto erano già attivati al 31 dicembre 2016, che altri 689 lo saranno entro il 2018, e che altri 174 lo saranno nel 2019. Fa un totale di 1.400. Tutto quello che serve sulla base delle necessità verificate tecnicamente e con il supporto delle Ullss territoriali”.


Data ultimo aggiornamento: 15/11/2017

sanità luca coletto
Archivio Comunicati
Notizia n. 850 del 20/06/2018

ASSEMBLEA A TRIESTE DEL GECT “EUREGIO SENZA CONFINI”: SOTTO LA PRESIDENZA DEL VENETO AVVIATI 5 PROGETTI DI COOPERAZIONE; ORA LA GUIDA PASSA ALLA CARINZIA

20/giu/2018 | Luca Zaia presidente regione veneto Si è tenuta oggi a Trieste, nella sede della Regione Friuli Venezia Giulia, la dodicesima assemblea del Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT) “Euregio Senza Confini”, a cui aderiscono le Regioni del Veneto e del Friuli Venezia Giulia e il Land austriaco della Carinzia. Il GECT è stato costituito nel 2012 per favorire e promuovere la cooperazione transfrontaliera, transnazionale e interregionale nell’ambito dell’Unione Europea, attuando progetti comuni per lo sviluppo dei rispettivi territori e per le popolazioni di confine coinvolte.

Notizia n. 848 del 19/06/2018

BENETTON E OLIMPIAS GROUP: ASSESSORE REGIONALE AL LAVORO INCONTRA VERTICI AZIENDALI E SINDACATI

19/giu/2018 | assessore Elena Donazzan incontra vertici e sindacati di Benetton Group e Olimpias group

Notizia n. 846 del 19/06/2018

DOMANI PRESIDENTE REGIONE VENETO A TRIESTE PER ASSEMBLEA DEL GECT EUREGIO "SENZA CONFINI"

19/giu/2018 | DOMANI PRESIDENTE REGIONE VENETO A TRIESTE PER ASSEMBLEA DEL GECT EUREGIO "SENZA CONFINI"

Notizia n. 847 del 19/06/2018

SICC E SICC TECH DI ROVIGO: INCONTRO IN REGIONE CON AZIENDE, SINDACATI E RSU

19/giu/2018 | assessore Elena Donazzan su incontro con parti sociali azienda SICC e SICC Tech di Rovigo