SPORT: TUTTI GLI IMPIANTI DEL VENETO IN UNA APP - REGIONE SIGLA CONVENZIONE CON IL CONI PER CENSIMENTO INFORMATIZZATO E BANCA DATI NAZIONALE

Comunicato stampa N° 1515 del 09/11/2017

(AVN) Venezia, 9 novembre 2017

 

Tutti gli impianti sportivi del Veneto saranno a portata di smartphone. Verranno censiti, geolocalizzati ed entreranno a far parte della banca dati nazionale del Coni, costruendo così una mappa referenziata e dettagliata, a misura di tutti gli sportivi, professionisti e amatori, e dei pianificatori, locali e regionali. Questo l’obiettivo della convenzione siglata oggi tra la Regione Veneto, rappresentata dall’assessore allo sport, Cristiano Corazzari, e la società Coni Servizi, rappresentata dall’amministratore delegato, Alberto Miglietta. La convenzione, sottoscritta alla presenza del presidente regionale del Coni Gianfranco Bardelle e del responsabile dell’impiantistica sportiva per il Veneto del Comitato paralimpico italiano Stefano Maurizio,  dà avvio ad una operazione di censimento e catalogazione di tutte le strutture sportive esistenti in Veneto, pubbliche e private. Nei prossimi mesi 14 architetti e ingegneri, selezionati da Coni Servizi tra i neolaureati del Veneto, contatteranno enti locali, associazioni, parrocchie, scuole, strutture private per rilevare ogni tipo di impianto esistente, rilevarne caratteristiche, orari, accessibilità, bacino di utenza e costi di gestione/manutenzione, al fine di costruire la relativa scheda informatica che alimenterà la banca dati.  
 
“Per una regione di sportivi come il Veneto, dove si contano 460.000 atleti tesserati, quasi 6 mila società e almeno un milione di praticanti amatoriali – ha messo in evidenza l’assessore Corazzari – appare fondamentale dotarsi di uno strumento sempre aggiornato per mappare l’offerta di strutture, conoscerne in modo puntale e aggiornato il fabbisogno manutentivo e orientare così gli investimenti pubblici. Grazie a questa sinergia con il Coni, potremo non solo implementare e aggiornare a costo zero la mappatura regionale già esistente, ma misurare il fabbisogno e le esigenze future al fine di  pianificare al meglio l’impiego delle risorse. Teniamo conto che la Regione Veneto ha investito negli ultimi dieci anni oltre 140 milioni di euro per l’impiantistica sportiva e che si sta preparando a Cortina 2021 ”.
 
Il servizio informatizzato del Coni (accessibile al sito dovefaresport.coni.it) consente già di conoscere e di accedere all’offerta impiantistica di Abruzzo, Molise, Calabria, Friuli Venezia Giulia e della città metropolitana di Roma. “A regime, la nostra banca dati coprirà l’intero territorio nazionale – ha assicurato l’amministratore delegato di Coni Servizi, Miglietta - Si tratta di un servizio accessibile a tutti, a misura dei turisti, interessati a conoscere come raggiungere gli impianti più comodi, degli sportivi amatoriali, degli amministratori territoriali che devono promuovere  la pratica sportiva e pianificare gli investimenti sulla base dei bacini di utenza e della sostenibilità. Questo servizio è una delle eredità della candidatura olimpica di Roma per il 2024: è finita com’è noto, ma intanto abbiamo creato un sistema moderno di raccolta, aggiornamento e visualizzazione dei dati sull’impiantistica sportiva che siamo impegnati a mantenere costantemente aggiornato, grazie anche alla sinergia con regioni ed Enti locali. Il Comitato olimpico vi ha investito 3 milioni di euro, grazie al progetto nazionale “Sport&periferie” per il recupero dell’impiantistica sportiva”.
 
A guardare con grande interesse al nuovo censimento informatizzato è anche il Comitato paralimpico veneto. “La mappatura scatterà una fotografia aggiornata dell’accessibilità di tutti gli impianti presenti in regione – ha sottolineato l’architetto Maurizio – a beneficio degli oltre 1150 atleti paralimpici veneti e delle 140 società sportive dei disabili. Lo sport per tutti non è solo uno slogan, ma una pratica inclusiva che può diventare un diritto effettivo in una regione che esprime campioni assoluti come Bebe Vio, Alex Zanardi e Francesco Bettella”.
 
Nei prossimi mesi Coni Servizi spa avvierà la selezione in loco dei ‘rilevatori’, due per provincia. “Sarà una bella opportunità lavorativa e professionalmente qualificante per 14 neolaureati veneti”, sottolineano assessore e amministratore delegato di Coni Servizi. 
 
I dati del censimento rimarranno di proprietà della Regione Veneto. Coni Servizi Spa, attraverso la fornitura di credenziali di accesso riservate che a sua volta la Regione potrà rendere disponibili agli Enti locali, si garantisce l’aggiornamento in tempo reale della banca dati dell’Osservatorio Nazionale del Sistema Sportivo, base di lavoro per analisi statistiche e studi specifici.
 


Data ultimo aggiornamento: 09/11/2017

cristiano corazzari
Archivio Comunicati
Notizia n. 1582 del 23/11/2017

RIUNIONE IN REGIONE PER L’EMERGENZA AVIARIA. ASSESSORE PAN CHIEDE INCONTRO URGENTE AL MINISTERO: “AIUTI ADEGUATI AGLI ALLEVATORI NELLA PROSSIMA FINANZIARIA”

23/nov/2017 | Lo ha detto oggi l’assessore all’agricoltura della Regione del Veneto, Giuseppe Pan, all’incontro da lui convocato a Palazzo Balbi con le associazioni di categoria del mondo agricolo e i rappresentanti della filiera avicola, annunciando che chiederà immediatamente, coordinandosi con le altre Regioni colpite, la Lombardia e l’Emilia Romagna, un nuovo incontro urgente con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali per la situazione di crisi è tale da non poter più procrastinare i necessari interventi