TURISMO: VENETO VERSO NUOVI RECORD DOPO IL BOOM DEL 2016. PRESENTATE STIME PRIMO SEMESTRE 2017 CON TUTTI SEGNI PIU’. AUMENTANO SIA ITALIANI CHE STRANIERI.

Comunicato stampa N° 1008 del 17/07/2017
(AVN) Venezia, 17 luglio 2017

Per il turismo veneto il 2016 è stato l’anno dei record, con 17,9 milioni di arrivi e 65,4 milioni di presenze, ma potrebbe essere battuto dal 2017.

Lo dicono le stime sul primo semestre del corrente anno, confrontate con i dati dello stesso periodo del 2016, presentate oggi a Venezia dall’Assessore regionale al turismo, che, per le categorie degli alberghi e dei campeggi, indicano un aumento dell’8,3% degli arrivi e dell’8,1% delle presenze, con più 9% e più 7,2% per gli italiani e con più 7,8% e più 8,3% per gli stranieri.

Tra i settori, è il mare a fare la parte del leone negli arrivi, con un più 19,7% rispetto a gennaio-giugno 2016, con le terme a più 7,9%, le città d’arte a più 7,2%, il lago a più 4,3% (ma dopo un vero e proprio boom nel 2016), la montagna a più 3,5% con un significativo recupero di arrivi stranieri.

“Sono stime, ma estremamente significative – ha detto l’Assessore – tenendo conto che le due categorie interessate, alberghi e campeggi, accolgono l’83% del totale degli arrivi e il 77% delle presenze. Nel successo complessivo che si va configurando, fa piacere notare la risalita del gradimento degli italiani, che aumentano più degli stranieri. Si tratta di dati che vanno letti nell’ottica delle stagionalità – ha tenuto a precisare. Ad esempio, la grande crescita del mare riguarda una piccola fetta di stagione nel corso della quale il bel tempo ha aiutato, così come, nella piccola contrazione delle presenze in montagna ha certamente influito la poca neve caduta d’inverno, nonostante le nostre piste siano state mediamente molto ben innevate artificialmente. A prescindere dal successo – ha aggiunto l’Assessore – stiamo comunque continuando a individuare e a ricercare nuove forme di sostegno, dopo l’ottima performance del bando da 12,5 milioni di euro per la riqualificazione della ricettività in montagna.

Anche su base provinciale, il termometro segna tutti valori in positivo, con picchi di arrivi e presenze a Rovigo, Treviso, Padova e Vicenza.

Nelle tipologie ricettive considerate, gli alberghi sono cresciuti del 7,5% negli arrivi e del 6,0% nelle presenze; i campeggi (o centri vacanze) fanno addirittura segna più 17,3% negli arrivi e più 16,2% nelle presenze.

Elaborata anche una stima sulla Germania, il più importante mercato del turismo veneto.. Sempre nel primo semestre (gennaio giugno) del 2017 hanno fatto registrare 4,8 milioni di presenze, contro i 4,2 milioni dello stesso periodo del 2016. Nel primo semestre 2017 le loro presenze sono aumentate del 12,9% e gli arrivi del 9,9%.


Data ultimo aggiornamento: 17/07/2017

Archivio Comunicati
Notizia n. 1593 del 24/11/2017

CRISI AZIENDALI: NEL 2017 IN VENETO COINVOLTE 178 AZIENDE E 5600 LAVORATORI - ASSESSORE DONAZZAN, “NUMERI DIMEZZATI RISPETTO AL 2016. C'È UNA RIPRESA, MA RESTANO FORTI CRITICITÀ”

24/nov/2017 | assessore Elena Donazzan su 10 anni di crisi aziendali in Veneto e servizio dell'Unità di crisi

Notizia n. 1592 del 24/11/2017

SICUREZZA. L’ASSESSORE CORAZZARI HA PRESENTATO A ROVIGO IL PROGETTO “POLESINE SICURO”

24/nov/2017 | l’assessore al territorio, cultura e sicurezza della Regione del Veneto, Cristiano Corazzari, nel corso della conferenza stampa svoltasi oggi a Rovigo per illustrare il progetto “Polesine Sicuro”, il cui primo stralcio è finanziato interamente dalla Regione del Veneto con 190 mila euro, destinati alla Provincia di Rovigo che lo ha presentato.

Notizia n. 1591 del 24/11/2017

BANDO DI PARTECIPAZIONE AL CORSO PER 100 SELECONTROLLORI DI CINGHIALI E DAINI DEL PARCO REGIONALE DEI COLLI EUGANEI

24/nov/2017 | Cristiano Corazzari Scade il prossimo 7 dicembre 2017 il termine di presentazione delle domande per l’ammissione al corso per il conferimento della qualifica di "Selecontrollore formato" delle specie "sus scrofa" (cinghiale) e "dama dama" (daino) del Parco Regionale dei Colli Euganei.

Notizia n. 1590 del 24/11/2017

ASSESSORE DE BERTI AL SEGRETARIO DELLA CISL DI BELLUNO: “LA SUA UNA RAPPRESENTAZIONE BUGIARDA DELLA REALTÀ”

24/nov/2017 | ’assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, commentando le considerazioni espresse dal segretario della Cisl di Belluno Treviso, Rudi Roffarè, sul passaggio di Sappada al Friuli V.G.