Archivio Comunicati
Notizia n. 1394 del 24/08/2019

AGENTE DI POLIZIA FERITO A VICENZA MENTRE ARRESTA SPACCIATORE. ASSESSORE DONAZZAN: “NESSUN RIFUGIO IN ITALIA AI SEMINATORI DI MORTE”

24/ago/2019 | Lo afferma l’assessore regionale all’istruzione Elena Donazzan, commentando la notizia dell’arresto a Vicenza di un ventiseienne di origini nigeriane per spaccio di stupefacenti, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, poi processato per direttissima e condannato.

Notizia n. 1393 del 24/08/2019

MORTI PER DROGA NEL VENETO: ASSESSORE DONAZZAN: “A POCHI GIORNI DALL’INIZIO DELL’ANNO SCOLASTICO LA REGIONE IN PRIMA LINEA PER FRONTEGGIARE UN FENOMENO IN CONTINUA ESPANSIONE”

24/ago/2019 | Così l’assessore regionale all’istruzione, formazione e lavoro, Elena Donazzan, torna sul grido d’allarme lanciato dal prefetto di Venezia, Vittorio Zappalorto, a seguito dei 25 casi di morte per overdose nel Veneto nel corso di quest’anno, un dato che pone la nostra regione al primo posto in Italia.

Notizia n. 1392 del 24/08/2019

LA REGIONE ALLA 76.a MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA: IL PROGRAMMA COMPLETO DEGLI APPUNTAMENTI NELLO ‘SPAZIO VENETO’

24/ago/2019 | assessore cristiano corazzari Mercoledì prossimo, 28 agosto, si accendono le luci della 76.a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e al Lido, nello ‘Spazio Veneto’ allestito come ormai da tradizione all’Hotel Excelsior, fino alla giornata di chiusura del 7 settembre sono in programma circa ottanta tra presentazioni, incontri ed eventi promossi e ospitati dalla Regione

Notizia n. 1391 del 23/08/2019

PROVINCE. BOTTACIN SU LEGGE 25, “DAL PD PAROLE VERGOGNOSE. BELLUNO SALVATA DALLA REGIONE”

23/ago/2019 | PROVINCE. BOTTACIN SU LEGGE 25, “DAL PD PAROLE VERGOGNOSE. BELLUNO SALVATA DALLA REGIONE”

Notizia n. 1389 del 23/08/2019

AGRICOLTURA: CHI CONOSCE I FONDI EUROPEI LI PROMUOVE A PIENI VOTI, ASSESSORE PAN, "PSR E FONDI FEASR UTILI PER L'84% DEGLI OPERATORI, MA ANCORA POCO CONOSCIUTI TRA I CITTADINI"

23/ago/2019 | AGRICOLTURA: CHI CONOSCE I FONDI EUROPEI LI PROMUOVE A PIENI VOTI, ASSESSORE PAN, "PSR E FONDI FEASR UTILI PER L'84% DEGLI OPERATORI, MA ANCORA POCO CONOSCIUTI TRA I CITTADINI"

SANITA’: RIPARTO 2017 E FURBETTI DEL CARTELLINO, ZAIA: “SBIGOTTITO. DA OGGI MURO CONTRO MURO SU OGNI SUDDIVISIONE DI FONDI NAZIONALI”.

Comunicato stampa N° 283 del 24/02/2017
(AVN) Venezia, 24 febbraio 2017

“Si sappia che da questo momento in poi il Veneto farà muro contro muro su tutti i riparti di tutti i Fondi nazionali. Quello avvenuto sul Fondo Sanitario 2017 è la dimostrazione lampante del fatto che l’unica solidarietà che si può fare verso alcune realtà è pretendere che diventino virtuose, imponendo una spietata, ferrea applicazione dei costi standard”.

Lo dice il Presidente della Regione Luca Zaia all’indomani dell’approvazione del Riparto del Fondo Sanitario Nazionale per il 2017, dal quale il Veneto “è uscito ingiustamente penalizzato nonostante abbia i conti in attivo e sia promosso rispetto a tutte le classifiche nazionali, a cominciare dalla capacità di erogare completamente i Livelli Essenziali di Assistenza che sono la base dell’assistenza sanitaria universale sancita dalla Costituzione”.

“Sono sbigottito – aggiunge il Governatore – nel dover prendere atto che chi spreca non paga, anzi viene messo nelle condizioni di sprecare ancora di più. Si guardi ad esempio il numero degli abitanti di Campania (5 milioni 850 mila 850) e Veneto (4 milioni 915 mila 123) e mi si spieghi come mai, e sulla base di quale criterio, a Napoli si sono portati a casa quasi due miliardi in più (il computo totale assegna alla Campania 10 miliardi 254 milioni di euro; e al Veneto 8 miliardi 840 milioni ndr.)”.

“Poi proprio stamattina veniamo a sapere – ironizza Zaia – di 55 furbetti del cartellino arrestati in un ospedale napoletano, con il Governatore di quella Regione che annuncia totale inflessibilità. Mi chiedo quanti ce ne siano ancora da quelle parti verso i quali dover essere inflessibili, ma non è affare nostro”.

“Ripeto – conclude Zaia – da questo momento il Veneto non farà passare un riparto nazionale che sia uno se solo dieci euro non saranno divisi con equità e con i costi standard”.


Data ultimo aggiornamento: 24/02/2017

luca coletto luca zaia