INFLUENZA: RAGGIUNTO IL PICCO IN VENETO. INIZIA LA DISCESA. COLETTO, “SISTEMA CURE HA RETTO BENE. GRAZIE A TUTTI I SANITARI. SONO COMUNQUE SITUAZIONI COMPLICATE MA NOI UN LETTO LO DIAMO SEMPRE”.

Comunicato stampa N° 198 del 10/02/2017
(AVN) Venezia, 10 febbraio 2017

E’ iniziata in Veneto la curva di discesa dell’incidenza dell’influenza stagionale che, nella settimana dal 30 gennaio al 5 febbraio, è scesa, seppur di poco, da 90,7 persone colpite ogni diecimila a 86,7. Il virus ha comunque colpito altri 42.634 veneti nell’ultima settimana, portando il totale da inizio stagione a 282 mila persone messe a letto.

Lo rivela l’ultimo Rapporto epidemiologico del sistema di sorveglianza dell’influenza, redatto dalla Direzione regionale Prevenzione e reso noto dall’Assessore alla Sanità Luca Coletto.

“Il picco appare superato – sottolinea Coletto – e sembra essere stato raggiunto a fine gennaio. Ringrazio tutti i nostri sanitari, che in questo periodo sono stati in prima linea, spesso rinunciando a ferie e riposi per rispondere alla richiesta di cure. Il sistema complessivo è stato sottoposto a pressioni in alcuni casi anche forti, ma ha reagito con efficienza, trovando comunque una soluzione anche alle situazioni più complicate. Noi ai malati– dice Coletto – un letto lo troviamo sempre”.

Per quanto riguarda le fasce d’età, i più colpiti sono ancora i bambini tra zero e 5 anni, tra i quali l’incidenza è calata da 279 casi per diecimila a 181,2, ma rimane ancora alta. In calo anche la fascia pediatrica 5-14 anni, mentre una lieve ripresa si è registrata tra gli adulti.

I casi con complicanze sono stati sinora 89, dei quali 49 forme gravi con 23 ricoveri in terapia intensiva.

Attualmente sono stati segnalati sei decessi correlabili all’influenza e altri sei legati a polmoniti. In tutti i casi si trattava di pazienti con gravi patologie pregresse.


Data ultimo aggiornamento: 10/02/2017

luca coletto
Archivio Comunicati
Notizia n. 1205 del 18/08/2018

CROLLO DEL PONTE. IL SALUTO DI ZAIA ALLA SQUADRA VENETA DEI VIGILI DEL FUOCO IN PARTENZA PER GENOVA

18/ago/2018 | Genova crollo ponte Con queste parole il presidente della Regione, Luca Zaia, vuole salutare la partenza per la Liguria dei 34 componenti della squadra Usar (Urban Search And Rescue) dei vigili del fuoco del Veneto, provenienti da quasi tutti i comandi della regione, che daranno il cambio ai colleghi della Lombardia.

Notizia n. 1204 del 18/08/2018

CONCLUSI I LAVORI DI RIPRISTINO DELLE DIFESE SPONDALI DEL FIUME SOLIGO (TV). ASSESSORE BOTTACIN: “INVESTITI CIRCA 250 MILA EURO PER RAFFORZARE LA SICUREZZA DEL TERRITORIO”

18/ago/2018 | Gianpaolo Bottacin assessore difesa suolo Regione Veneto Si sono recentemente conclusi i lavori di pronto intervento per la riparazione dei danni alle difese idrauliche del fiume Soligo e relativi affluenti, conseguenti alle avverse condizioni meteo verificatesi nei primi mesi del 2018 nei territori rivieraschi di Cison di Valmarino, Follina, Farra di Soligo e Pieve di Soligo.

Notizia n. 1203 del 17/08/2018

ASSESSORE LANZARIN VISITA A LAMON (BL) “CASA CHARITAS” E IL CENTRO DI RIABILITAZIONE DELL’ULSS N. 1

17/ago/2018 | L’assessore regionale alle politiche sociali, Manuela Lanzarin, accompagnata dal consigliere della zona, Franco Gidoni, ha visitato stamane due strutture socio-sanitarie a Lamon, in provincia di Belluno: il Centro di Recupero e Rieducazione Funzionale dell’Azienda Ulss n. 1 e la casa di riposo “Casa Charitas”.

Notizia n. 1202 del 17/08/2018

WEST NILE. ASSESSORE COLETTO: “DA CERTA STAMPA TEUTONICA GROSSOLANE FALSITÀ”

17/ago/2018 | Con queste parole l’assessore regionale alla sanità, Luca Coletto, respinge al mittente, bollandole come "grossolane falsità" le notizie allarmistiche sulla questione della West Nile, pubblicate da alcune testate austriache.

Notizia n. 1201 del 17/08/2018

LAVORI DI RIPRISTINO IN CORRISPONDENZA DEL PONTE DEI CAVALLI A DOLO (VE). BOTTACIN: “INTERVENTO TEMPESTIVO PER LA SICUREZZA IDRAULICA”

17/ago/2018 | Assessore difesa suolo Gianpaolo Bottacin È stato avviato nei giorni scorsi e si concluderà entro l’autunno l’intervento di somma urgenza a seguito del cedimento strutturale del manufatto idraulico in corrispondenza del Ponte dei Cavalli sullo scaricatore di Dolo, in provincia di Venezia.