INFLUENZA: RAGGIUNTO IL PICCO IN VENETO. INIZIA LA DISCESA. COLETTO, “SISTEMA CURE HA RETTO BENE. GRAZIE A TUTTI I SANITARI. SONO COMUNQUE SITUAZIONI COMPLICATE MA NOI UN LETTO LO DIAMO SEMPRE”.

Comunicato stampa N° 198 del 10/02/2017
(AVN) Venezia, 10 febbraio 2017

E’ iniziata in Veneto la curva di discesa dell’incidenza dell’influenza stagionale che, nella settimana dal 30 gennaio al 5 febbraio, è scesa, seppur di poco, da 90,7 persone colpite ogni diecimila a 86,7. Il virus ha comunque colpito altri 42.634 veneti nell’ultima settimana, portando il totale da inizio stagione a 282 mila persone messe a letto.

Lo rivela l’ultimo Rapporto epidemiologico del sistema di sorveglianza dell’influenza, redatto dalla Direzione regionale Prevenzione e reso noto dall’Assessore alla Sanità Luca Coletto.

“Il picco appare superato – sottolinea Coletto – e sembra essere stato raggiunto a fine gennaio. Ringrazio tutti i nostri sanitari, che in questo periodo sono stati in prima linea, spesso rinunciando a ferie e riposi per rispondere alla richiesta di cure. Il sistema complessivo è stato sottoposto a pressioni in alcuni casi anche forti, ma ha reagito con efficienza, trovando comunque una soluzione anche alle situazioni più complicate. Noi ai malati– dice Coletto – un letto lo troviamo sempre”.

Per quanto riguarda le fasce d’età, i più colpiti sono ancora i bambini tra zero e 5 anni, tra i quali l’incidenza è calata da 279 casi per diecimila a 181,2, ma rimane ancora alta. In calo anche la fascia pediatrica 5-14 anni, mentre una lieve ripresa si è registrata tra gli adulti.

I casi con complicanze sono stati sinora 89, dei quali 49 forme gravi con 23 ricoveri in terapia intensiva.

Attualmente sono stati segnalati sei decessi correlabili all’influenza e altri sei legati a polmoniti. In tutti i casi si trattava di pazienti con gravi patologie pregresse.


Data ultimo aggiornamento: 10/02/2017

luca coletto
Archivio Comunicati
Notizia n. 872 del 23/06/2018

FURBETTI DEL TICKET. GDF ROMA SCOPRE IRREGOLARITA’ FINO AL 97%. PRESIDENTE VENETO, “DA NOI 60 EURO PRO CAPITE E CI SONO SOLO QUELLI NAZIONALI. CHIEDO TOLLERANZA ZERO E CONTROLLI A TAPPETO IN TUTTA ITALIA”

23/giu/2018 | FURBETTI DEL TICKET. GDF ROMA SCOPRE IRREGOLARITA’ FINO AL 97%. PRESIDENTE VENETO, “DA NOI 60 EURO PRO CAPITE E CI SONO SOLO QUELLI NAZIONALI. CHIEDO TOLLERANZA ZERO E CONTROLLI A TAPPETO IN TUTTA ITALIA”

Notizia n. 871 del 23/06/2018

DA DOMANI IN BAHARAIN IL COMITATO PER IL PATRIMONIO MONDIALE UNESCO VALUTA CANDIDATURA COLLINE DEL PROSECCO CONEGLIANO-VALDOBBIADENE. PRESIDENTE REGIONE, “CE LA GIOCHIAMO FINO IN FONDO. IL NO DEI TECNICI ICOMOS HA MACROSCOPICI ERRORI"

23/giu/2018 | DA DOMANI IN BAHARAIN IL COMITATO PER IL PATRIMONIO MONDIALE UNESCO VALUTA CANDIDATURA COLLINE DEL PROSECCO CONEGLIANO-VALDOBBIADENE. PRESIDENTE REGIONE, “CE LA GIOCHIAMO FINO IN FONDO. IL NO DEI TECNICI ICOMOS HA MACROSCOPICI ERRORI CHE ABBIAMO AMPIAMENTE CONTRODEDOTTO”

Notizia n. 870 del 23/06/2018

DOMANI PRESIDENTE REGIONE A 70° ANNIVERSARIO DELLA CANTINA VITICOLTORI PONTE DI PIAVE (TV)

23/giu/2018 | DOMANI PRESIDENTE REGIONE A 70° ANNIVERSARIO DELLA CANTINA VITICOLTORI PONTE DI PIAVE (TV)

Notizia n. 869 del 22/06/2018

ASSESSORE VENETO ALL’AMBIENTE SU PFAS: “IL VENETO È L’UNICA REGIONE CHE SI È MOSSA, ZANONI INTERVENGA NEI CONFRONTI DI CHI FINORA HA FATTO FINTA CHE IL PROBLEMA NON ESISTESSE"

22/giu/2018 | Gianpaolo Bottacin Così l’assessore all’ambiente della Regione del Veneto risponde a quanto sostiene il consigliere regionale del Pd Andrea Zanoni in riferimento alla scoperta di partite di vongole contaminate da Pfas nell’area del Delta del Po.