vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 87 del 22/01/2019

ALLOGGI IN LOCAZIONE TURISTICA. CANER: “IL DISEGNO DI LEGGE CHE DISCIPLINA IL SETTORE STA CONTINUANDO IL SUO ITER: LA REGIONE VUOLE IL ‘CODICE IDENTIFICATIVO’ E LO ISTITUIRÀ”

22/gen/2019 | L’assessore al turismo della Regione del Veneto, Federico Caner, risponde così a Monica Soranzo, presidente di Padova Hotels Federalberghi Ascom e a Patrizio Bertin, presidente dell’Ascom patavina, che polemizzano per il troppo tempo trascorso tra il via libera della Giunta al disegno di legge sulle locazioni turistiche e la definitiva approvazione dello stesso da parte del Consiglio regionale.

Notizia n. 88 del 22/01/2019

CONTRIBUTI ALLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA: GIOVEDÌ 24 GENNAIO LA REGIONE VENETO E L’ISTITUTO LUCE CINECITTÀ PRESENTANO A ROMA IL BANDO POR FESR

22/gen/2019 | Giovedì 24 gennaio 2019, alle ore 12:00, a Roma, nella Sala Fellini di Cinecittà-Luce (Via Tuscolana, 1055), in un incontro con gli operatori del settore cinematografico e audiovisivo, promosso dalla Regione del Veneto in collaborazione con l’Istituto Luce Cinecittà, l’assessore regionale alla cultura, Cristiano Corazzari e il presidente dell’Istituto, Roberto Cicutto, presenteranno i contenuti e le modalità di partecipazione e i criteri di valutazione previsti dal bando Por Fesr 2014-2020, che prevede la concessione di contributi a favore della produzione cinematografica.

Notizia n. 86 del 22/01/2019

VENETI NEL MONDO: CONSIGLIO APPROVA PIANO TRIENNALE - ASSESSORE LANZARIN, “INVESTIMENTO CULTURALE PER MANTENERE VIVI I LEGAMI E FAVORIRE CIRCOLARITÀ CERVELLI ED ESPERIENZE”

22/gen/2019 | VENETI NEL MONDO: CONSIGLIO APPROVA PIANO TRIENNALE - ASSESSORE LANZARIN, “INVESTIMENTO CULTURALE PER MANTENERE VIVI I LEGAMI E FAVORIRE CIRCOLARITÀ CERVELLI ED ESPERIENZE”

Notizia n. 84 del 22/01/2019

PRESIDENTE ZAIA: “IL FAVORE CON CUI IL CIO HA ACCOLTO IL DOSSIER OLIMPICO PER MILANO-CORTINA 2026 È LA CONFERMA DELLA SERIETÀ E CONCRETEZZA DEL NOSTRO PROGETTO”

22/gen/2019 | Lo afferma il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, in riferimento a quanto comunicato dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, sull’ottima accoglienza ricevuta a Losanna dal dossier lombardo-veneto per la candidatura ai Giochi olimpici invernali del 2026.

SANITA’: RAPPORTO CREA TOR VERGATA “PROMUOVE” FEDERALISMO. ZAIA, “DURO COLPO AL CENTRALISMO. ABBIAMO VISTO GIUSTO NEL PUNTARE ALL’AUTONOMIA”

Comunicato stampa N° 1692 del 14/12/2016
(AVN) Venezia, 14 dicembre 2016

“Un duro colpo al centralismo, sonoramente sconfitto dall’esito del referendum, ma pervicacemente ancora perseguito in Italia, dove non ci si vuole arrendere all’evidenza che gli Stati dove si vive meglio sono quelli federali, come Stati Uniti, Germania, Svizzera, ai cui modelli dovrebbe guardare tutta Italia, ai quali guardiamo noi con il referendum che terremo per ottenere più autonomia, quindi più federalismo, per il Veneto”.
E’ questo il commento del Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia al rapporto CREA (Consorzio Ricerca Economica Applicata in sanità) dell’Università di Tor Vergata sulla sanità che, tra l’altro, promuove il federalismo nel settore, sostenendo che non ha fallito e che anzi ha contribuito a ridurre i disavanzi e a migliorare l’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza.
“Abbiamo così un’autorevole conferma accademica – aggiunge Zaia – di quanto sostengo da sempre e cioè che, nella realtà dei fatti, il federalismo comporta un’equa distribuzione del benessere, valorizza e quindi unisce, è centripeto. Il centralismo, al contrario, è centrifugo e porta solo ad un’equa suddivisione del malessere”.
“Assodato che (almeno per chi sa usarlo bene come il Veneto) anche quel poco di federalismo contenuto nella riforma del Titolo Quinto della Costituzione che abbiamo salvato con la vittoria del ‘no’, fa bene – aggiunge il Governatore – è giunta l’ora che il Governo imponga per legge i costi standard, o che tutte le Regioni abbiano il coraggio e la forza di applicarli, perché si tratta dell’unica risposta davvero federalista alla necessità di eliminare gli sprechi e ottimizzare la spesa, in sanità come in tutti gli altri settori della spesa pubblica”.
“I costi standard – rileva Zaia – sono i migliori alleati del federalismo virtuoso, e il centralismo italico è il loro peggior nemico. Per questo motivo faranno di tutto per non applicarli, ma non dobbiamo arrenderci. In questo senso gli esiti del Rapporto di Tor Vergata sono una ulteriore sferzata di energia. Voglio proprio vedere come faranno i filosofi parolai del centralismo a confutare i dati di fatto snocciolati dal CREA”


Data ultimo aggiornamento: 14/12/2016

luca coletto luca zaia